non ci sono parole

non ci sono parole per spiegare come mi sento, sono sotto choc ma anche delusa, avvilita, incazzata, ferocemente incazzata

figlio piccolo ne ha fatta un’altra delle sue e stavolta non sono sciocchezze, non si può passarci sopra. non ci rideremo su fra un po’ di tempo.

io cerco di convincermi che è meglio sapere, almeno possiamo cambiare le cose, perchè prima il problema c’era lo stesso ma lo ignoravamo: ma comunque la mettiamo, è doloroso affrontare questa cosa, forse perchè ci mette di fronte alle nostre paure più grandi.

e ringrazio la mia buona stella che mi ha fatto incontrare amiche care con cui posso parlare, piangere e sfogarmi senza sentirmi dire frasi intelligenti e utili come “te l’avevo detto, c’era da immaginarselo, e cosa ti aspettavi???

sono schiantata a terra, sono senza forze

mi domando quando è successo che lo abbiamo perso, che si è staccato da noi diventando qualcosa che non riconosco, qualcosa che non so comprendere.

mio marito dice che è curioso che dei successi di figlia grande io rifiuti anche una minima responsabilità, e delle cazzate di figlio piccolo io senta tutto addosso il peso del fallimento.

ma adesso sono proprio stanca di parlare, le parole sono finite, non ci sono più parole

Annunci

29 risposte a “non ci sono parole

  1. Ascolta non sentirti in colpa tu lo avrai educato in un modo insegnandogli dei valori e lui si è perso per strada ma da solo magari ha incontrato amicizie sbagliate, magari pensa che la strada da percorrere sia quello da bulletto, è evidente che non ha capito cosa vuole dalla vita, e cosa è importante veramente!!!! Io penso che tu abbia fatto tanto penso che un giorno si renderà conto da solo degli sbagli spero possa tornare indietro magari ti chiederà scusa!!!!Certo per una madre è dura già mi immagino ho due figli maschi che a 7 anni sono ribelli…………………………ma ha provato a parlargli figlia grande e scusa se te lo chiedo quanti anni ha? Sarà nel pieno dell’adolescenza !!!!!!!!!!!!!!Un abbraccio………………….

  2. oddio Emily che diamine è successo? Mi fai stare in pensiero 😦

  3. Senza altri indizi, posso pensare a tante cose, tutte quelle brutte che mi vengono in mente mi lasciano senza parole. Un abbraccio a te e a ReMida . . . ♥

    Ti penso, Fior

  4. ti seguo da tanto tempo, e a volte ho temuto che avrei letto un post come questo, sempre ammirando la tua tenacia e la caparbietà nel non gettare la spugna e darti per vinta. Speravo di non leggerlo, soprattutto di non leggere questa stanchezza. Un abbraccio
    Raffa

  5. tesoro caro tu sai che qui c’è sempre un telefono che risponde

  6. Oh mamma mia che ha combinato??? Un pat pat sulla spalla, io non so cosa farei se dovessi presentarmi una situazione così problematica con uno dei miei figli…

  7. Accidenti ma che succede? mi fai pensare le peggio cose! Quando ho letto che parlavi di figlio piccolo credevo che avesse deciso di farsi bocciare pure quest’anno (e sarebbe da saltargli alla gola), ma credo sia qualcosa di diverso.
    Qualunque cosa sia spero davvero che arrivi a capire che quello che fatto è grave, ma soprattutto che impari prima o poi a riflettere su ciò che sta x fare 5 minuti prima di farlo.

  8. Ti abbraccio forte! Un figlio così amato e seguito non è mai perso…Non mollare mai la presa, ha ancora bisogno di sapere che voi vedete in lui qualcosa buono…..

  9. Non so cosa sia ma senz’altro non una sciocchezza. Per cui ti, vi abbraccio. Farete del vostro meglio come sempre

  10. che rabbia in questi momenti abitare lontano da te! perchè in questi casi dopo uno sfogo la risposta migliore è un abbraccio… e basta. Sai che ci sono. Che ci siamo. E ti vogliamo bene.

  11. Mi dispiace che stiate così…
    Per il fatto che forse Figlio non si è reso conto della gravità di ciò che ha fatto, era necessario che voi genitori ci metteste una pezza? Forse se lasciato solo ad affrontare le conseguenze avrebbe capito?
    Spero che riusciate a superare anche questa, ti mando un abbraccio virtuale!

  12. Non devi sentirti in colpa, tu non hai fatto nulla di male, anzi, e tanto meno renderti responsabile di quello che combina figlio piccolo, tu sei una donna eccezzionale non dimenticarlo mai, e saprai affrontare al meglio anche questa situazione!!! Ti abbraccio forte!!

  13. Solo un commento Emily.

    Sei sicura che la colpa sia attribuibile “esclusivamente” alla sua incoscienza oppure c’è anche da considerare l’influenza negativa dell’ambientino di quell’ istituto professionale-industriale dove lo avete messo, le cattive frequentazioni etc che giocano un ruolo nella situazione attuale ?

