fai quel che devi fare, ma in silenzio

eccomi qui, saldamente alla mia scrivania (saldamente un par di ciuffole mavabbè…..) pronta a leggere le 378 mail che la mia posta dell’ufficio sta scaricando….e sarà quasi tutta spazzatura…. ma chi si diverte a riempire le caselle di posta di viagra e di ragazze rumene in cerca d’amore? mistero

insomma sono qui, un po’ più pesta di ieri ma probabilmente è l’effetto dell’anestesia che è finito, e io ho scambiato la mia ripresa per una perfetta forma fisica………

la giornata è cominciata alle 6. doccia veloce, medicine e poi Re Mida mi molla all’ingresso dell’ospedale: lui ha una giornata piena zeppa di incontri, io me la cavo da sola. però un po’ rosico quando vedo le altre 3 compagne di stanza accompagnate dai mariti (che si fanno i beneamati azzi loro leggendo la gazzetta dello sport però ci sono…). poi arrivano mamma e figlia grande. e mi sembra che sia arrivata la cavalleria

mi vengono a prendere alle 9.30 per mollarmi nella saletta d’aspetto della sala operatoria quasi un’ora….sentire tutti i discorsi e i rumori è un attimino ansiogeno, alla faccia dell’attenzione al paziente!

ma il meglio deve ancora venire: mi stendono sul lettino, braccia aperte, una con il misuratore di pressione, nell’altra devono mettermi l’anestesia…e qui comincia il problema. L’infermiera si lamenta delle mie vene, vuole cambiare braccio ma nell’altro sono stata operata al linfonodo ed è meglio di no, e allora insiste, continua a lamentarsi, mi buca cento volte….ma questa è una vena o un’arteria? no, no, occhio, così esci…ecco sei uscita, cambia posto…..oddioooooooooooo!!! comincio a sudare e sentire freddo, lo so che mi succede così quando sto per svenire, lo comunico alla zelante infermiera che mi dice: su, su, fa la brava!

fa la brava????? faccia quello che deve fare ma lo faccia in silenzio azzzzzz……..

mi risveglio un’ora dopo, tutto è compiuto. Ma sento che mi viene da vomitare, ho un paio di sforzi, giro la testa di lato e glielo dico sempre allo stesso fenomeno di infermiera, la quale mi ripete: ma fa la brava!!! ma vaffanculo con ‘sta brava, ho gli sforzi di vomito!!!

insomma è andata, adesso aspetto la biopsia.

grazie a tutti per il supporto, grazie degli sms e delle telefonate (il tuo telefono sembra indemoniato, ha detto mio marito ahahahaha) grazie per le parole che sembrano niente ma quando mancano si capisce che contano.

Annunci

36 risposte a “fai quel che devi fare, ma in silenzio

  1. L’infermiera è una str… Odio che mi diano del tu in ospedale, per inciso. Mica abbia fatto le elementari insieme…
    Contenta di sapere che stai bene… Un abbraccio grande e buona ripresa (prenditela calma, per qualche giorno, se puoi… (beh insomma, calma, calma per quel può essere calma la tua vita).

    • me la sono presa calma, stamattina me ne sono rimasta a casa. mi sono stesa sul divano e ho visualizzato la montagna di roba da stirare…dopo pochi minuti ero in piedi a stirare…mi sa che mi riposo di più qui in ufficio eheheheh
      anche a me nn piace il tu, soprattutto in ambiente professionale. ma quando sei a braccia e gambe aperte nn è un buon momento x discutere la faccenda ehehehe

  2. bentornata! aspettavo un cenno da stamattina, spiavo in silenzio questo spazio immaginandoti in tranquilla convalescenza. invece vedo che l’hai fatta durare poco anche questa volta, c’era da aspettarselo, però non strafare, che se non approfitti adesso per rallentare un pò, quando ci riesci?!
    certo che hai un bel fiuto per le infermiere “superficiali” …

    un abbraccio

  3. Ciao Emily?
    Ma come biopsia? Avevo capito che era una cavolata. Un abbraccione e riposati.

  4. meno male che Caccola ha postato il sushi, così ho saputo che stavi benissimo. Adesso invece cerca almeno di star bene.

  5. Contenta!
    Un abbraccio. E riposati un pò.

  6. Le infermiere che ti trattano come un bimbo deficiente sarebbe tutte da radiare!
    Sono contenta che l’operazione sia andata bene, ora tante dita incrociate per la biopsia!

