a ciascuno il suo (io dico no, tu fai quello che vuoi)

allora che fare? troppo facile dire di si. io sono assolutamente convinta dei “no che aiutano a crescere” e “se mi vuoi bene dimmi di no”, tanto per citare un paio di libri famosi sull’argomento eheheheh

e poi se considero una cosa pericolosa, o non adatta, o fuori luogo o diosachealtro, non dico sì solo per evitare la rissa con mio marito! insomma….no, no, qui ci vuole un cambio di strategia, che costringa a cambiare le dinamiche familiari senza farmi abdicare al mio ruolo, che proprio non ci riesco

ora di pranzo del venerdi

“senti re Mida, tuo figlio vuole andare alla festa sabato sera e poi fermarsi a dormire da quell’amico, hai presente….ecco, quello. io non sono d’accordo, stiamo a casa anche noi e lo andiamo a riprendere, ma se tu decidi che va bene io ti appoggio e non discuto.

“?????….non ho mica capito”

“nel senso che per me è no, ma se tu decidi di sì diventa sì anche per me”

“se hai già deciso tu…..”

“no, no, la mia non è una decisione…diciamo che è un parere. appoggerò qualunque cosa decidi”

“mamma, sempre a stessa storia, ma perchè non posso andare……!”

“figlio piccolo, risparmia il fiato, è tuo padre che devi convincere, io ho già detto di no”

sabato a pranzo. Nessuna decisione è stata ancora presa. Re Mida cerca di svicolare, ma è messo alle strette. comincia quindi ad informarsi dal figlio, chi li viene a prendere, chi li riporta, a che ora, dove dormono, come sono organizzati….riceve in cambio le solite risposte irritate, scostanti e aggressive che di solito sono per me ( e mio marito dice che sono io che non so parlarci….). dopo pochi minuti stanno già litigando…pazzesco, mai successo. io so già come finirà, gli darà il permesso di andare, e infatti ho già avvisato l’amica che arriviamo per sera al mare, la sacca è già pronta.

e invece le risposte non lo convincono per niente, cerca di tirarmi dentro nella decisione ma io sono fermissima: io mi prendo la responsabilità dei miei no, ma lui si prende la responsabilità dei suoi si. finiscono con l’alzare la voce, re Mida si scoccia e poco ci manca che non lo faccia nemmeno andare alla festa.

e come finisce?

che gli dice di no.

NO!!!!!!

ussignur, a volte la vita è incredibile. io e lui non abbiamo litigato, il figlio accetta di buon grado il responso del padre, nessuno se la prende con me, e io corro ad avvisare che non arriviamo.

cosa è successo? che è facile fare il poliziotto buono con l’appoggio mio: dividere la responsabilità è troppo comodo se decidi in modo diverso da quello che io penso che sia giusto.

ok uno al zero palla al centro. alla prossima tragedia annunciata

Annunci

23 risposte a “a ciascuno il suo (io dico no, tu fai quello che vuoi)

  1. occhei, ben fatto…molla le cime e lasciali navigare nel loro brodo

  2. brava, la miglior tecnica: lasciargli credere che a decidere è lui 🙂
    Elisa

  3. Leggo questo post con viva e vibbbrante soddisfazione!

  4. Questa è una tattica! Sensata e ragionevole. Mantieni la linea e ci sarà da divertirsi!

  5. ihihih! Spiazzamento cognitivo!!!!! 😉

  6. Gegni. Sei un maledetto gegno

  7. Ottima strategia. Mò me la segno, mi sa che prima o poi mi verrà utile ( spero mooolto poi )

  8. Ah … grande!!!pensa che io quando non sopporto più i miei tre topolini che chiamano mamma un milione di volte dico:andate a chiedere a papà lui cosa dice.. ????.così mi riposo un po’ :-)!!!
    È un metodo che funziona!!Erica

  9. Il vecchio saggio dice”:quando non riesci a uscire dal labirinto, alzati in volo” Bel decollo!!!

  10. Grande!

    (Guarda che io di solito non commento, ma prendo sempre appunti, eh…)

  11. Uh, me l’ero perso questo post! Direi che è proprio interessante questa strategia, metto da parte per i tempi a venire, sicuro servirà 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...