dagli steineriani, ai no vax e ritorno

ci ho pensato un po’ se scrivere questo post, sono argomenti che fanno partire discorsi infiniti, ma poi ho pensato che se anche fosse non me ne frega nulla, come al solito

prima di iscrivere mia figlia alla scuola steineriana ero una normale madre, senza tante conoscenze ne’ in campo pedagogico e tanto meno medico; solo dopo ho compreso che la scuola aveva delle idee molto precise su un sacco di cose che non avevo valutato. Ad esempio il cibo; adesso tutti sono vegetariani o vegani, ma all’epoca era la prima volta che ne sentivo parlare, ma mi ricordo di aver pensato che tanto meglio, alla sera le do una fettina di carne e pareggiamo i conti. Ma la scuola aveva idee su tutto, dalla religione (mi sono rifiutata più volte di fare l’altarino in casa e pregare, non se ne parla proprio) sulle medicine (no, la ricotta sull’orecchio non gliela metto se ha un’otite, vado di antibiotico) sui cellulari (io ero stata una delle prime, parliamo di quasi 25 anni fa, e alla fine era prezioso per tutti quando si andava fuori a recitare), sul reperimento de fondi (paga chi vuole, chi può, quello che può) e soprattutto sui vaccini

nessun bimbo era vaccinato, e ci sono stati dei periodi di epidemie dove mia figlia era l’unica in classe, ma io resistevo e continuavo a mangiare carne, a regalarle Barbie e cicciobello (vietatissimi!) e curarla con medicinali

poi è nato il figlio, e ormai erano anni che li frequentavo, erano diventati i miei unici amici anche grazie ad uno spettacolo teatrale che avevamo messo in piedi per contribuire all’economia della scuola e tra prove e spettacoli, passavo più tempo con loro che con mio marito; le pressioni per non vaccinarlo erano tante e alla fine ho deciso di aspettare un anno prima di fargli la trivalente

fuoco e fulmini da parte di mio marito (verranno i carabinieri a vaccinarlo con la forza! ti stanno facendo il lavaggio del cervello , sono peggio di una setta!) e così è finita che un anno dopo l’ho vaccinato. Poi il rapporto con la scuola è degenerato perchè come tutti i gruppi alla fine chi esprime anche un minimo dissenso, o cmq chiede delle spiegazioni o risposte (soprattutto sulla gestione economica della scuola…) non è gradito, e io mi sono resa conto che mia figlia stava andando alla deriva e l’ho tolta, con grande dolore da parte di tutti

ora? ora non vedo l’ora di vaccinarmi, sarei capace di togliere la siringa a una vecchietta per farla almeno a mio marito, vivo nella costante preoccupazione che uno dei due si ammali.

come si cambia….

6 risposte a “dagli steineriani, ai no vax e ritorno

  1. Anche io ho una storia con gli steineriani, anche se io personalmente non ho mai frequentato. Quasi tutti gli amici dei miei ci mandavano i figli (a quella di olmo, voi eravate nell’altra no?) e quindi mio fratello fece li il primo anno di elementari. Lui era difficile e la maestra lo prese in antipatia, pensa che il giorno prima del suo settimo compleanno telefonò a mia madre e le disse che nessuno sarebbe venuto alla sua festa. Ovviamente scapparono a gambe levate. Io cmq ho un sacco di amici steineriani, una australiana ci ha fatto tutte le scuole e non è ovviamente vaccinata. la mia migliore amica a venezia pur venendo da giri non steiner ora sta con uno di loro (non vaccinato) e lavora in un asilo per bambini non vaccinati. Diciamo che evitiamo l’argomento se no io mi scaldo!

  2. si noi eravamo nell’altra. Sono allibita dalla maestra, le nostre erano giovani, incompetenti e spesso molto naif, ma di così fetenti non ne ho mai sentite!
    le mamme invece a volte erano terribili: pensa che una volta mi porto a casa un’amica di mia figlia; chiedo alla madre cosa devo darle di merenda e lei mi rassicura di darle quello che do alla mia. Siccome non ero certa di fare giusto vado nella cooperativa dove si servivano tutti e prendo per fare una merenda. la piccola poi mi dice candidamente che sua madre le ha detto di non mangiare nulla da me, chissà cosa le avrei dato….

    • scusa ho scritto olmo intendevo mira, ma cmq non credo sia la vostra. carina la mamma steiner! il mio migliore amico dell’asilo è poi passato alla steiner, ed era vegetariano. a casa nostra mangiava tranquillo ma masticava 80 volte ancora me lo ricordo ahaha. cmq la maestra di mio fratello era moglie del preside quindi ho detto tutto, mio fratello per ripicca a una certa le ha rotto il telaio!

      • lo immaginavo che era mira, no, nn è la nostra
        quella di masticare me la ricordo anche io ahahahhaha
        il telio di mia figlia ce l’ho ancora, la prossima volta che la vedo glielo porto!

  3. Io penso che la via di mezzo è sempre la migliore, molte idee steineriane sono nelle mie vene, ma l’eccesso anche no. Tipo i vaccini, io ho fatto ai bimbi sempre i vaccini obbligatori (ho amiche che hanno pagato 200€ per fare quelli non obbligatori, che mi pare una follia!), ma chiaro che ora per il covid mi vaccinerò il prima possibile

    • secondo me la teoria steineriana potrebbe anche essere valida, rapportata ai tempi nostir ovviamente perchè escludere completamente dal mondo della scuola il digitale mi sembra pura follia. Il fatto è che è gestita da persone che alla fine ci mettono dentro troppo del loro, e così via alle paranoie e follie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...