se rompe le palle sta bene

lunedi hanno operato re Mida: è stata lunghissima ma è stata meno problematica del previsto. E’ uscito dolorante, pieno di tubi e canne ma verso sera era già in grado di parlare. Il giorno dopo via i sondini e i tubi e ieri ha mangiato

ieri sera siamo andati a trovarlo con i ragazzi; abbiamo passato una bella ora ridendo e raccontandocela. Figlio piccolo si atteggia a “occhio del padrone” raccontando a suo padre quello che io dagli uffici non vedo, e lo vedo molto compiaciuto del suo ruolo, figlia grande racconta che ha appena preso un biglietto aereo per francoforte perchè ha trovato posto in un campo di profughi…è felice come se avesse vinto alla lotteria, suo fratello che ha in programma una settimana a jesolo la guarda perplesso

non faccio a tempo a pensare che in fondo, con tutti i nostri scleri siamo una bella famiglia che mio marito attacca una menata cosmica su una cosa che doveva far lui, si è dimenticato per mesi, se ne è dimenticato quando è uscito le due settimane e fa un finimondo perchè non me ne sono ricordata io in questa settimana

ho voglia di prenderlo a sberle….la mia giornata inizia alle 6 e alle 11 collasso a letto senza fare altro che lavorare….ma lui deve rompere i maroni per questa cosa…..mi alzo, penso che ho di meglio da fare che stare li a vedere i suoi capricci, lo bacio e me ne vado

appena usciti dal reparto mi arriva un sms

“allora ci sono novità? come sta?”

“rompe le palle quindi sta benissimo” 

ma non capisce proprio un cavolo ‘sto uomo…..

Annunci

11 risposte a “se rompe le palle sta bene

  1. beh… meglio così cara ragazza…

  2. Meglio incavolarsi che dover preoccuparsi,sono contenta per voi

  3. Buona Convalescenza

    😀

  4. e anche questa è fatta!
    baci

  5. Vedo con piacere che sta meglio:-))))
    Sono contenta
    Buona settimana
    Simona

  6. “la storia continua”…eh, sì. quando non ascoltiamo i segni che il nostro corpo ci manda, lo costringiamo a mandarcene altri ancora più forti. ma può darsi che finalmente, anche Re Mida si accorga che non tutto viene prima di lui, della sua salute, nonchè della sua famiglia.
    purtroppo viviamo in un mondo che ci fa sentire sempre insufficienti, corriamo tutto il giorno dimenticandoci delle cose essenziali, quelle per cui vale davvero la pena vivere e poi, arriva qualcosa che ci costringe a fermarci, a pensare a noi stessi, alla direzione che abbiamo preso e a porci (finalmente!) la domanda fondamentale: “ma io, sono felice?”.
    alla fine, le cose che contano davvero, formano un elenco brevissimo. ma nelle urgenze (anzi, emergenze) del quotidiano, di solito non le inseriamo.
    io penso che dovremmo liberarci di tante abitudini e di tanti problemi immaginari e cominciare a Vivere per davvero. (e, come sempre, parlo prima di tutto a me stessa). ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...