  14. Che dire, non ci sono parole proprio come dici tu…ti mando solo un abbraccio perché ti capisco e sono esattamente uguale a te: non mi prendo mai i meriti per le cose positive e invece mi porto sulle spalle i pesi di tutti i fallimenti, non so se ci sia una soluzione, almeno io non l’ho ancora trovata, ti dico però che ti sono molto vicina…
    Anna

  15. mi spiace tantissimo – ma aggiungo rispettosamente un pensiero (da educatrice di ragazzi poco piu’ grandi di tuo figlio). Se i solerti genitori ci mettono una pezza, quello che fa non ha mai conseguenze – quindi puo’ farlo. Vedo tanti studenti che si sorprendono a fine anno quando, dopo avergli detto che se continuano a fare A, B accadra’, e C sara’ la sua conseguenza naturale ancora si sorprendono e ti guardano in attesa che TU gli trovi una soluzione quando C effettivamente accade. E’ irritante come stanno li seduti in attesa che TU li tiri fuori dai guai, perche’ evidentemente e’ quello che gli e’ sempre successo – si, c’e’ la ramanzina, ma poi l’adulto della situazione trova un modo, un escamotage, perche’ le minacciate conseguenze non succedano. E quando gli dici che no, hanno consegnato in ritardo, quindi il lavoro non puo’ essere accettato, quindi verra’ dato voto 0, quindi devono ripetere la materia o l’anno, ti guardano stupiti, quasi offesi. Come sarebbe a dire che non c’e’ via di uscita – perche’ non fai il tuo lavoro di adulto e li ripari dalle conseguenze delle loro azioni, perfavore perfavore? Da persona che non vi conosce e senza figli – quindi senza nessun titolo per dare consigli – affrontare le conseguenze di cio’ che si fa, fa bene – forse essere cosi’ solerti.. non lo aiuta.

    Gio (UK)
    (scusa per le ovvieta’)

    • Giovanna,

      Non credo proprio che nel caso specifico si tratti di questioni legate allo “studio” .. se fosse solo quello, sarebbe poca cosa, oramai dopo due bocciature la cara Emily ha sviluppato un callo da mancanza di studio non indifferente e non sarebbe un dramma.

      Se non ne parla è perche’ si tratta di qualcosa di piu’ grave.

      Magari anche connesso alle frequentazioni di personaggi poco raccomandabili che circolano negli ambienti di quegli istituti di recupero professionale etc. Qualche bravata, una lite, una aggressione a un prof, lo hano beccato mentre fumava uno spinello nei bagni, chi lo sa.

      Sul fatto di non andare a metterci una pezza .. mi pare ovvio che DEBBA intervenire in aiuto del figlio… ma scherziamo ?

      Cosa faresti tu al suo posto se il figliuolo testa di pirla si mette nei guai ? Poniamo che lo abbiano beccato a trafficare bustine o sigarette “sospette” e la chiamano d’urgenza dalla presidenza come ultima risorsa prima di chiamare i carabinieri .. cosa fai lo lasci li a marcire !? Oppure gli dai una mano a tirarsi fuori ( prima ) e magari una serie di poderose pedate nel sedere ( poi ) .

      • Sono d’accordo con te Giovanna, per fortuna loro e sfortuna nostra cerchiamo di essere dei genitori presenti. Devo dire che speravo che figlio piccolo avesse imparato qualcosa dagli errori precedenti, ma purtroppo vedo che non e’ cosi’. Sono anche profondamente convinta che un paio di calci nel sedere per quanto possano servire a poco se la sua testina di cavolo non si mette a ragionare su binari giusti pero’ possano essere di sfogo a chi subisce le sue caxxate. Un abbraccio Emily e non farti colpe, si cerca di fare il meglio per loro ma possono capitare momenti brutti, non credo che sia un cattivo ragazzo forse un po’ debole nei confronti della vita. Ale

  16. Ogni tanto mi chiedo come mi comporterei io se mio figlio facesse qualcosa che IO considero davvero grave per esempio se stuprasse o se maltrattasse una persona più debole, oppure una omissione di soccorso causata da un incidente stradale di cui ha colpa. Pagherei un buon avvocato probabilmente, ma come mi comporterei poi con lui se diventasse una persona di quelle per le quali io non nutro rispetto. La scuola e le canne sono argomenti importanti che non sottovaluto ma sulle cose davvero contro la mia morale come mi comporterei? Valuta questo, la reale importanza e gravità della situazione e per quanto importante (e faticosa per voi) sia questa altra ca..atona di figlio piccolo magari ne uscite meno distrutti.
    Ti leggo da tanto tempo e non sono sempre d’accordo con te ma mi spiace davvero tanto leggerti così affranta.

  17. Mi sembra che re Mida, questa volta,ti sia vicino.Spero tanto che vostro figlio si prenda una mattonata sui denti e si svegli,ciao Lina.

  18. Ti abbraccio e spero che questa maledetta immaturità adolescenziale passi presto. Le cazzate si fanno, le facciamo tutti, per carità. Magari questa cazzata grossa potrà dare una scossa a tuo figlio, fargli capire che non ci sono più scuse.
    Un bacione

  19. magari è la volta buona…………….forse adesso ha toccato il fondo e può solo cominciare a risalire, lo spero per te per me e per tutte le mamme con figli irresponsabili. Un abbraccio.

  20. forse perché bisogna solo mettere in conto che i nostri figli non sono mai ciò che noi vorremmo che fossero.
    Un abbraccio, perché è la sola cosa che mi è venuta in mente mentre leggevo questo post. Un po’ di solidarietà femminile, fra mamme e donne.

  21. porca vacca, emily, a me vien solo da abbracciarti tanto.

  22. “sono schiantata a terra, sono senza forze”… quante volte ho sentito dire queste parole da mia sorella per il dolore che le infliggevano i suoi figli.
    Ti abbraccio forte!
    Marina

  23. Emily coraggio, sono sicura che supererai anche questa. Sicura proprio. Ti abbraccio forte.

  24. I figli non sempre sono come noi li vogliamo. Ma si può sapere cos’ha combinato?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...