ehhh qui ti voglio!

ho sempre sbandierato ai 4 venti che odio l’ipocrisia, che le cose le guardo in faccio e le chiamo col loro nome.

eggià

quando ero ggggiovane d’estate andavo in vacanza con re Mida noi due da soli e posso immaginare che i miei sapessero benissimo che eravamo da soli in tenda ma poi, (è rimasta famosa), quella volta che si è fermato a dormire a casa nostra, (stavamo insieme già da molti anni ed eravamo ampiamente maggiorenni) i miei hanno trovato da ridire. insomma, fai quello che devi fare ma non sotto ai nostri occhi

io con i miei figli non sarò mai così, pensavo. ussignur non sapevo che in sorte mi sarebbe capitato figlio piccolo, il quale mi mette alla prova in continuazione

abbiamo sdoganato il fatto che questa morosa arriva, sguscia veloce davanti alla porta della sala dove siamo io e mio marito, si chiude in camera di mio figlio per riemergere qualche ora dopo. altra sgusciata fuori, velocemente giù dalle scale, manco buongiorno e buonasera

evvabbè mi da fastidio, lo ammetto, ma tengo a freno la lingua e cerco di ricordarmi che se i ragazzi vogliono, un posto lo trovano. però rimango dell’idea che un po’ di educazione non guasta

ma pochi minuti fa è entrato nel mio ufficio, sporco lurido come solo lui può conciarsi, stanchissimo perchè oggi hanno fatto un lavoro pesantissimo e il caldo si fa sentire in capannone, e mi dice, non chiede, ma mi dice che la morosa si ferma a dormire a casa nostra sabato.

ohhhhhhmmmmmmmmmmmmm

ho ripiegato in un vigliacchissimo: beh ne parliamo con papà, ma forse è meglio che prima mi metto d’accordo con me stessa

Annunci

34 risposte a “ehhh qui ti voglio!

  1. Come ha scritto Edoardo De Filippo”Gli esami non finiscono mai” Ciaoi

  2. Beh .. in effeti almeno “buongiorno signora”.. “buonasera signora” .. quando entra e quando esce non sarebbe male.

    Sulla faccia tosta di figlio piccolo non so cosa dire, da un lato magari se ne puo’ elogiare la “assertivita’” per la serie ti comunico.. (e non chiedo).. che la morosa arriva e dorme e usera’ anche il bagno con ampio spargimento di buste di profilattici ( ebbene si) .. dall’altro lato pero’ che cavoli un po’ di tatto, di delicatezza .. di diplomazia, diciamolo anche un minimo di rispetto… soprattutto uno col suo curriculum che ha diverse cose da farsi perdonare.

    ciao

    PS: Non so perche’ ma ho la vaga impressione che Re Mida lascera’ la patata bollente a te anche stavolta. 🙂

  3. Direi che le prospettive cambiano da figli a genitori io personalmente sto diventando come mia madre hihihihihi poveri figli miei per fortuna sono ancora piccoli!

  4. Ehm…cara mia…ok che casa è anche loro, ma io esigerei almeno un po’ di rispetto e quindi che almeno chieda, non pretenda!
    Che sia un po’ retrograda?!?
    Non spererai vero che il marito faccia qualcosa?????

  5. Ok sono reazionaria e retrograda, va bene. Ma x infilarsi in camera della figlia chiunque deve dire moooooolto di più che buongiorno e buonasera a meno che io sia assolutamente assente

  6. Beh dai almeno così avrai modo di conoscerla. falla fermare a cena, parlale…magari è simpatica ma intimidita.

    Non cucinare robe afrodisiache però!

  7. Dai, buttiamola sulla timidezza e magari come già detto Sara’ un’occasione per fare finalmente adeguata conoscenza, non conosco i trascorsi del giovine però magari chiedere sarebbe meglio! Sto cercando anche io di passare questo concetto, arrivano sms alle 4 del mattino, alla nonna porella, manco a me : ” dormo da tizia” . Bisogna armarsi di tanta pazienza è ricordarci (è ricordare loro) che nulla è dovuto.

  8. e gli dici: si dai, cos`^ci presenti e ci conosciamo e magari le prossime volte non si vergogna di dirci almeno buongiorno e buonasera quando viene a casa nostra

  9. Ciao (mi chiamo Gabriella, non ti ho mai scritto) volevo chiederti se conosci i genitori della ragazza e se hai pensato di chiamarli prima del pernottamento. Una mia collega ha una figlia di 14 anni che fa di tutto e di piú ed é sempre lei che cerca di contattare i genitrori della controparte almeno per far capire che la ragazza ha una famiglia che si occupa di lei ecc., e dice che la reazion é sempre la stessa: Sorpresa, poi riconoscenza perché anche i genitori dei maschi hanno tante preoccupazioni e sono felici di poter paralre con altri. Ma non so quale freno inibitorio non gli consente di predere il teleofno e chiamare la mamma della ragazzina… in ogni caso in bocca al lupo eche Dio ve la mandi buona 😉 (io ho due bambine piccole e trempo giá al pensiero di quello che mi toccherá vedere tra una decina di anni) gabriella

    • ciao gabriella! in effetti con i genitori di questa morosa nn ho mai parlato, anche xkè mio figlio cambia morosa spesso e alla fine perdo il conto. cmq hai ragione quando ci si conosce diventa tutto più semplice! però nn ho detto che mio figlio ha 16 anni ma la morosa ne ha 18 compiuti, qundi i suoi genitori potrebbero anche dirmi che è maggiorenne e fa quello che le pare!

  10. Hum…
    Qui il primo punto da definire è se il tuo disappunto dipenda dal fatto o dalla forma, perché una cosa è ripromettersi di non essere ipocriti e un’altra l’accettare la poca educazione o le prese di posizione solo per il timore di poter essere tacciati di ipocrisia.

  11. ciao sono rosenuovomondo, ho cambiato blog, se vuoi, mi trovi su conosciamoci.wordpress.com

  12. USSSIGNUR…..
    comunque concordo: un po’ di educazione non guasta. siete pur sempre i padroni di casa!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...