c’è chi vive e c’è chi guarda dal buco della serratura

sono stata un po’ assente in questi giorni e mi dispiace di aver preoccupato qualcuno: niente di grave, mi sono solo immersa in un progetto lavorativo che mi ha fatto tornare la voglia di impegnarmi in azienda, (dopo aver passato un anno a metterci fuori i piedi….w la coerenza!)

ma devo dire che quello che è successo al blog di mia figlia mi ha fatto desistere dal scrivere qualche giorno: lo so benissimo che non posso raccontare tutto, anche se potrebbe essere utile, interessante o solo divertente per qualcuno. purtroppo la possibilità che ti legga qualcuno che ti riconosce e usi quello che scrivi per farti del male è sempre presente

per quello che praticamente nessuno che conosco ha l’indirizzo di questo blog, e quella persona che ci è arrivata con l’inganno ancora mi irrita il pensiero che mi legga. ma va beh, il mondo non gira come piace a me

ho cominciato a scrivere un blog per dei motivi che non rivelerò nemmeno sotto tortura: a volte mi viene l’ansia, molti post rimangono in bozze e poi vengono cancellati. non guardo mai le statistiche e le entrate e facendo così faccio finta che non esistono

ma al blog devo alcune delle mie amicizie più belle (rose e alle tanto per dirne un paio) e non rimpiango nemmeno le persone poco corrette incontrate qui (solo due, che peste le colga!), per cui anche se con molta cautela, continuerò a scrivere, misurando le parole, limando i pensieri e cercando di rimanere più onesta possibile

missione complicata ma necessaria

0

Annunci

19 risposte a “c’è chi vive e c’è chi guarda dal buco della serratura

  1. Letta tutta la storia.

    Un grande squallore… grande tristezza.

    Che gentaglia che circola in giro.. e va a ravanare sui blog… il problema come dici tu sono appunto quelle persone che magari covano invidie, conoscono la persona e se riescono a risalire al blog e trovano appena appena qualche minima cosa dove possono andare a colpire meschinamente .. eccoli che si fiondano. 😦

    Solidarietá

  2. Tu e tua figlia siete “una squadra fortissimi”, e questo non piace ai mediocri.

    Ma a noi sì, e continuiamo a tifare per voi!

  3. concordo con lapera, per fortuna fate squadra, e mi piace tantissimo quello che lei ha scritto sulla vicenda. E’ una forza. farà strada sicuramente. Per il resto… no.. non si può dire tutto… si mi sono pentita di aver scritto cose di me… che possono essere usate, distorte e sporcate. Hai ragione. Ma che cosa brutta e ignobile.

  4. vuoi dire che qualcuno vi ha insultato, offeso sul blog di tua figlia? e dici che quel qualcuno è risalito con l’inganno, al blog di tua figlia? io sono abbastanza smemorata, quindi non posso darti i dettagli però ricordo che tempo fa (almeno un anno) avevi scritto di questo suo blog che aveva aperto da poco, e avevi lasciato tracce ben visibili. così visibili che c’ero andata anch’io a leggerlo. infatti all’epoca mi chiesi se la tua era stata una svista…anche se da te, una svista, non me la sarei aspettata! comunque mi dispiace, c’è in giro tanta gente capace di provare invidia per qualsiasi cosa…Un abbraccio

    • no nessun insulto, la faccenda è più complicata, diciamo che qualcuno che legge il suo blog e fa parte della sua cerchia d’amicizia ha fatto una spiata in segreteria denunciandola xkè l’assistente al momento della registrazione aveva scambiato un 23 x un 30. lei se ne era accorta il giorno prima di partire x la tunisia e ha rimandato la segnalazione. ma ci ha pensato qualcun che la legge facendola apparire una disgraziata…come se l’errore fosse suo! capisci che diventa difficile se qualcuno legge il tuo blog solo x usarlo contro di te

      • Mi dispiace un sacco per tua figlia. È veramente una bravissima ragazza. Se qualcuno che fa parte della sua cerchia di amicizia si comporta così, direi che è giunto il momento di fare pulizia.
        Ma che tristezza…..
        Un forte abbraccio
        Simona

