e per fortuna è una scuola di preti!

èquasi finita la seconda settimana di scuola di figlio piccolo e io ho le idee sempre più confuse

allora sono in 30 in classe, ci sono 5 ragazzi italiani il resto melting pot. Ci sono solo 6 ragazzi del ’99, tutto il resto è stato bocciato, e ancora bocciato, e ancora bocciato. la disciplina è ferrea, ci sono telecamere dappertutto, stamattina hanno consegnato i libretti e hanno già dato 4 note (arretrate)

una a un ragazzo che durante l’ora si alza. va verso la finstra, la apre e getta uno sputo terrificante giù dal terzo piano.

una a un ragazzo che scoperto a dormire, e messo fuori, è inciampato in una cartella e ha tirato una bestemmia che l’hanno sentita anche nelle altre classi

una a un ragazzo che ha chiesto di poter andare a pisciare….ci sono altri termini per dirlo però mi piacerebbe sapere cosa hanno scritto nella nota ihihihih

in classe con figlio piccolo c’è un ragazzino bocciato: “eh già l’anno scorso mi hanno scoperto che spacciavo…ma poi hanno scoperto che nn era coca ma diavolina…ci ho fatto 150€ prima di venire beccato….”

però ieri la tutor ci ha convocato a scuola, ha voluto conoscere tutti i genitori della sua prima: “siamo durissimi il primo anno, ma è perchè già al secondo vanno per le aziende, se non hanno imparato come si sta al mondo siamo noi per primi a fare figuracce e ne vanno di mezzo gli altri che vorranno fare stage….certo che un percorso come quello di suo figlio non è usuale…..ma tu ti rendi conto di quanto sei fortunato? sei l’unico che è venuto anche il papà…e sei l’unico che il papà ha un’azienda che potrebbe darti da lavorare subito….ti tengo d’occhio ragazzino…”

figlio piccolo saluta tutti manco fosse il papa. suo padre è meravigliato dalla velocità con cui ha fatto amicizia in autobus, a scuola.

ma cavolo, avrà preso da me anche qualche pregio, no?

p. s. habemus nuova morosa. credo che rimpiangeremo quella con la madre impicciona e quella con la madre stronza. ussignur!!!!!!

Annunci

24 risposte a “e per fortuna è una scuola di preti!

  1. io avrei voluto tanto vedere quelli che si facevano di diavolina

  2. ussignur
    Capisco perchè tu sia confusa. (ma ammetto che come Agrimonia avrei voluto vedere i geni che si facevano di diavolina)

  3. Quello della diavolina, diamogli tempo e diventerà un genio del commercio. Voglio un post sulla nuova morosa (e sulla di lei madre), a spanne direi che promette bene 😉

    • guarda…mio figlio potrebbe scrivere una telenovelas, mi trattengo a stento, giuro, ci sono più intrecci dibbbbiutiful. la facilità con cui promette amore eterno è pari solo alla stupidità di chi gli crede…

  4. … questo figlio cambia morosa come le scarpe… Ma morosi di figlia grande niente? Perchè ho anch’io una dicianovenne di cui non si è mai visto morosi in giro .. mi piacerebbe fare la mamma impicciona…. stronza…. almeno un pò…

    • niente da fare…tanti cuori infranti ma nessuno che le faccia battere il suo…da un lato piacerebbe anche a me fare la madre impicciona e stronza la dall’altra….guarda quante energie hanno le nostre figlie per realizzare i loro sogni!

  5. Va bon dai la scuola con i preti che lo scudisciano alla prima infrazione alla fine se l’e’ voluta lui… poi da come hai descritto l’ambiente in stile bronx con tutti i pluri-bocciati concentrati insieme .. anche i preti dovranno difendersi.

    Sulla multi-etinicitá penso che (forse) possa fargli bene…. anche se mi sa che si tratta di multietnicita’ selezionata all’incontrario .. voglio dire tra i somali, ghanesi e cinesi pluribocciati .. difficilmente incontrera’ un futuro Obama,una futura Kyenge o un Ban ki-moon o anche un Kofi Annan… siamo onesti pero’ comunque si tratta di una esperienza ( Mida cosa dice al riguardo ? )

    Sul cambio di morosa… dovresti essere contenta .. visto che cosi’ ti eviti la consuocera ( ex maestra delle medie etc etc insopportabile ) .. quindi tutto é bene quel che finisce bene.

