se è uno scherzo non fa ridere

sabato arriva mia madre con la torta di compleanno e un po’ di regali sparsi
nel suo c’è il biglietto…???? è una vita che mi chiama per scrivere qualunque biglietto d’auguri “perchè tu sai sempre cosa scrivere io no”
c’è una foto, io ho circa 4 anni e lei 25, ci guardiamo negli occhi e ridiamo….visto cosa è stato il nostro rapporto praticamente un pezzo raro
da 0 a 10 mi hai fatto impazzire
da 10 a 20 ci siamo combattute
da 20 a 30 ci siamo ignorate
da 30 a 40 ti guardavo con sospetto. facevi cose per me sbagliate che non capivo
da 40 a 50 sei diventata una persona speciale, saggia, forte, ironica, allegra indispensabile sostegno per me e le tue sorelle sempre presente intelligentemente nei momenti difficili
da 50 a 60???? ad maiora! La psicologa continuava a dirmi che sarei stata molto orgogliosa di te e ora capisco quanto avesse ragione.
quando eri piccola continuavo a dirmi”speriamo che cambi” ora mi dico “speriamo che resti così”
ti voglio bene, buon compleanno

poi mi dice che hanno trovato un cancro al seno anche a lei, che ha chiesto di essere operata dopo mia sorella, altrimenti non ce la facciamo a stare dietro a tutte e due
io le dico “mamma se è uno scherzo non fa ridere”
“ehhhhh no, ma dai, sempre meglio che andare fuori di testa no?”

sono 2 giorni che salgo in auto per gridare come una pazza

Annunci

19 risposte a “se è uno scherzo non fa ridere

  1. Posso solo abbracciarti forte virtualmente… e dirti che se hai voglia di scrivere e sfogare un po’ della tua rabbia con una sconosciuta, puoi tranquillamente sfruttare la mia mail.
    Sarà un momento molto duro, soprattutto per te che dovrai stare vicina ad entrambe e capire ogni loro difficoltà… tieni durissimo!

  2. Oh mamma! Non ho parole, ma un abbraccio virtuale posso dartelo quello sì!

  3. Sì, in questi casi non ci resta che abbracciarti forte forte e pregare, pensare a te, inviarti la nostra energia positiva (a secondo delle nostre “convinzioni”) 😉

    E comunque, l’auto per gli urli (liberatori) è una splendida idea! 😀

    Pensiero consolatorio . . . a una certa età, tutto è meno vitale! E i medici ormai sono molto molto preparati! E tu sai di cosa hanno bisogno, essendoci passata per prima, sia tua sorella che tua mamma! ❤

    Un abbraccio, Fior (che comunque ti rinnova l'invito di "Io e il Signor H", se ti serve una spalla, io ci sono) ❤

    Ps. Prenditi qualche mezz'ora di relax in un libro o davanti alla Tv, senza sensi di colpa . . . serve a te e a loro! 😉

  4. Ma porca…
    Si può parlare di familiarità o è una sfortunata coincidenza?
    L’urlo terapeutico ci sta. E se lo fai ai semafori nessuno si azzarda a intralciarti… Che dire? Forza e coraggio, pur vacillando!

  5. Non è possibile….hai tutta la mia solidarietà e so che sei una donna forte però a volte la vita si accanisce proprio…..
    Anna

  6. Sarà difficile ma ne uscirete, ne sono certa. Nel frattempo ti abbraccio virtualmente e ti auguro tutta la forza di cui hai bisogno.
    Marina

  7. E niente…in ufficio commossa…per il biglietto…pensando a tutto quello che sta succedendo e vi aspetta…Ti mando un abbraccio stretto stretto…

  8. No ma vabbè io davvero non so cosa dire.
    Questa cosa va al di la degli abbracci e dei “pat pat” virtuali sulla spalla.
    Amica mia, che devo dirti. Sai che se ne esce, ed è molto.
    Coraggio! Approfitta pure di me per qualunque cosa, alle volte è più facile con qualcuno che non conosci personalmente. La mia mail è sul blog. il telefono se mi scrivi te lo mando.
    Ti abbraccio

  9. Un abbraccio forte forte,anche se è virtuale immagina di sentirti quasi mancare il respiro.Sei forte e sai esserlo anche per i tuoi cari. Ciao

  10. Un pugno nello stomaco…mi spiace moltissimo. Non so che dire. Ti abbraccio fortissimo

  11. Niente parole, che non ne ho di adeguate. Se ti serve qualcosa non stiamo troppo lontano: ci si organizza e se si può si fa.
    Ti abbraccio.

  12. davvero senza parole 😦 …..anzi solo una … CORAGGIO !!! un abbraccio

  13. mannaggia… sei anche brava che urli solo… mi spiace tanto, un abbraccio, ciao

  14. urlare è l’unica. in solitudine

  15. io non so che dire. Mi partono pure i messaggi prima di terminarli da quanto mi tremano le dita. Ti abbraccio tanto tanto tanto, Emily,

  16. Ciao Emily,
    credo sia la prima volta che scrivo pur seguendoti tipo dal 2009. Sei stata una delle prime testimonianze che ho letto ben prima di ammalarmi e di perderci mamma. Rileggerti durante le terapie mi ha dato un sacco di energia e non smettero di esserti grata per questo. Ti abbraccio forte

    • tesoro mi dispiace x quello che stai affrontando ma sono felice di esserti stata in minima parte di aiuto. hai ragione quando devi affrontare queste cose ci vuole un sacco di energia e nn ha importanza da dove andiamo a prenderla, l’importante è averla. ti abbraccio forte e spero che tu stia bene

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...