c’è chi va, c’è chi torna, chi prende un biglietto sola andata

che estate assurda, sicuramente indimenticabile

ieri è arrivato il mio ormai figlio australiano; non abbiamo ancora capito quanto si ferma, avrebbe un biglietto per partire per la grecia domenica 12 ma non mi sembra una buona idea.

figlio piccolo invece sta facendo il conto alla rovescia perchè domani sera quando finisce di lavorare va a dormire dal solito amico puzzolente e poi la mattina dopo una mamma li porta per la loro prima vacanza da soli a jesolo.

ansia a palla ma sono anche felice di avere un po’ di tregua da lui, è veramente faticoso stargli vicino

figlia grande invece parte prestissimo la mattina di venerdi 17 (!!!!) per francoforte, perchè va a lavorare due settimane in un campo profughi….un figlio a jesolo e uno al campo profughi, ma sono fratelli questi due???

ma se non mi sono impressionata a sentire i programmi estivi di mia figlia, mi ha fatto venire il magone terribile quando ha preso un biglietto sola andata per maastricht……bimba bella ti vengo a prendere se poi mi dici che non trovi il biglietto per tornare.

 

Annunci

11 risposte a “c’è chi va, c’è chi torna, chi prende un biglietto sola andata

  1. . . . E si aspettano che noi (mamme roccia) siamo sempre lì, pronte ad accogliere! 😉

    Ciao, Fior

  2. Il cugino arriva e figlio se ne va? :/

    La Grecia ok, portasse contanti e medicinali. Spegnete la tv!

  3. Il mitico cugino australopiteco !! 😀

    Comunque .. la Grecia assolutamente … Emily cerca di dissuaderlo a tutti i costi arriva li proprio nel momento clou, con una situazione che a giudicare da quello che si vede dai telegiornali internazionali è tesa non solo economicamente ma anche socialmente … se dopo domenica non arrivano altri soldi dalla BCE in extremis con qualche forma di accordo dell’ultimissima ora prevedo disordini nelle strade … mica pizza e fichi… ora stanno “campando” con il limite dei 60 euri di prelievo alle macchinette automatiche finquando ci saranno ancora banconote con le code da approvvigionamento che ricordano immagini da dopo guerra e poi mi sa che la situazione discenderá gradualmente nel chaos.

    SE dovesse decidere di andare a tutti i costi .. ( anche se in teoria per lui con bancomat internazionale i limiti di prelievo non si applicano …salvo esaurimento scorte ) digli di portarsi ingenti quantitá di “cash” per coprire l’ intera durata del soggiono per viveri, spese quotidiane, emergenze ed alloggio…. le carte di credito anche gli esercenti non le prendono piu’ perche’ i soldi poi finiscono in banca e rimangono bloccati li anche per loro quindi tendono a spingere per i pagamenti in contante.

    Figlia grande mi sa che questa volta ha scelto il campo profughi giusto … in germania a francoforte .. con organizzazione teutonica di primo livello sará tutta un’altra storia rispetto all’ avventura tunisina … auguri anche al figliolonzo piccolo che se ne va a jesolo con l’amico puzzone a festeggiare…. speriamo che te ( e anche mida ) possiate rilassarvi un pochino.

    Salutissimi

    😀

    • nn so cosa dirti, lui ha anche un conto greco ma mi sa che preleverà poco da li. ormai è deciso, starà due settimane, ma va da parenti come da noi, quindi nn dovrebbe aver problemi!

      • vedetta lombarda

        Come sarebbe ha un conto greco ?

        Il cugino australopiteco che viene dalla nuova zelanda … dovrebbe avere un conto neozelandese, a meno che tu non ti riferisca al conto dei parenti greci… in ogni caso il conto greco è proprio quello sul quale non puo’ fare affidamento perche’ ci sono i limiti di controllo capitale che bloccano appunto la movimentazione di capitali domestici. La carta bancomat neozelandese invece non viene soggetta ai limiti di prelievo greci ma saranno i limiti suoi del suo conto di origine ovviamente… e al di la’ di tutto il resto rimane la questione delle “scorte liquide” delle banche greche che una volta finita anche quella … si attaccano al tram tutti quanti.

  4. …e noi stiamo li a guardarli andare e venire…. vagamente tristi e sicuramente orgogliosi

  5. Ma quanti magoni … per noi mamme dalle spalle larghe, e quanto orgoglio dentro gli occhi lucidi . Come ti capisco…Ci sono già passata, per ben due volte (Erasmus figlio e figlia).. anzi tre, ora figlio è in Francia per lavoro.

    • nn so che dirti. penso a quelli della mia generazione che il massimo che pensavano di muoversi era di andare una settimana al mare ed era già tanto dire giusto il titolo di una canzone in inglese….mia figlia prenota voli come niente, e parla in inglese francese e spagnolo con amici sparsi in tutto il mondo…..che cambiamenti pazzeschi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...