il mio sliding doors

tempo fa avevamo progettato di trasferire baracca e burattini, casa e azienda, da un’altra parte. Siamo andati spesso in quel posto per cercare casa, capannone industriale,  scuola per figlio piccolo, abbiamo fatto un corso di francese per tutta l’azienda.

poi è successa una cosa che ci ha fatto capire che forse non capivamo bene tutte le implicazioni della situazione

siamo in aeroporto per partire e ci dicono che ci sono ritardi… ci mollano li per parecchie ore, quando finalmente partiamo ed arriviamo nessuno scarica i bagagli. per fortuna stavolta siamo li ospiti di un forum internazionale e abbiamo il pulmino che ci riporta in albergo (dopo ore di attesa), perchè veniamo a sapere che i taxi non circolano, in città c’è il coprifuoco. attraversiamo la capitale, che di solito c’è caos di notte come di giorno, completamente deserta, carri armati agli angoli presidiati da uomini in mimetica armati che fermano il pulmino in continuazione

albergo da 5 stelle che ci porta finalmente la cena ( ma anche il pranzo…) a notte inoltrata

chiedo insistentemente a figlia grande di capire cosa sta succedendo, ma lei che è rimasta a casa mi dice che nessuno ne parla, nessuno dice niente. io sono allibita, sconcertata

eravamo a tunisi

per 5 giorni di soggiorno siamo controllati in continuazione, e abbiamo il coprifuoco alla sera. tutti, ma dico tutti, dal personale dell’albergo, ai negozianti, ai taxisti ci implorano, quando tornata a casa non dite niente per favore, se ci salta la stagione turistica per questo siamo morti

ci sono pochi posti dove mi sono sentita a casa come a bizerta, e chi mi conosce sa bene che l’africa è l’ultimo posto in cui vorrei vivere, ma non potevamo mettere in gioco tutto in un posto così instabile

ho guardato con ansia e dispiacere le immagini che arrivavano da tunisi, penso ai tunisini che sono persone splendide, che hanno una dignità che ce la sogniamo. poi vedo le immagini del parlamento, con i deputati che cantano l’inno e spero che per quello splendido paese ci sia un futuro migliore che il terrorismo

 

Annunci

13 risposte a “il mio sliding doors

  1. Siamo in sintonia anche per questo. Non ne ho scritto perchè sto mlissimo per questa cosa che è capitata a Tunisi. Guardo insistentemente le notizie come non mi capita mai di fare. Sto male per quelle persone di mezza età, come noi, come abbiamo fatto noi lo scorso anno, che erano lì per festeggiare qualcosa, che hanno passato una vita insieme e che hanno lasciato lì metà della loro vita.

  2. Anche uno dei nostri clienti ha delocalizzato in Tunisia. Quando abbiamo letto degli attentati una piccola parte di noi ha sentito una scintilla di rivincita, ha pensato “ah, adesso me lo riporterai il lavoro, eh?”
    Anche io l’ho pensato, poi mi sono vergognata. Tremendo pensare che siamo arrivati a farci la guerra in questo modo. Tremendo pensare che la gente lì viva così, portando avanti una recita per poter continuare a mangiare.
    Tremendi anche noi, che abbiamo portato un Paese a gioire perché un attentato potrebbe evitare che altro lavoro se ne voli via in un luogo dove è più conveniente produrre.
    Tremendo, insomma.

  3. tranquilla…i prossimi casini li avremo qui, non sarà necessario andare fuori di casa

  4. quota, purtroppo, ddepau e penso alla signora seduta vicino a me, mercoledì scorso, alla riunione della associazione di volontariato, dipendente del Comune che dice “dovevo andare anche io a Tunisi, e sarei andata sicuramente a visitare quel museo, ma mio marito alla fine non ha potuto prendere ferie”– Quando si dice il destino 😦
    Elisa

  5. Il mio pensiero, quando ho letto questa notizia, è andato anche a voi. Mi ricordavo il vostro progetto di trasferimento e ho pensato che avevate desistito, dato che non ne avevi più scritto.

  6. anche io ho pensato la stessa, pensando a quella settimana tanti anni fa nel sud della Tunisia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...