      • già. infatti la cosa che le fa più male è sapere che tra la sua cerchia di amici c’è qualcuno che gode nel crearle problemi. ma siamo vicini a scoprire chi è

  5. Mi dispiace davvero. Anche io seguivo, oltre te, il blog di tua figlia, piacevole, simpatico e intelligente, specchio di chi lo scrive evidentemente. Non mi capacito di come certa gente sia vile e meschina. Avevo intuito qualcosa dal momento in cui non ho più potuto accedervi. Un abbraccio a tutte e due.
    Marina

    • grazie x i complimenti, glieli giro a mia figlia che ultimamente si è un po’ disinnamorata del blog.
      adesso ha cancellato tutto quello che poteva essere usato contro e ha riaperto, ma che tristezza però

      • vedetta lombarda

        Emily,

        In effetti la poverina ha preso un bel colpo ( in termini di fiducia verso il prossimo intendo ) … pero’ c’e’ da dire che ha reagito benissimo … il primo istinto è sempre quello di mandare affanculo tutto e tutti e chiudere il blog… soprattutto se uno lo tiene solo per scriverci quattro fesserie e magari possibilmente per divertirsi. Lei invece è bene o male ha deciso di continuare e giá questo mi pare un ottimo risultato… anche se come dici, giustamente e comprensibilmente, si è disaffezionata e credo che dopo lo sfogo fin quando non becca coloro i quali sono stati a farle questa cattiveria .. non scriverá molto. E’ assolutamente comprensibile.

        Lei ha detto comunque che dalla segreteria della facoltá le hanno parlato di una pluralitá di mail delatorie arrivate ( probabilmente esagerando hanno detto decine.. anche se non credo ) … si tratta di identificare con opportune domande trabocchetto quali sono le serpi che si cova in seno nel circolo ristretto delle sue amicizie universitarie o magari anche non universitarie ma “amicizie” di paesello.

        PS.: “amicizie” va messo tra virgolette .. perché con amici cosí voglio dire i nemici non ti servono.

  6. Emily,

    Ma non avete qualche contatto in segreteria di facoltá che possa passarvi l’informazione di chi ha spedito le mail ?

  7. la segreteria dice che ha bisogno del consenso di quelli che le hanno mandato e quindi siamo al punto di partenza. ma siamo vicini a scoprire la talpa, anche xkè x fare una cosa del genere ci vuole una persona meschina e x fortuna nn ce ne sono tante
    il paesello stavolta nn c’entra, troppo lontano da trento, si tratta proprio di una cd collega di studi, probabilmente una di quelle che ha schiattato di invidia quando è stata scelta x il progetto di diritti umani…..

    • Ma si puo’ sapere almeno quante persone sono .. oppure anche su quello c’e’ la “privacy” … posso capire che dalla segreteria non facciano i nomi, cognomi e indirizzi ma almeno dirvi quante segnalazioni sono arrivate.

      Mi sembra il minino.

      Poi comunque se tua figlia ha le “antennine” un po’ come te ed è sensibile rispetto a certe cose .. forse riesce ad accorgersene anche osservando i comportamenti delle persone che frequenta. Chi la ha “segnalata” codardamente ha la coscienza sporca …. e questa cosa si dovrebbe notare.

      • infatti ahahahaha che poi x fortuna sono poche che hanno la faccia da chiulo x fare una cosa del genere. la segreteria parla di decine di mail…mah
        ma ne verrà a capo, e spero che nn abbia ereditato il mio orribile difetto, di essere vendicativa altrimenti si salvi chi può

  8. Sei proprio esausta hai scritto ho cominciato senza H 😀

  9. Non conosco tutta la storia. Il blog di tua figlia nn lo leggo.
    Però. Io sono scappata xché qualche cattivella era entrata nel mio blog, scrivendo commenti particolari e che alla fine mi hanno fatto chiudere e scappare.
    Ma nn è stata una buona idea.
    Meglio affrontare. Meglio fregarsene.
    Io dovrei e potrei scrivere molto di più sul mio blog ma ogni volta ci ripenso e cancello.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...