se perdi il telefono, chiama

questa è proprio un’estate strana: una valanga di lavoro ci ha sommersi e non riusciamo a chiudere. gli operaio sono esausti e mio marito è ormai al delirio: ogni giorno facciamo due turni e lui se li fa tutti e due.
17 ore non stop stanno avendo effetti disastrosi sul suo sistema nervoso ( e sul nostro matrimonio)
figlio piccolo è partito venerdi scorso, è passato dalla tuta blu ai bermuda ed è scappato a prendere il treno. puzzava come una discarica, compiango quelli che hanno fatto il viaggio con lui.
figlia grande parte domattina, e come al solito le sue non saranno vacanza all’insegna del mare-sbronze-discoteche, ma….
andrà con lo zaino in spalla
con i mezzi pubblici
da sola
dormendo negli ostelli
nei Balcani
……
io ho mosso qualche obiezione all’inizio, ma la conosco e so che niente l’avrebbe fermata e allora non mi è rimasto altro che andarle a comperare quelle poche cose di cui aveva bisogno e cercare di mettere dei piccoli limiti del tipo: …tesoro non mi sembra il caso di arrivare a Sarajevo alle 11 di sera ed attraversare tutta la città in cerca dell’ostello….amore mi sembra che 60 € di budget per mangiare 10 giorni sia decisamente poco, te li do io, tranquilla….certo lo so che la passport costa 3€ al giorno, ma per piacere, falla….
domattina alle 6 la porto a prendere un autobus, poi prenderà un treno e poi a Trieste un pulmann pieno di badanti che la porterà a Zagabria, e io fino al suo ritorno terrò il fiato
noi dovremo partire sabato per la Scozia, ma il condizionale è d’obbligo visto che abbiamo cambiato meta cento volte perchè in teoria, non possiamo star via due settimane.
ma l’alternativa è aprire l’azienda senza operai, visto che nessuno è disposto a fare solo una settimana ( e hanno pure ragione)
oggi a tavola parlavamo con mia figlia del suo viaggio, io le dico che se non la sento per un intero giorno cosa devo fare? chi posso chiamare?
“mamma ti do tutte le tappe del viaggio, chiama gli ostelli per sapere se sono arrivata”
“ma se non parlano nemmeno una minchiolina di inglese, in che lingua glielo chiedo?”
“mamma, tranquilla, quasi tutti parlano l’italiano”
si, come no
“e se perdi il cellulare?”
“ahh se perdi il cellulare, mi raccomando chiama!”
questa è la perla di mo marito. si, ha decisamente bisogno di vacanza
buone vacanze a tutti ( chi le fa naturalmente!)

Annunci

7 risposte a “se perdi il telefono, chiama

  1. Almeno ti ha fatto ridere . . . spero! 🙂
    Auguro vacanze felici in Scozia (almeno, se il tempo è brutto, te ne fai una ragione). 😉
    La Figlia è sicuramente sotto la protezione di un angelo custode con due ali grandi! la accompagnerò con i miei pensieri, sono di qua dell’Adriatico, in linea d’aria le arrivano in un attimo! 🙂
    Custodisci tuo marito . . . mi sa che ne ha bisogno!
    Sui treni, in questi giorni, la puzza non si sente, è praticamente tutto puzzolente! 🙂

    Buone vacanze, a chi le fa! Fior

  2. guarda, io a 22 anni i balcani me li sono fatti IN AUTOSTOP con un amica, dormendo anche IN TENDA in mezzo al nulla (o nei parchi pubblici/ostelli/case di amici). abbiamo speso 150 euro in tutto per 15 giorni, e l’unico momento di tensione c’è stato tra l’italia e la slovenia grazie a un vecchio bavoso. questo non negli anni 70 ma nel 2011 eh 🙂 e sarajevo alle 11 di sera è bellissima e pure piena di turisti ad agosto. saluti da Glasgow, dicono che la settimana ci sarà persino il sole!

    • si hai ragione ma lei è da sola. qualsiasi cosa le capiti è da sola. questo vuol dire nn abbassare mai la guardia e nn mi sembra una vacanza. ma d’altra parte se nn trova un amico/amica/ moroso/morosa per andare via….non la posso costringere a fare una settimana di mare a sottomarina

      • mah, vedrai che non starà poi cosi’ tanto sola, negli ostelli si socializza a palla, e lei mi pare bella sociale. si sarà già fatta nuovi amici prima di varcare il confine!

  3. e poi un’altra persona a volte e’ piu’ di ostacolo che altro, essere in due non vuol solo dire che l’altro ti toglie dai guai, ma anche che nei guai potrebbe esserci lui o lei, e devi togliercelo tu! Un altro puo’ essere un supporto ma anche un intralcio, una fonte di problemi. Du is mei che uan – mica sempre..

  4. eh no eh? Tutto, ma la Scozia non si tocca! 🙂
    Che belle le ferie di tua figlia, dai, stai serena, mi da l’idea di una che sa parecchio il fattaccio suo!
    Soprattutto cerca di riposarti!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...