il sindacalista del figlio

sto leggendo un libro bellissimo e illuminante; mentre lo leggo penso: sì, è esattamente questo che capita….allora ho la tentazione di saltare tutto il libro e arrivare alla fine per vedere se c’è scritto cosa possono fare le mamme in questa situazione

in pratica dice che la nostra generazione è quella che ha obbedito ai propri genitori e adesso obbedisce ai figli…che i ragazzi non hanno la capacità di raggiungere un obiettivo perchè pensano che non valga la pena far fatica perchè ci sarà sempre il genitore che ci pensa…..che la causa di tutti i mali sono i papà orsetto ( questa è la parte che mi piace di più eheheheeh)

la frase che mi ha colpito di più è quella che dice che siamo diventati i sindacalisti dei nostri figli: ci sentiamo sempre in dovere di difenderli da tutto e tutti, insegnanti, allenatori, compagni, persino dai fidanzati….mio marito poi, si sente sempre in dovere di difendere il figlio da me, madre di cacca e notoriamente donna cattivissima

ho pensato questo sabato mattina

padre e figlio rientrano per l’ora di pranzo: breve saluto ad entrambi, poi ricordo, in maniera gentile ovviamente, a mio figlio che la sua sacca di hockey giace esangue da parecchi giorni e la roba sporca è seminata per tutta la sala.

lui risponde con un livello di isteria assurda che è appena tornato, è bagnato fradicio (perchè mio figlio non sa che hanno inventato gli ombrelli….) e che lo devo lasciare in pace.

ribatto di cambiare tono ma vengo interrotta dal papà orsetto che con tono tagliente che non ammette repliche mi intima di smetterla di rompergli le scatole, che è appena arrivato, ma insomma non capisci proprio niente, sei sempre la solita.

non sono stata zitta e ne è nata una bella azzuffatina, bel modo di iniziare il fine settimana. Insomma, spero di finire presto il libro e che ci siano strategie di sopravvivenza, perchè le mogli dei padri orsetto cominciano a sbarellare.

P:S: non so ancora nulla dell’operazione, ma sicuramente mi chiameranno per farlo la settimana che mio marito è via e figlia grande riprende le lezioni. Poco ma sicuro

Annunci

32 risposte a “il sindacalista del figlio

  1. Perdonami, ma il problema non è tanto il figlio, quanto il padre! Io lo avrei già azzannato, perché finché lui sgrida te perché tu sgridi ( a ragion veduta) tuo figlio, tu farsi sempre la parte dell’arpia.
    Fossi in te farei gestire tutta la situazione a tuo marito per vedere gin dove sarebbero capaci di arrivare.. Un abbraccio! 🙂

  2. Chiaramente intendevo “farai” e “fin”

  3. ok, ma il titolo del libro?
    che il mio maschio ha solo sei mesi, ma promette d’un bene che, se non mi faccio furba con qualche strategia indotta, la vedo brutta assai!

  4. si è esattamente come dici. questi nostri figli difesi da tutto e da tutti… non cresceranno mai e noi invece abbiamo preso e prendiamo botte da tutti mai difesi da nessuno, infatti siamo troppo cresciuti, troppo maturi, troppo adulti…

    • l’hai scritto una volta anche tu, mi aveva fatto riflettere. però è talmente insito nella natura dei genitori, cioè rendere ai figli la vita più facile che la vedo difficile fare diversamente

  5. Quante verità in quello che scrivi…e quanta paura per quando dovró affrontare l’adolescenza dei miei due!! Credo davvero che lo scoglio piu grande per te in tutta questa faccenda sia l’atteggiamento di tuo marito…possibile che non riesca ad arrivarci da solo? Se trovi le soluzioni che cerchi nel libro facci sapere. Comunque quasi quasi me lo compro

  6. mandalo in letargo l’orsetto 😆

  7. Credo che avrei come minimo sbranato il marito!! Se il figlio si permette certi toni è perchè sa che qualcuno lo difende…mamma mia me lo sarei mangiato vivo!!!!

  8. si ma sei una bella testona anche tu…. fai un mucchio delle cose di hockey in un angolino per terra e lascia perdere… (la prossima volta che le usa puzzeranno da schifo ).. e poi via apranzo come se niente fosse… eh basta stare li a rivangare e menragliela su cosa deve fare…;-)

    • E in effetti .. anche la Beffy ha ragione… mi pare che la situazione che proponi sia decisamente uno scenario gia’ visto, rivisto e rivisitato .. persino per noi lettori del blog ..

