dovrò imparare a non frignare ogni volta

figlia grande è partita ieri mattina per tunisi: un sms per dire che è arrivata, un altro per imprecare perchè le si è attivata una tariffa di vodafone che spende 6€ al giorno……..poi finalmente usando il wifi dell’orfanotrofio ci ha mandato un po’ di messaggi

ci racconta che ha fatto 3 ore di treno e preso due taxi…me la immagino e mi viene da ridere…..che è in stanza con altri 20 ragazzi, che doveva portarsi il saccoletto e che non avendolo avrebbe dormito sugli asciugamani e sull’accappatoio (cominciamo bene) che gli altri le hanno detto che non c’è nulla da fare e che hanno tanto tempo libero. per i pasti si fa cassa comune. deve ancora vedere bambini e responsabile perchè il suo campo comincia venerdi, cioè domani. che all’interno si gira coperti ma fuori sembra di stare a jesolo, la solita schizofrenia islamica sull’abbigliamento. Le si è rotta una lente a contatto e per fortuna che si è portata da studiare…….devo assolutamente imparare il sistema per non frignare ogni volta che l’accompagno all’aeroporto, lei parte con gli occhi lucidi e il resto della famiglia mi insulta per tutto il viaggio di ritorno

due gatti hanno trovato casa e partono sabato, sarà un addio straziante perchè a uno ci sono proprio affezionata, ma lo sapevo prima di cominciare e quindi cerco di comportarmi da persona matura (!!!!!!)

il nipote australiano ha preso possesso della camera di figlia grande (con somma gioia di figlio piccolo che non sopportava più il suo russare!) e quando lo vedo spalmato sul divano mi sembra di averlo sempre avuto in casa, quando mercoledi ripartirà sarà un altro dolore

e figlio piccolo continua a lavorare da noi, ha fatto dei muscoli pazzeschi, è pieno di tagli ed è perennemente assonnato, ma si alza alle 6.30 e svolge il suo lavoro col sorriso sulle labbra. tra 10 giorni partiamo insieme in camper e lo lasciamo giù in germania, al suo campo di lavoro, poi noi proseguiremo per la polonia e le repubbliche baltiche.

in questo periodo mi sembra di vivere col pilota automatico, mi alzo dal letto e comincio a correre senza pensare troppo. è il mio modo di superare il dolore, ma mi accorgo che è una fatica bestiale

7 risposte a “dovrò imparare a non frignare ogni volta

  1. Il pilota automatico per superare il dolore è davvero una fatica pazzesca anche se a volte è l’unica vera possibilità che ci resta, l’alternativa è rimanere a letto ma temo non si possa. Io sono davvero “commossa” da questi tue due ragazzi così speciali.

    • il pilota automatico spesso è l’unica risorsa, visto che questa vita nn ti da il tempo di smaltire le tue sofferenze. ma se devo dire la verità sento che sono uscita dalla modalità patetica, adesso c’è quella incazzata.
      quanto ai miei figli, sono speciali come tutti i ragazzi giovani che nn vivono lasciandosi vivere, e sono la maggior parte, x fortuna. ho appena iscritto mio figlio a un altro campo x settembre, vanno ad anversa x una riunione religiosa, sto ancora ridendo, noi che siamo atei mangiapreti eheheheh

  2. figlio piccolo seocnod me ha trovato la sua dimensione, il lavoro. se lvora si impegna , lo studio invece non lo entusiasma nello stesso modo. in più nel lavoro non paragonato sempre alla superperfetta sorella. daje figlio piccolo fatti valere

    • sicuramente questo tipo di vita lo preferisce, xkè come ci ha spiegato la terapeuta, lui ha i nostri stessi valori, solo che nn riesce ad inserirsi xkè effettivamente il posto di brava è già occupato da sua sorella
      mi illumino quando lo sento discutere delle commesse con suo padre, è intelligente e intuitivo, chissà cosa diventerà questo ragazzo

  3. Dai… capisco. Io avrei sempre il pensiero là.. come te, del resto. La vera forza sta nel fatto che non è lontanissima e in caso di problemi tornare a casa è un attimo.
    Per il resto.. ti meriti un po’ di pausa nei rapporti con figlio piccolo, un po’ di positività, per questo e per tutto.
    Pensa al tuo giro col marito, ai libri che leggerai e alle cose belle da vedere, in giro libera. Ora hai bisogno di questo.

    • aspetto le vacanze con una frenesia che nn avevo da tanto tempo. era una vita che nn facevo il conto alla rovescia, ma quest’anno ne sento assoluto bisogno, anche se la prossima settimana sarà pazzesca e infinitamente incasinata.
      ti abbraccio cara, x fortuna che su di te posso sempre contare

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...