mal che xe voe, no doe (mal che si vuole non duole)

me lo dicevano in continuazione quando ero ragazzina e la suddetta frase mi faceva andare in bestia.

quindi non avrei mai immaginato di dire quello che ho detto oggi…..

figlio piccolo è tornato dal campo in francia con un alluce in condizioni pietose; tutto rosso infiammato, con un’escrescenza di pelle tutta in fuori, una cosa orrenda. Io sono allibita quando l’ho vista

dal suo ritorno è cominiciata un’odissea di visite e di cure che poi lui non faceva: io lo inseguivo col catino dell’acqua e sale, lo inseguivo con l’antibiotico, lo inseguivo col disinfettante. lui scappava. Se penso a quante volte mi sono arrabbiata per questo motivo, mi sembra di non aver fatto altro in questo mese e mezzo. poi mi sono arresa

gli ho fissato un appuntamento in ospedale col chirurgo per asportargli l’unghia

ehhhh signori miei, ne ho le palle piene

stamattina andiamo e lui è visibilmente impaurito. Io gli dico:

“tranquillo, tanto non sentirai nulla”

“dici? io non credo proprio”

“si si non sentirai nulla, perchè male che si vuole non duole”

si lo so sono stronza ma ho anche esaurito la pazienza

 

comunque per questa sciocchezza ho già speso 200€, ore e ore perse con le visite, e non è ancora finita. lui si lamenta e impreca conto il mondo, io spero che la prossima volta ci penserà su un attimo prima di ridursi in questo stato.

 

Annunci

23 risposte a “mal che xe voe, no doe (mal che si vuole non duole)

  1. e come è successo???

  2. urrrca… ma caspita questo ragazzo ma nemmeno su queste cose???

  3. ahahah che stordita! leggendo solo il titolo mi chiedevo perchè tu l’avessi scritto in latino…..invece era dialetto….ahahah sono annebbiata dal raffreddore e non ragiono bene

  4. Tesoro mio, non è lo sporco o altro a me è successo anni addietro un’estetista mi ha tagliato male l’unghie e si è incarnita solo che non si vedeva, quindi cresceva all’interno facendo appunto quella crescenza di carne che la prima volta il tematologo mi ha bruciato, poi visto che si era riformata ha detto qui bisogna operare con un suo amico chirungo estetico mi hanno tolrto solo parte dell’unghia laterale che era entrata nel ditone per un bel mezzo cm, lasciandomi un bucone, ho avuto tre punti e ancora ora a distanza di anni devo fare veramente attenzione a quello che faccio…baci e posso garantirti che fa molto ma molto male….

  5. Che piccione! Ma perchè poi??? Fatto bene, io mi sarei stancata molto prima, altro che rincorrerlo con gli antibiotici! Vabbè, ma io sono cattiva di natura si sa :)))

  6. Ma com’è andato l’intervento alla fine? Come sta l’incriminato?

  7. Guarda, levare un’unghia piacevole non è mai. Ma un’unghia del piede e segnatamente dell’alluce, per di più con l’inverno incombente è una succursale dell’inferno. Fagli inoltre presente che la manutenzione post intervento è indispensabile e non derogabile. I rischi altrimenti consistono in cavoli amarissimi

  8. Se sono piccoli, sono intrattabili e sgusciano come anguille . . .
    Se sono grandi, finché non sono DAVVERO in cattive acque, sfuggono come se fossero anguille . . .

    Dai tempo al tempo e fagli presente che potrebbero arrivare ai “cavoli amari” di cui parla IoMeStessa . . . o faglielo dire dal medico di casa! 🙂

    Non ti racconto (sai, la privacy), cosa è successo a un certo ragazzo più grande del tuo che si è trovato operato in parti “nobili” del corpo e non ha ascoltato i consigli dei medici (e ha mentito alla sua mamma)! 😉

    Ciao, Fior (che i figli ogni tanto li prenderebbe a padellate)

  9. Come è riuscito a ridursi così?

  10. “mal che xe voe, no doe”

    E mi sa proprio che l’espianto dell’ unghia .. oltre alle cure, gli antibiotici e a tutto il resto durante la ricrescita saranno un bel “memento” doloroso .. boh .. se lo è cercato.

    Emily ma voi in famiglia parlate in dialetto veneziano ? Voglio dire ai vostri figli avete fatto prendere l’abitudine di parlare in dialetto .. ?

    Vedetta

    • nooooooo ahahahah anzi!! il dialetto è stato un grosso problema x me qui all’inizio, xkè tutti parlano veneto e io nn lo capivo. ora dopo 20 anni almeno lo capisco, ma se lo parlo faccio ridere, a parte certe espressioni che mi piacciono troppo e le uso.
      idem con i ragazzi. loro non lo parlano il dialetto e a volte è proprio un problema
      anche quest’anno io e mia figlia abbiamo recitato insieme le baruffe chioggiotte e il nostro dialetto era penoso!

      • vedetta lombarda

        Ma guarda che fai bene a parlale con loro solo la lingua nazionale.

        I dialetti saranno anche “coloriti” diciamo cosí ma vanno evitati .. sono il primo segnale dell’ignoranza.. vade retro. Hai fatto benissimo .. in famiglia a scuola, sul lavoro, etc.. niente dialetti.. pussa via!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...