      Il marito testa di minch…. ehm… voglio dire zuccone .. che prende le parti ( a torto ) del fancazzista … e tu ti metti anche a parlare …. ma no..

      Facevi un gran bene a far notare la cosa con calma .. solo a titolo di pro/memoria.. e poi procedevi col mucchietto …. e per essere proprio sicuri al cento per cento che la roba diventi persino peggiore assicurati che non solo giaccia in un angolo a terra .. ma facci pisciare sopra anche il gatto.

      Tra parentesi .. hai fatto la sceneggiata a figlia grande che si fa un “mazzo enorme” sui libri a studiare per via delle lavatrici .. non mi cascherai sui panni sporchi del fancazzista spero .. io ai tempi .. mi facevo lavare, stirare, etc etc etc praticamente tutto da mamma… ovviamente .. ma mi facevo anche un sedere cosi’ a studiare sui libri.

      Insomma .. smettila di lavare panni, cucinare, stirare e fare un cavolo di niente .. ma basta.. esiste anche un limite alla sopportazione umana.

      Non vorrei essere cinico .. ma il fancazzista, visto che non studia e non lavora e tantomeno gli interessa la azienda di famiglia.. che cavoli di piani ha per il futuro ? Fare il bell’ addormentato nel bosco ?

      Su Re mida stendiamo un velo pietoso .. ha la miopia .. di un barbagianni .. mi sa che non ha ancora capito un cazzo di quello va preparandosi…. la vedo dura… mooolto dura. Sarebbe quasi divertente che in tutto questo marasma casalingo si venisse ad aprire una bella procedura concorsuale … poi glielo spieghi tu al bambino cosa significa liquidazione coatta amministrativa.. ci sarebbe di buono che il problema dei panni sporchi dell Hokey si risolverebbe perche’ non ci sarebbe piu’ alcuna possibilita’ di dedicarsi all’ Hokey… e nemmeno a cazzeggiare col telefonino …men che meno poltrire..

  9. Sicuramente ci hai già pensato, ma non potresti lasciare campo libero a papà orsetto per una settimana a gestire da solo il suo ragazzo e tu trasferirti da figlia grande?
    Non ha un letto in più a Trento? Potrebbe anche capitare che il cell. non prenda.
    Forse quando tornerai tuo marito avrà un opinione diversa del figlio.
    Ma avvisa la donna delle pulizie che al tuo rientro ci sarà da fare.

    Ciao

    Rosa

    • certo che ci ho pensato, ma la soluzione mi tornerebbe indietro come un boomerang, te lo assicuro. forse se io nn ci fossi proprio più le cose sarebbe diverse (ma nn credo)ma cmq nn ho voglia di fare questo tipo di esperimento ehehehe

  10. ossignur….
    io sono in piene analisi, problemini vari, sperando che non si trasformino in un problema grave!! baci

  11. hai mai letto “Mollare le redini”? è illuminante anch’esso, simona

  12. Ma infatti l’ ideale sarebbe che tu ti operi la settimana che figlia grande non c’ è ma Re Mida si, e fai una gran manfrina, non organizzi niente di niente e li lasci arrangiarsi, e poi quando rientri sei convaqlescente e non puoi neanche sollevare persi, guarda, il bibbhier d’ acqua te lo devono portare e reggere mentre tu surpi con la cannuccia. E mannaggia, tutte queste sfighe, usa almeno quello che puoi usare. Oh, bimbina, ti operano, mica vai alle terme? Abbiamo capito che sei wonderwoman e indistruttibile, ma prova a farci credere il contrario per una volta, adagiati dibò, io ho già un bel libro da kregalarti per passare il tempo.,

  13. Se posso essere onesto a me pare che Emily le redini le abbia non solo giá mollate, smollate e lasciate cadere penzoloni … a me pare che le abbia proprio perse ..

    Non è che qui confondete il concetto di “mollare le redini” .. con quello analogo ( ma nemmeno tanto) di “calarsi le braghe” … nella accezione francese del “sans-culottisme” d’altri tempi.. ça va sans dire.

  14. no, io nn le mollo proprio xkè se mollo si ferma tutto.nn è psicosi da wonderwoman è proprio al realtà

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...