    Da ultimo .. direi .. non è il caso di disperare per figlio piccolo .. anche se non è portato per gli studi, come gli hanno detto anche all’ incontro coi genitori è fortunato perche’ comunque ha il paracadute della azienda familiare ( salvo fallimenti vari ed eventuali ) e a giudicare dai post entusiastici del passato pare che si diverta anche a lavorare in azienda .. quindi non tutto è perduto. Si tratta pur sempre della famosa terza generazione ( la generazione “critica” secondo i testi di storia aziendale) ma chi lo sa.. chi vivra’ vedra. E poi ci siete voi due che lo spronate in tutti i modi possibili ed inimmaginabili il che è di sicuro di grande aiuto.

    Una cosa non torna in tutto questo.

    Qualche tempo fa avevi detto che non era per nulla nelle vostre corde continuare con l’azienda e passarla ai figli come hanno fatto ai suoi tempi i nonni/suoceri etc etc con voi perche’ l’esperienza personale dell’ “affibiamento” della responsabilita aziendale sulle spalle di Re mida per voi in qualche misura è stata traumatizzante o quanto meno non vissuta in maniera totalmente positiva. Ora cosa pensate di fare col pargolo .. voglio dire se il suo futuro e’ quello di lavorare in azienda e non insegnare all’ universita’ come appare evidente.. lo dirotterete presso aziende terze .. oppure cambiate i progetti per il futuro e andate avanti ad oltranza passando la palla alla prossima generazione ?

    Salutoni

    • si vedetta. infatti qualche post fa ho scritto come eravamo sorpresi noi stessi che abbiamo sempre detto mai i figli in azienda ma x ora, e spero che lo sia davvero, questa scuola gli permetterà di andare a lavorare dove gli pare, soprattutto se mantiene l’inglese a un livello decente, quindi l’entrata in azienda sarà solo se fallisce di nuovo anche con questa scuola.
      vedetta posso chiederti di nn mischiare il mio blog con quello di mia figlia?lei nn legge il mio e io nn leggo il suo ma mi dicono che tu mischi le carte eheheheheh

      • vedetta lombarda

        OK.

        Ma oramai lo sa che li leggo ambedue i blog(s)…

        penso che anche lei venga a leggiucchiarti ogni tanto cosí
        come fai tu col suo blog… insomma si tratta di blog “incrociati”
        comunque cerchero’ di non mischiare i due blog
        per quel che é possibile.

        🙂

      • io leggevo il suo quando era via, ora evito xkè anche a me darebbe fastidio se lei leggesse il mio. e poi sono una mamma già abbastanza “ingombrante”, vorrei evitare di invadere i suoi spazi ancora di più di quello che già faccio! cmq grazie x la comprensione!

  6. Ciao,
    sono quella del commento sulla scuola steineriana.
    Sto lavorando in un CFP Centro di Formazione professionale e credo sia simile a quello in cui è iscritto tuo figlio. Sono forse i salesiani? E’ un percorso professionale che porterà alla qualifica alla fine del terzo anno?
    L’anno scorso è stato il mio primo anno nell’area linguaggi (italiano) e storica (storia e geografia) ed è stato uno shock incredibile. I 60 minuti di lezione sono continuamente interrotti per la gestione disciplinare della classe, per gli attacchi, le provocazioni, le bestemmie, gli insulti che si lanciano fra loro e che a volte rivolgono anche ai docenti…Ne avrei da raccontare. Comunque se io lavorassi dai salesiani farei i salti di gioia perché investono moltissimo sulle figure che affiancano i docenti come il tutor, il consigliere (educativo) e l’azione coordinata che svolgono è molto efficace. Nel mio centro invece pur essendoci persone validissime,le limitate risorse regionali non permettono di investire tempo e persone e quindi si lavora in emergenza continua.

    ciao
    Federica

    • Ciao Federica ( commentatrice amica )

      Questo blog sta diventando un magnete di discussioni waldorf-steineriane… il che è anche interessante come cosa. La tua esperienza steineriana come è stata positiva o negativa ? In generale sento piu’ commenti positivi anziche no .. pero’ ho notato che c’e’ una ampia varieta’ di feedback al riguardo.

      “You will not be good teachers if you focus only on what you do and not upon who you are.”
      ― Rudolf Steiner

    • posso immaginare, cara federica, perchè anche io ho fatto per un paio d’anni l’insegnante e dopo il primo giorno volevo scappare a gambe levate (ed erano bambini delle elementari….)
      penso che questa esperienza sarà durissima, ma poi potrai tener testa a ogni figlio adolescente che ti capiterà di allevare eheheheh
      nn so se siano salesiani, però hanno tutto quello che dici tu e mi sembrano tutti molto in gamba.
      coraggio ragazza mia, tieni duro!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...