Archivi tag: compleanni

festeggiamo il compleanno?

la famiglia di mio marito ci ignora da sempre, e la cosa non fa più male da molto tempo, almeno a me

hanno sempre festeggiato le feste e i compleanni senza invitarci, e noi dopo un po’ abbiamo fatto lo stesso. L’ultima volta è stata per la laurea di figlia grande, ma non si sono scomodati a mandare neanche un biglietto di congratulazioni, ecco perchè il loro invito ci ha molto sorpreso

cognata svampita fa un numero tondo di anni e così anche sua figlia, e nel giro di pochi giorni ci sono arrivati due inviti, contraddistinti dalla solita classe

ciao fratello, ho organizzato una cena per mio compleanno, ci troviamo tutti a yx, ovviamente ognuno paga per se'”

uuuhhh che invito …..invitante!

cena con dei perfetti sconosciuti, in un posto in c**o alla balena, per festeggiare una persona che ci ignora da almeno 30 anni, dobbiamo comprare il regalo e pure pagarci la cena…..ma non vedo l’ora!

ma il meglio l’hanno fatto per la figlia: “ tua nipote ti inviterà al suo compleanno, siamo tutti d’accordo di dirle che abbiamo un impegno e poi le facciamo una festa a sorpresa. Vieni al XY ovviamente a tue spese”

stupendo invito, pensa che amore che esprimono per la figlia quando ridacchiano sul fatto che nessuno le dirà che viene alla sua festa

figlio piccolo sentenzia “ quando mi invitano al loro compleanno io chiedo: tu sai quando è il mio? no, e allora se non ti frega nulla del mio compleanno perchè dovrebbe interessarmi il tuo?”

oddio, caustico come me e asociale come il padre…che mix terribile

è più facile organizzare il G8 (ma ce la farò!)

mia madre quest’anno fa i mitici 80; noi figlie ce lo dimentichiamo spesso perchè è molto lontana da essere la tenera vecchietta che dovrebbe essere, è invece la solita sciagurata che prende la sua scassatissima macchina e va in montagna a cercare funghi. Senza dirlo a nessuno. Dimenticando il telefono a casa. Insomma…è sempre lei

le mie sorelle lanciano l’idea: perchè non ci organizziamo di andare tutti insieme in un agriturismo e poi stiamo lì il fine settimana? Bella idea no? Ecco Emily, pensaci tu

sembrrrrrrrra semplice!

ci serve un posto abbastanza vicino a tutti (noi dal Padova, una sorella da Bergamo, figlia grande da Trento) che abbia stanze e appartamenti, che abbia la possibilità di tenere il camper e i nostri due cani, che abbia il ristorante e che ci sia un’escursione non troppo faticosa, da fare nelle vicinanze per domenica

ah, e che non costi un rene

telefonate su telefonate (no, non potete portare cani, no, per quella data è tutto occupato, no per quella data siamo chiusi per ferie, no, i camper non li teniamo, no, non ci sono escursioni da fare…….aaaaaahhhhhgggggg!!!!!) e per fortuna che ho tanti amici che, interpellati, stanno facendo la loro parte con suggerimenti interessanti

anni fa sono riuscita ad organizzare una gita tra donne alle terme di Catez; mia sorella era appena stata operata di cancro e io volevo passare del tempo con lei e così siamo partite con la mia auto stracarica di borse, mia madre, le mie sorelle e mia figlia:ci siamo divertite un mondo, abbiamo riso tanto e speravo di replicarla dopo poco ma non l’abbiamo più fatto

stavolta l’asticella si alza, ma tanto poi sarà un successo ( per fortuna che l’autostima non mi manca!)

la non festa del non compleanno

in mezzo a un periodo orribile, per il lavoro che non c’è, per le persone care che si ammalano, per la morte del gatto di casa e per qualche acciacco che torna a complicare il tutto, re Mida ha compiuto 50 anni

“che dici, facciamo una festa?”

“non c’è niente da festeggiare”

“si festeggia il tuo compleanno, non il mondo che ci gira intorno. quando fa schifo a maggior ragione bisogna festeggiare”

“e cosa dovrei festeggiare? quando avevo 20 anni mi immaginavo che a 50 sarei arrivato da qualche parte, avrei concluso qualcosa; mio padre aveva già fatto il giro del mondo un sacco di volte, cambiava macchina ogni anno e comprava un appartamento ogni due. “

“tuo padre era circondato da parassiti che volevano solo i suoi soldi. tu sei circondato da tante persone che ti vogliono bene, e una festa serve a dimostrartelo. allora senti il regalo mio e dei ragazzi è di organizzarti la festa, che tu lo voglia o no”

è festa è stata

sono arrivati amici che non vedevamo da tanto tempo, siamo stati bene e abbiamo passato una bella serata in compagnia. é avanzata tanta di quella roba da mangiare che figlio piccolo ha detto, ingozzandosi il giorno dopo di carne alla brace e peperoni riscaldati: “dobbiamo fare una festa ogni domenica, poi si mangia da re per tutta la settimana!”