  7. Ma le becchi tutte tu le infermiere che minimizzano? Parente con quella del prelievo? Avresti dovuto vomitarle addosso…così avrebbe capito che non ti stavi lagnando, ma avevi un disturbo veramente serio!

  8. E comunque sei stata operata venerdì e sei già operativa? Non fare la wonder woman! Rilassati ora che hai la scusa per farlo! Sei una grande comunque…

  9. Eheheh, ci avrei scommesso che in due e due quattro (quattro e quattr’otto sarebbe stato eccessivo ;-)) saresti tornata in trincea!!
    Un abbraccio affettuoso
    P.S. Anch’io, quando tredici anni fa dovetti entrare in ospedale per farmi asportare delle calcificazioni al seno, fui ‘scaricata’ dall’amato consorte davanti al cancello di ingresso dell’ospedale…
    Si rifece vivo nel tardo pomeriggio a ‘recuperarmi’…
    Tutti uguali!!

  10. sull’assistenza è un meccanismo assodato!…ogni operazione ho sempre dovuto confortare tutti dal mio letto d’ospedale
    Il mio attuale LUi semplicemente sviene e io lo rassicuro: tranquillo amore ti salvo io!!
    ma tu cicci…stai a casetta che ora, passati i 20 anni. le convalescenze durano di più. Serve…credimi serve
    ti chiamo più tardi kiss cogny

  11. Ti ri mando tutti gli abbracci che ho tenuto per te.

  12. Sono contenta che tutto sia andato bene! A parte l’infermiera, mi sa che son tutte così le programmano in blocco! Ma cerca di riposarti un pochino, di prendertela comoda… per qualche giorno…. mi raccomando sforzati di farlo!
    Un abbraccio!

  13. oh vacca, non ne sapevo nulla… sono validi anche gli abbracci quando tutto è finito, vero?

  14. Concordo anch’io sul fatto che dovevi vomitarle addosso, ma che scarsa professionalità, mica uno va in ospedale a farsi operare giusto per passare il tempo… mi dispiace che tuo marito non ti sia stato accanto però, forse avrebbe letto il giornale ma a volte basta sentire la presenza…
    Molti in bocca al lupo per tutto!!!!

    • mah sai, quando mio marito mi è accanto io so cosa gli passa x la testa….azienda, problemi, azienda, problemi…e quindi mi mette più stress che altro. invece se apro gli occhi e ci vedo mia madre con la settimana enigmistica, o la figlia col libro di harry potter in inglese, so che poso rilassarmi….

  15. Anch’io non sopporto il tu dato per scontato.

    Tu sei stata comunque molto educata io la sopportazione di essere trattata come “deficiente” l’ho esaurita quando ho partorito Prince.
    ..e te lo ripeto anceh qui: fai la brava

  16. Ben tornata querida.
    Comprendo in pieno il problema delle vene ninja… ogni prelievo mi riduce ad un puntaspilli sanguinolento.

    • esatto. il problema è che nel corso degli anni i prelievi erano pochissimi, ma da un paio d’anni qui mi si pizzica in continuazione…oggi volevo mettermi le maniche corte ma ho dei lividi neri per tutto il braccio che fanno veramente schifo

      • Come ti capisco…
        Ci son state volte in cui avevo pensato di chiedere un foglio dall’ospedale in cui dicevano d’avermi ridotto così loro… tanto per evitare di essere preso per tossicomane.

  17. bello questo post, mi piace e lo aspettavo.
    quando mi sono rotta il piede, l’anno scorso, mi hanno messa in sala gessi senza avvisarmi prima, senza prepararmi e dicevo “Mi viene da vomitare, mi viene da vomitare….”, risposta loro “Signora faccia quello che vuole , ma non vomiti”, sono tutti uguali

  18. Ciao Emily, passo di qui ha lasciarti un grande abbraccio visto che per ogni altra cosa sono in ritardo.
    ma passerò ancora prestissimo per rassicurarmi ulteriormente con gli esiti della biopsia.

    P.S.: anche noi pensiamo spesso che l’unica soluzione sia chiudere tutti e andarcene al mare per un paio di anni, ma ai clienti cerchiamo di non dirlo mai per non abbaterli ancora di più. 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...