ma se ci sono arrivata io….

una delle tante cose che sono capitate in questa quarantena è stata la scomparsa del nostro gattone Red.
a differenza degli altri, che escono in giardino e in strada, lui vive terrorizzato da tutto.
io gli dico spesso che la felicità è oltre la sua paura ma mi guarda con il musetto sbieco e ci manca poco che mi faccia il dito medio…per dire ci ha messo 2 anni per uscire allo scoperto quando c’era la morosa di figlio piccolo, scappa terrorizzato quando suona il campanello di casa e odia la donna delle pulizie
E’ infatti il primo giorno di ritorno al lavoro della signora delle pulizie, probabilmente agitato dalla profusione di uso dell’aspirapolvere, è scappato fuori in giardino e ne abbiamo perse le tracce
un’agitazione assurda ha preso tutti, perchè è come se si fosse perso un bimbo di 5 anni; e così figlio piccolo ha cominciato a fare delle ronde in giro per il quartiere, figlia grande ad allertare facebook, ma del gatto nessuna traccia.
insomma avevo un piede rotto che mi faceva un male cane, in balia di mio marito e mio figlio, senza nessun aiuto esterno, il cane ammalato che dovevo sopprimere, la figlia lontana, ogni tanto degli eczemi pruriginosi mi facevano andare ai pazzi e comunque mio marito era abbondantemente oltre la pazzia, perchè durante la quarantena non ha mai dormito una notte intera, agitatissimo per la situazione economica
insomma in questo contesto una sera sento il battito che accelera, lo misuro dall’orologio e vedo che ho 170 battiti…provo a mettermi tranquilla ma non si calma, insomma per farla breve corsa al pronto soccorso
mi fanno le cose di routine, tra l’altro 20 gocce di benzodiazepine (ho dormito da dio tutta la notte!!!) e non c’è nulla che non va
sono rimasta li un paio d’ore e ho potuto osservare il lavoro di medici e infermieri; bardati con doppi guanti, mascherine, visiera di plastica, sovrascarpe…poi uno telefona, poi passa la cornetta all’altro, che poi la passa a un terzo. Nessuno disinfetta il telefono, nessuno si protegge l’orecchio…e questo è successo un bel po’ di volte.
ma possibile che nessuno ci abbia pensato?
ah. siamo tornati a notte fonda, e il gatto era sotto al camper che piangeva…prima gioia del mese

12 risposte a “ma se ci sono arrivata io….

  1. Per fortuna il gatto è stato ritrovato.

  2. Un attacco d’ansia Emily? Ho avuto pochi giorni prima della quarantena un attacco di panico ed è stato proprio brutto quindi la sensazione del cuore che pulsa nelle orecchie senza fermarsi la conosco ed è proprio brutto.
    Del resto come si diceva di cose a cui porre pezze ce n’è parecchie…
    Ma il gattone è a casa salvo ed è già qualcosa 🙂

    • eh nn lo so, può essere.
      Non era correlato a nessuna situazione di panico, avevo appena finito di mangiare e stavo alzandomi a controllare perchè la lavastoviglie non partiva ( che poi si era rotta , tanto x aggingere problemi) e ho sentito che il battito accelerava come se non riuscisse a fermarsi, una sensazione orrenda
      ma nn posso morire senza sapere come va a finire Outlander!!

      • Anche la mia lavastoviglie sta rompendo le scatole e oggi ti ho molto pensata perché il frigo perde acqua da qualche parte.
        Insomma, ti capisco che più non si può e per aggiungere carico stamattina un cliente ha ben pensato di rubarmi la mano e baciarla. Tanto la mascherina non la aveva perché “ho fatto il tampone in Austria a casa mia e sono sano”.
        Lo avrei preso a botte, mi credi? Quando mi son ripresa dalla sorpresa e dallo shock mi è proprio salita la violenza. Il rispetto per me dove è finito in quel gesto arbitrario, dopo che già avevo pregato di rispettare la distanza e fatto presente che la mascherina serve?
        È un periodaccio Emily, da qualunque parte la guardi è un casino. Uffffff

      • ma che stronzo! mi viene in mente che pochi giorni prima della chiusura, vedo che mio figlio fuori in piazzale per controllare un carico, è pressato da un anziano che gli continua a parlare
        esco per vedere cosa vuole e questo, senza mascherina, gli parla che vuole degli scarti di lamiera per farci nn so cosa, e nel farlo sputa come un lama.
        io indietreggio e lui mi viene dietro, finchè non sbatto su una macchina parcheggiata
        gli ho dato una spinta per farlo spostare …ma porcamiseria ma non ci arrivi??? una rabbia che non ti dico, per cui ti capisco benissimo

  3. Ciao Emily, ti ho pensato molto in queste settimane, mi chiedevo com’era la vostra azienda. Che periodaccio…io sogno un ponte del due giugno in camper, ovviamente in giro per la mia regione!

    • per ora c’è tanto lavoro, ma ovviamente fatica a reperire la materia prima. e poi ci sono i contratti in scadenza: che fare? non riusciamo ad avere previsioni più in là di un mese, e siamo costratti ad assumere a indeterminato perchè nn abbiamo più proroghe . mio marito esce pazzo ormai, ogni cosa lo fa saltare come una bomba
      io il camper lo guardo ma non ci sono ancora nemmeno entrata, non mi fido di riuscire a scendere e salire con le stampelle!!!

  4. Fortuna che il gattone è tornato va….io ho una gatta di 18 anni che è come il tuo…un giorno è uscita sul pianerottolo….dopo 5 minuti ha iniziato a piangere disperata, perchè era scesa di una rampa e non si ritrovava più

  5. Diciamo che le avventure non ti mancano! In questo periodo a me è andata su la pressione a 200! Secondo me è necessario fare un giretto in camper…. un abbraccio

    • mamma mia! ecco, la pressione nn me la misuro nemmeno, così almeno questi problemi nn li vedo!
      nn ho nemmeno voglia di andare via in camper, tutto diventa faticoso e salire quegli scalini mi sembra impossibile….devo stare proprio male x dire una cosa del genere!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...