la vergogna del quartiere

sabato mi sono decisa: sono passata in azienda e mi sono presa la sega elettrica che si usa per segare i bancali e me la sono portata a casa. ho attaccato una bella prolunga e vraaaaaaaaaaaaam ho cominciato a segare il melograno indemoniato

già, la meraviglia di melograno che ho davanti casa sarà anche un produttore fantastico di frutti rossi (quest’anno 200kg…..) ma è diventato incontrollato e aveva bisogno di una bella potatura.

non si riusciva ad aprire il portone elettrico, per passare dal cancello bisognava chinarsi e spostare i rami, dalla cucina non vedevo chi c’era al cancello e grazie allo stupido cane che ha mangiato i fili del citofono ogni volta che suonano mi tocca scendere per vedere chi è

insomma…..vraaaaaaaaaaaannnnnnnnnnnn

ma non ho tenuto conto che abitiamo in un paesello dove nessuno si fa mai un mazzetto di cavoli propri

arriva subito la vicina dove si sconvolge perchè sicuramente mi farò male,……vabbè grazie della fiducia, poi arriva il signore della casa dopo che mi implora di non toccare l’albero, c’è la luna sbagliata…..poi ne arriva un altro che mi dice che è un delitto, che quel melograno è una bellezza e che vengono tutti (ma tutti chi???) per guardarlo….poi arriva l’altro vicino che dice che anche lui ha un albero da potare, che quando ho finito se voglio c’è anche il suo (spero che stia scherzando ma non mi sembra che questo brilli per il senso dell’umorismo). penso con ansia che adesso qualcuno chiamerà italia nostra e mi denuncerà per maltrattamenti di piante

insomma, in quell’ora che ho tagliato e poi ridotto i rami per farli entrare nel caminetto è sfilato tutto il vicinato.

ovviamente c’è quella che mi dice che questo è un lavoro da uomini, dovrebbe farlo suo marito….io le ribadisco che è un anno che glielo chiedo, mendicare non è il mio forte e visto che non ho ancora capito in che secolo sta quella benedetta domenica in cui mio marito farà i lavori di casa preferisco arrangiarmi

si, ma sai cosa succede? che poi quando chiediamo noi ai nostri mariti di tagliare l’erba o di potare i rami, loro dicono che se sei capace tu di arrangiarti possiamo farlo anche noi…..insomma emily sei la vergogna del quartiere…..eheheheheh

sono basita.

amo vivere al paesello

la prossima volta prendo il lanciafiamme ehehehehehe

Annunci

28 risposte a “la vergogna del quartiere

  1. Colpa tua. La sega elettrica non doveva essere indirizzata sul povero melograno…

  2. Sei troppo forte!!!.. bravissima.. cosi si fa!.. e manda a quel paesello tutti…. e prendili sul ridere (alla fine comunque ti stimano tutti)

  3. Il lanciafiamme si usa per sgomberare i vialetti dalla neve.
    Tsk, donne, bisogna proprio insegnarvi tutto.

  4. anch’io adoro fare i “lavori da uomo”, e non sono ben vista né dalle donne né tanto meno dagli uomini…ma siamo dello stesso segno zodiacale quindi….
    ti immagino, o come ti immagino, forte Emily!!! baci baci baci!!

  5. Ahahah mi fai ribaltare dalla sedia dal ridere….altro che cercare i mercatini dell’usato ci stavi togliendo ossigeno….

  6. Sei una forza della natura, carissima Emily!!
    Te lo dico con tanta ammirazione (io avrei corso il rischio di tagliare, oltre a qualche ramo, anche qualche arto… mio ovviamente ;-))
    Ciao!

  7. A volte i figli mi chiedono ” perché non lo fai tu e la smetti di stressare il papà ???” Ecco, gli farò leggere questo post! 🙂
    A parte che poi, poro cocco, ci prende il vizio e mi fa ancora meno cose di quelle che fa! 😉

    Parlando del mio (non so gli altri) con la Psico della FigliaGrande, mi diceva che ci sono uomini che si “esauriscono” nel lavoro e non riescono nemmeno a pensare alle cose da fare per la famiglia e la casa . . . pensa che il mio non ha nemmeno più voglia di viaggiare (e abbiamo avuto la roulotte per 20 anni, campeggio mobile d’estate e fisso al Gran Sasso d’inverno.) 🙂

    Ciao, Fior

  8. io ti ci vedo carissima… minacciosa con la motosega…

  9. Sei una forza della natura!
    Dei vicini…. prendi il tutto con la tua ironia e pensa che secondo me la metà delle persone che ha partecipato all’evento ‘emily che pota melograno con motosega’ era sicuramente in adorazione!

