le non vacanze

ehhhh, ci vuole un bel coraggio a chiamarle vacanze queste appena passate. si certo, non sono venuta in ufficio (ed è per questo che non ho scritto nulla, nei pc di casa mi sgamano subito….), ma ho lavorato così tanto da farmi sperare che finissero presto. ‘ste vacanze!

ho cominciato l’ultimo giorno di lavoro, in piena verifica della certificazione, emorragie continue causate dai farmaci per il cancro. oh che meraviglia. ho mai raccontato di quanto odio la vista del sangue? Quando capitano queste cose hai solo voglia di startene raggomitolata sul divano, possibilmente vestita delle cose peggiori che hai, lasciando che la casa vada avanti da sola.

e invece no, perchè avevamo in arrivo un graditissimo nipote dall’australia, e così bisogna vestirsi, sfoderare un bel sorriso, preparare pranzi e cene, lavare montagne di vestiti, asciugamani e lenzuola, partecipare a numerosi pranzi e cene di parenti. oh che meraviglia, ho mai raccontato di quanto amo i parenti?

ma poi…colpo di scena, la sera del 30 prendo il cappotto ed esco. senza cellulare. e cammino fino a casa da una mia amica e li ci resto fino all’orario di cena. ahi ahi ahi come farà il resto della famiglia quando non mi vede arrivare? figlia grande ha un’intuizione, chiama la figlia della mia amica e rassicurata dal fatto che sono ancora viva ma che voglio solo stare in pace mette tutti sotto e si arrangiano. bruceranno la mia preziosissima bistecchiera ma è un dazio che pago volentieri. ma Re Mida capisce che sono arrivata al limite, allora fa una cosa che mi fa ricordare perchè l’ho sposato e mi dice: andiamo a passare il capodanno dai tuoi amici?

“se mi stai prendendo in giro ti ammazzo”

“no, parlo sul serio, avvertili che domani sera arriviamo!”

e così il giorno dopo siamo partiti, col camper che non ne voleva sapere e siamo andati a casa di Rose. quasi 300 km andare e altrettanti per tornare fatti ridendo come matti. finalmente dopo giorni di umore cupo. film, cena, chiacchiere e risate. la cosa migliore di queste non vacanze

ma appena tornati in camper capiamo che è stato recentemente visitato da un topolino e si sa, sono una delle poche cose che mi terrorizzano….non ho chiuso occhio aspettando il mattino per ripartire veloci verso casa…che peccato.

ma è stato peggio passare i successivi due giorni a svuotare il camper…peggio di una casa! unica nota simpatica, è che ho scoperto che trasportavo da anni almeno 100 kg di libri…ehm…Rose…..mio marito mi ha appena regalato il kindle ahahahahah

ok, archiviate le non vacanze, prima volta in tutta la mia vita che rimango a casa e spero ultima.si riparte.

e voi, tutto bene?

Annunci

24 risposte a “le non vacanze

  1. 🙂
    noi siamo in aggiornamento reale

  2. Un sussulto d’amore, sono romantica … bravo marito, bravo. Dovrebbero capire più spesso … magari possono iniziare regalandoti la bistecchiera, no?
    Buona ripresa, nonostante la fatica …

  3. ahahahaha claire, no no. la mia bistecchiera è il massimo che si può volere, è quella della AMC e nn ti dico cosa costa xkè è una follia ma è perfetta!
    quanto al marito….già. ogni tanto mi sorprende, ogni tanto mi ricordo xkè è tanti anni che lo sopporto e ogni tanto capisco che è l’unico che pur conoscendomi veramente mi vuole bene lo stesso. nn è poco eheheheh

  4. sotto la Mole tutto abbastanza bene.
    ti abbraccio forte e ti leggo sempre.
    Maria Angela (MAQ)

  5. E bravo. Ogni tanto fanno cose che sorprendono anche loro. Sai che hai detto una gran verità, nel commento qui sopra. Ci sono momenti (brevissimi, in effetti) in cui capisci che potresti stare solo con loro e loro solo con te. I parenti un devastante comun denominatore che ha infestato pure la nostra vita.

  6. Tuo Marito è Tuo Marito , non solo di fatto, ma anche di nome e quindi ecco perchè ti sorprende e ti sopporta..
    😉
    ha capito tutto!! baci!!

  7. Un ‘bravo’ a Re Mida che ti ha regalato una serata inattesa e felice e un ‘bravissima’ a te che hai affrontato con ‘spirito di servizio’ la situazione di fine anno, nipote australiano compreso. Adesso che il congiunto sta per ripartire e la situazione ritornerà più tranquilla, vedi di pensare un po’ di più a te stessa…
    Un abbraccio affettuoso 😀

  8. Grandissimo Re Mida!
    Ma alla fine il topolino è stato trovato?

  9. E vai col Kindle…. e se hai bisogno libri..

  10. Bravo il maritozzo!!
    Io sono stata malata metá del tempo, l’altra metà se l’è presa il Vitellino…insomma una favola!!!

  11. Sono i post che mi piace leggere (io sono viziata da un sacco di favole che si inventava mio padre, tutte con il lieto fine)! 🙂

    Ciao, Fior

    • se ti racconto il finale delle favole che mi raccontava mio papà….e la storia finisce in tragedia perchè la principessa sposa il principe…..ahahahahaha e io per anni ho creduto che fosse il finale vero!

  12. benissimo…5 giorni con la febbre dal 31 mattina in poi.
    un idillio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...