Archivi tag: blog

se dimagrisco il merito sarà del prof Barbero

tempo fa avevo raccontato come improvvisamente, una mattina alle 7, avevo sentito il bisogno di mettermi un paio di scarpe da ginnastica e andare al parco del paesello per camminare: questa meravigliosa abitudine si è interrotta il primo giorno di lockdown perchè mi sono rotta un piede; quando, mesi dopo, ho ricominciato a camminare, il dolore era impossibile

nel frattempo ho provato di tutto, ma non c’era verso di farmelo passare

poi una mattina ho pensato che male per male, tanto valeva camminarci sù e sono ripartita

per farmi compagnia ho cominciato ad ascoltare podcast invece della solita musica, su suggerimento di mia figlia, ma ascoltare Lucarelli e i suoi omicidi quando cammino da sola in un parco cittadino alle luci dell’alba non è il massimo, e così mi si è aperto un mondo quando qui nel blog, una un’amica che ho conosciuto anni fa a Glasgow, Giovanna e una ragazza che non conosco, Rossana, mi hanno consigliato di ascoltare il prof Barbero e le sue lezioni di storia.

mi si è aperto un mondo meraviglioso, il prof riesce a parlare di qualsiasi cosa e lo fa diventare la cosa più interessante che tu abbia mai ascoltato: che si parli della battaglia di Adrianopoli, o della guerra delle Falkland o di Quintino Sella o delle ragioni della prima guerra mondiale, ascoltarlo è esaltante

e così ora, le mattine che dormirei volentieri sotto il piumone, la mia mente corre veloce alla lezione che mi aspetta, e non vedo l’ora di partire; dire che ormai ne sono dipendente è poco. L’unico appunto che gli faccio è che questo prof disdegna i congiuntivi, e per me spesso certe frasi sono come il gesso nella lavagna, ma pazienza.

a nessuno glielo perdonerei mai, ma al prof Barbero si fanno eccezioni

a reti unificate

sono una che armeggia ancora col telecomando sbagliato e non ha ancora capito come inserire una lista nel cellulare; però da quando oramai quasi 10 anni ho scoperto internet l’ho trovato meraviglioso.

correva l’anno 2003, mi ero rotta per la centesima volta la caviglia ed ero bloccata a casa: normalmente alla sera uscivo quasi sempre per partecipare a vari corsi, o le prove di teatro, oppure le riunioni di volontariato: rimanere forzatamente a casa mi faceva diventare noiosa e insopportabile.

una sera Re Mida arriva a casa con un pc, me lo collega e dice:”toh, parla col mondo e lasciami vivere”

non sapeva che poi ci avrei preso mano, anche troppo con la chat di licos, rischiando la separazione un paio di volte

ma poi ho scoperto il blog

e la possibilità di incontrare, discutere, conoscere, apprezzare persone lontanissime dal mio ambiente sociale, dalla mia realtà quotidiana, diverse per formazione, cultura, passato. Io amo le differenze, le cerco, mi attirano più delle somiglianze; e questo blog è come la borsa di mary poppins, ne esce sempre qualcosa di buono

ecco perchè partecipo a questa iniziativa, la prima volta in assoluto che aderisco, chi mi conosce bene lo sa.

perchè essere diversi, pensarla in modi diversi, agire in modo diverso è una ricchezza che non dobbiamo mai trascurare e odio le polemiche che nascono qui, perchè mi piacerebbe che almeno qui si potesse avere il rispetto delle opinioni altrui. rispetto che non significa accettare tutto, ovviamente, ma non attaccare meschinamente chi non la pensa come te.

tutta la polemica di questi giorni la trovo semplicemente stupida, attaccando le persone sul piano personale, persone che non si conoscono minimamente, altrimenti ci si renderebbe conto di quanto siano accuse ridicole. Le liste dei peccatori sono una cosa abominevole, vergognosa, sa di cose già viste in sistemi totalitari, è forse troppo chiedere di avere rispetto delle opinioni degli altri?

e prendiamoci un po’ meno sul serio….

la misura della felicità

quando mi organizzo per partire per una vacanza, l’ho scritto spesso anche qui, la cosa principale che faccio è caricare una montagna di libri: saccheggio due biblioteche, i libri che mi hanno regalato, qualche vecchio classico da rispolverare….poi viene il resto, la biancheria, la spesa, le cartine.(forse, se mi ricordo ehehehe)

ora di cena

“e per questa vacanza mamma, hai già fatto il giro delle biblioteche?”

“uhm…..veramente no, per questa vacanza di pasqua non ho caricato niente.”

tre facce mi guardano perplesse. Re Mida è il primo a capire perchè vedo il disappunto disegnarsi sulla faccia.

sarai uno stress per tutti, sarai talmente logorroica e ciarliera che si guarderanno bene di fare altre vacanze con noi”

lo dice a mezza bocca, si vede che gli da fastidio

eggià, perchè questa pasqua, la passo con la famiglia di agrimonia e di roseword, in val d’aosta. Sono così felice di questa cosa che ho quasi paura, non si sa mai che qualcosa mandi tutto all’aria….in questi giorni c’è stato un fitto scambio di mail sul tema “quanto maiale? posso mettere i funghi nel ragù? chi è allergico a cosa? posso portare via solo vestiti da cialtrona? (questa è mia) chi porta il vino? chi la griglia?” in un crescendo di risate che mi è sembrato di tornare adolescente quando abbiamo programmato la nostra prima vacanza da soli in grecia

insomma si parte. domattina cane in canile, rapida spesa, ritiro la carne nell’azienda agricola, carico le ultime cose,….ma niente libri, voglio ubriacarmi di ciacole. tre giorni con le mie amiche, la mia misura della felicità

p.s. buone vacanze a tutti, a chi sta a casa e chi parte: è prevista pioggia, ma come diceva mio papà, se vado a lavorare quando piove, vado anche a divertirmi!!!!!

propongo mammaoggilavora per una medaglia al valor virtuale!

si, siiiiiiiiiii, siiiiiiiiiiiiiiiiiii!!!! il mio blog ha traslocato, finalmente siamo tutti sotto lo stesso tetto.

lo so che sembro una chioccia ma mi dava ansia sapere che parte della mia vita era dentro una casa che sta crollando: adesso siamo tutti qui riuniti e il merito è di mammaoggilavora

lo so che tutti avete chiesto aiuto a lei, ma quando tutti mi consigliavano di chiedere a lei non potevo fare a meno di pensare che ne doveva avere le scatole piene di blogger impanicati che non riescono a fare due click.

e così ho cercato di arrangiarmi, ma mi dava sempre un qualche errore, due giorni fa mi sono decisa a chiamare l’assistenza del mio pc perchè non sapevo più che fare (così hanno scoperto una serie di “magagne” e ora mi tocca lasciarglielo), e ieri ho assistito alla scena assurda del mio mouse che si muoveva da solo, apriva finestre e file, nel tentativo di evitare di far venire qui il tecnico.

ma anche ieri sera non avevo concluso nulla e così mammaoggilavora, armata di pass e user, entrava nei miei blog e plafff, alle 10 di sera leggo un suo sms che mi dice “tutto ok”

azzzz ero fuori casa, come fare a resistere tutto quel tempo senza vedere?

insomma, propongo questa splendida donna per una medaglia al valor virtuale, perchè se buona parte dei blog ex splinder sono riusciti a traghettare il merito è suo!