  10. … mi hai strappato una sonora risata. Quadretto perfetto, di vita, mariti e vicinato … questa è l’Italia. Ma questa Italia è abbastanza buffa da piacermi 🙂 Un abbraccio! Però, la prossima volta la luna controllala eh … 😛

  11. Il paesello è peggio del blog.

    Tutti si fanno i ca…. voli di tutti.

    Assurdo quello che ti ha detto che c’era la luna sbagliata… in effetti avresti dovuto consultare un astrologo prima di cimentarti nella potatura…. mi raccomando non fare lo stesso errore con la potatura del’acero. Gli aceri al sabato non vanno mai potati…bisogna aspettare il primo mercoledi’ del mese quando la luna é crescente di tre quarti. Lo sanno tutti 🙂

    Per il resto se hai anche un paio di cesoie e il tosaerba a filo potresti anche passare per il vicinato per dare una sistematina a siepi e piazzole verdi.

    • ahahahah vedetta sempre caustico!!! in effetti lo so che bisogna piantare e fare i lavori dell’orto seguendo la luna ma li faccio quando posso. cmq me l’ha già detto la vecchina che mi abita dietro, se voglio darle una mano…

      • vedetta lombarda

        Emily,

        peraltro quel melograno li.. dovresti tenerlo da conto… se ha una “resa” cosi’ superiore alla media… ad esempio dovresti conservare un po’ di semi da alcuni frutti e darli in giro ad amici, parenti o conoscenti che hanno il giardino o appezzamento di terra, affinche’ possa riprodursi . Alla fine ogni pianta ha un suo patrimonio genetico.
        A te è capitato un melograno da campioni, passa-parola e dissemina !

        🙂

  12. ma io non ho capito se hai fatto una potatura drastica o hai proprio tagliato il tronco.
    mi piange il cuore per tutti quei frutti che andranno persi ma lo so, quando si pianta un albero non si sceglie mai il posto giusto perchè possa crescere in pace senza far “danni” intorno (noi abbiamo dovuto eliminare un pino, ex albero di natale, che era stato interrato dicendo “tanto non prende”. e invece ha presso eccome, rischiava di buttare giù il muretto di cinta con le radici! nostra culpa, profundissima culpa!).

    • noooooooo x toglierlo tutto ci volevano due giorni, l’ho solo potato e alla fine anche poco. qualche ramo bello grosso, ma è rimasto il cespuglio indemoniato

    • LUNA NERA

      Anche voi pero’ .. piantare l’albero proprio a ridosso del muretto.

      E’ naturale che l’albero crescendo sviluppi le radici intorno, devi lasciargli quel minimo di spazio vitale per potersi sviluppare. Mi pare di aver letto da qualche parte che l’ area sotterranea di sviluppo delle radici di un albero tende a rispecchiare piu’ o meno l’estensione dei rami in superfice ( detta cosi’ spannometricamente ).

      EMILY

      Cortesemente elabora un post con le tue riflessioni personali emilyane nonche’ padovane sulla indipendenza della regione Veneto.

      Ciao

      • EH MA SPAZIO NE AVEVA TANTO MA SE LO è PRESO TUTTO…NN HAI DAVVERO IDEA DI QUANTO GRANDE SIA DIVENTATO!!!
        quanto alla INDIPENDENSA…..spesso mi vergogno di essere veneta e questa è una di quelle volte.
        d’altra parte la lega è in caduta libera, nn conosco nessuno che vota x lei e prima erano invece tutti compatti, quindi deve fare ste monate.

  13. Intendi la LIGA VENETA ? Per quello anche la lega lombarda a furia di far le robe a la carlona, dopo ventanni di stupidate, le ruberie di bossi, maroni, del trota e tutta la accozzaglia della corte dei miracoli che sono riusciti a tirar su tra nani, ballerine e pregiudicati con merdusconi in testa non se la passano mica bene.

    Io onestamente faccio il tifo per voi veneti ed anche per i trentini.

    Anche in Trentino alto adige Il SVP – Südtiroler Volkspartei sta premendo per una riorganizzazione delle competenze e autonomie territoriali maggiore di quella attuale.

    Il mitico Mida … di tutto questo cosa pensa ?

    ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...