le case poi restano solo stanze vuote

faticosamente si cerca di riprendere la routine. ho avuto un moto di stizza quando Magica Tina col suo solito piglio deciso è entrata in camera di figlia grande e ha spalancato le finestre: per due giorni entravo li dentro e respiravo l’odore di mia figlia, toccavo le sue cose, guardavo le foto e i diplomi appesi dappertutto.

poi ci ha pensato lei, tirando giù le tende, scaraventando fuori lenzuola e coperte, alzando materasso e rete. un ciclone in piena regola, che ha spazzato via il mio atteggiamento a dir poco morboso.

ci sentiamo in skype, ci messaggiamo, ci leggiamo in fb, ma non vedo ancora foto, segno che non sta ancora bene. Mi ha detto che ha cominciato a muoversi in città, è andata a vedere il ristorante, ha conosciuto i futuri colleghi…insomma, se comincia a fare qualcosa sono sicura che si ambienta prima.

adesso devo dedicarmi a figlio piccolo, perchè le novità sono tante anche per lui.

ha cominciato a lavorare da me, ma come ho fatto a fargli un contratto regolare è una lunghissima storia. siamo davvero un paese dell’assurdo. Re Mida è in tunisia e così siamo solo io e lui: equilibrio precario ma che tutto sommato regge.

e anche il mio imprescrutabile figlio pensa a sua sorella, ho letto in fb che ha scritto: le case poi restano solo stanze vuote, le persone si dividono, destinazioni ignote”. sicuramente il testo di una canzone, ma mi ha colpito lo stesso.

sua sorella dice che parla di più con lui adesso di quando era a casa. questa esperienza è una bella palestra per tutti

Annunci

22 risposte a “le case poi restano solo stanze vuote

  1. Anche la lontananza insegna, io ho conosciuto di più mio fratello il giorno che è andata a vivere a 800 km di distanza e ci si sentiva solo ogni tanto, niente internet allora, e ci si raccontava quello che facevamo, dello studio, del lavoro ecc…
    Vedrai che tua figlia imparerà moltissimo e si divertirà
    Elisa

  2. in questo momento di grandi partenze degli italiani all’estero, leggere il tuo punto di vista (senza contestualizzare troppo, leggendo così, di getto e senza conoscerti) mi ha fatto venire le lacrime agli occhi: un po’ di tristezza, un po’ di consapevolezza, un po’ di speranza 🙂

  3. Ammettere che il tuo aleggiare nella stanza aveva del morboso è un buon segno 🙂
    Pensa se sposa un amerikano!
    Immagino che sia troppo presa dall’assimilare le novità per pensare alle foto… Ora è giusto pensare a figlio piccolo, magari dal confrontarvi voi due da soli nascerà qualcosa di buono!

  4. ahahaha Emily! anche livia con “l’ammmerigano” mi sa che tra un po’ a forza di tirartela ci cacci tutte dal blog 😆

    ci siamo appena sentite perciò non aggiungo altro 🙂
    anzi sì una cosa l’ aggiungo…..aggiungimi su skipe 🙂

  5. idem per skype ma adesso ci penso io.
    Bellissima la frase di tuo figlio… bellissima. Un pensiero forte

  6. Eh! Eh! Eh! Mi piace l’idea della Magica Tina che ti ribalta la camera . . . ha ragione lei, mica la vuoi tenere lì come un mausoleo??? Quando torna tra “2 mesi e 2 settimane”, ti tocca rifarle la camera, invece così se la ritrova bella pulita, ordinata e accogliente! 🙂

    Avvisa il Figlio che, appena mi riesce di concentrarmi, gli rubo la frase per un post . . . davvero molto significativa, chiunque l’abbia scritta, grazie a lui che me l’ha fatta conoscere . . . la userò (anche in conversazioni) perché è vera! 🙂

    E facci sapere anche di questo nuovo assetto aziendale col Figlio, dalla “lunghissima storia” per poterlo far lavorare . . . sono curiosa! 🙂

    Ciao, Fior

    • si devo mettermi di buzzo buono e raccontare le vicissitudini di mio figlio, xkè ormai è diventato un romanzo! la frase viene da uno dei cantati assurdi che ascolta lui, ma ogni tanto azzeccano qualche frase di senso compiuto che è una perla

  7. Mi sento a metà tra te e la Grande, un po’ mamma un po’ figlia, divisa tra l’emozione del viaggio, da ragazza ancora figlia, e il magone per la mancanza di questi pezzi di vita che sono i figli (da mamma di un Nano alto ormai come me!). Ma sei proprio brava!

  8. secondo me figlio piccolo sta già pensando come seguirla….cogny

  9. Quando ero io ad andarmene di casa mia madre ne approfittava per ghireggiare nel mio letto. A quanto pare nel sonno rilascio qualche strana sostanza soporifera e dove ho dormito io poi si dorma meglio…

  10. Uhmm il fatto che voglia venire con voi la dice lunga, molto lunga, le parole scritte su facebook belle…mi sa che qualche cosa sta cambiando…

  11. i tuoi post migliori sono quelli che finiscono senza punto
    😉

  12. Siete una gran bella famiglia. E questo momento di cambiamenti vi unirà di più!

  13. Ho semplicemente aggiunto il tuo feed all’RSS Reader… continuo a seguirvi, Grazie!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...