sei uno stronzo ma grazie

la scorsa settimana mio marito era in modalità stronzo psicopatico.
a dire la verità una delle due qualifiche le ha sempre, ma quando sono insieme sono dolori. in particolar modo questa settimana ce l’ha con me, il motivo non è dato di sapere; io ci provo con le buone, poi con le cattive, poi con disprezzo, poi con derisione….durissimo lavorare insieme, la voglia di stampargli una cinquina sulla faccia mi fa prudere le mani.
ma so anche che qualunque motivo ci sia, ad un certo punto scompare e torna una persona normale.
ma nel frattempo lo evito, per quanto sia possibile evitare una persona con cui ci lavori e ci vivi insieme
vabbè siamo a pranzo. da 6 mesi mangiamo tutti i giorni al ristorante e una della poche controindicazioni è che non puoi mandarti a fanculo nemmeno a tavola, per cui siamo seduti uno di fronte all’altro nella terrazza del ristorante e la mia macchina è parcheggiata sotto di noi
“ma cosa hai nelle ruote?”
“la gomma del pneumatico”
rispondo asciutta io
“Emily non fare la spiritosa è una cosa seria”
mio marito si alza e fotografa le ruote della mia macchina, che sono tutte girate da un lato. Torna a sedersi e mi allarga la foto e dice: “ma vedi come vai in giro? queste sono le tele del pneumatico! è pazzesco può esploderti la gomma da un momento all’altro! chiama il meccanico fai trainare l’auto fino in officina non puoi più muoverti”
io lo guardo come i medici guardano un pazzo
“non se ne parla nemmeno, devo fare cento giri oggi e stasera ho una cena (a cui tu non vuoi venire), quindi io la macchina continua ad usarla e a fine settimana gliela porto. Forse”
ne nasce un’azzuffatina con i fiocchi, col risultato che alla fine del pranzo mi “scorta” fino da meccanico
“ciao, scusami puoi darmi un’occhiatina alle gomme? sai che mio marito esagera sempre, quando è in modalità “moriremo tutti” è pesantissimo da sopportare”.
il meccanico fissa le gomme a lungo e poi mi dice:
“ti ha salvato la vita. è un miracolo che non siano scoppiate, stai correndo sulla tela in entrambe le ruote. la macchina non si muove da qui fatti venire a prenderlo e digli che c’è mancato poco che diventasse vedovo.”
uhm
sono tornate in ufficio e tutta l’azienda commentava le mie gomme,ovviamente le foto hanno fatto il giro della fabbrica e ho dovuto pubblicamente ringraziare mio marito
sgrunt

Annunci

20 risposte a “sei uno stronzo ma grazie

  1. ci siamo divertiti a leggerlo ……..tanto

  2. Ciumbia Emily !

    Ha ragionissimo tuo marito .. mi è venuta l’ansia anche a me solo a leggerlo sto post. Davvero ti ha salvato la vita sia a te che a qualche altro disgraziato che poteva capitarti davanti, ma come si fa ad andare in giro in macchina cosi, mi meraviglio di te che sei una tipa in gamba! Da quanto tempo avevi le ruote in quella condizione ?

    • tesoro santo io nn ne capisco niente di macchine per me le auto sono 4 ruote e un volante, nn mi ricordo nemmeno che marca è la mia auto! e cmq nn è che di solito mi guardo l’interno delle gomme…nn so te come passi il tuo tempo ma io di solito nn così!

  3. Scusa, va bene tutto. Ma immagino che, come tutti noi che viviamo nel ridente nord usi le gomme estive e quelle invernali. Considerando che le estive le avrai cambiate (massimo) ad aprile potevano anche dirtelo che stavi viaggiando sulle tele. Non si corrodono in cinque mesi.

  4. L’abbiamo letto insieme la FigliaGrande ed io . . . io mi sono divertita! 😉
    Come sempre nel leggere le tue avventure/disavventure! 🙂
    Lei, ha letto tutto, un po’ preoccupata, poi ha sorriso felice, alla fine della storia! 😀

    Ciao, Fior

  5. io sono messa uguale…e non ho gomme estive e invernali… solo quelle che ho con catene a bordo..

  6. sarà uno stronzo psicopatico …ma ti ama e ti vuole accanto a se ancora per tanti anni …. un pò come nella vita, ogni tanto un cambio gomme e una convergenza vanno fatte !! 🙂

  7. Azzardo anch’io una metafora: le gomme finite, radenti il terreno, corrispondono al tuo sentire, alla tua joie de vivre avec le con (lo stronzo). Ti ha salvato la vita, certo, ma pervicacemente te la scassa day by day.
    P.s.: amo chi sa scrivere con brio sulla trivialità del quotidiano.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...