ho visto un posto che mi piace si chiama mondo

per quasi quarantanni ho letto libri che parlavano praticamente sempre dello stesso argomento, la seconda guerra mondiale e soprattutto dell’olocausto. lo so che non giustifica il mio razzismo ma in effetti è cominciata così, ho letto il libro di anna frank in prima elementare e da li non mi sono più fermata; ho visitato tutti i campi di concentramento e visto tutti i film sull’argomento e così ho sempre avuto una feroce antipatia per i tedeschi; mi basta sentirli parlare e già mi agito. A berlino e in germania c’ero stata parecchi anni fa ed ero stata malissimo

così quando figlia grande ha proposto come meta berlino per le nostre vacanze esperimento, molto low cost e senza fratello, ho deciso che era ora di affrontare i demoni: smanettando in internet figlia grande ha trovato un albergo a dresda e uno a berlino con una cifra che nemmeno in ostello paghi…un pieno andare, un pieno tornare, mangiare da strada a volontà, e musei praticamente gratuiti.

è stato veramente divertente, riposante e stancante, e soprattutto, lasciatemelo dire perchè posso dirlo solo qui, non ho sentito proprio la mancanza di figlio piccolo, relegato da Perfida Suocera ad annoiarsi e intossicarsi di fumo di sigarette

la cosa più emozionanate: sparse per tutto berlino, ma soprattutto nel quartiere della sinagoga, ci sono delle mattonelle d’ottone all’uscita dei portoni: riportano il nome e la data e il luogo di morte, un campo di concentramento. Sono le persone che durante le deportazioni sono uscite da quei portoni e non sono più tornati

la cosa più divertente: mio marito, che quando si rilassa diventa spassosissimo, le sue battute ci hanno fatto rotolare dal ridere.

buon anno a tutti, lo sento, questo sarà un anno bello per tutti, lo prometto!

Annunci

37 risposte a “ho visto un posto che mi piace si chiama mondo

  1. Buon anno anche a te Emily!!! 🙂

  2. Ti ammiro perchè affrontare i propri demoni è da duri…buon anno anche a te!!

  3. Finalmente qualcuno che garantisce, anzichè augurare genericamente, lo sapevo che avevi conoscenze in alto!
    comunque auguri a tutte, che sia un anno di riscosse!

  4. Auguri! Sarà un anno bellissimo sicuramente ^_^

  5. Buon anno anche a te e a tutta la tua famiglia

  6. Buon anno a te cara. Berlino è bellissima, anche io ero piena di pregiudizi, ma ha cambiato il mio senso del bello per sempre

  7. Esco dalla mia tana di lettrice ormai silente per augurarti un buonissimo anno, davvero.

  8. sto leggendo l’ultimo libro di ken Follet che parla dell’argomento… Baci baci bentornata. Mi mancavi.

  9. Ma chi fuma, tuo figlio o Suocera? Così impara a complicarvi le feste.
    Comunque buon anno 🙂

    • eccappero…mia suocera! il problema del fumo a casa sua è folle: fumano tutti in continuazione e c’è un’aria irrespirabile sempre. pensa che quando andavamo a trovarli dopo ci spogliavamo tutti in lavanderia e ci facevamo una doccia, i capelli puzzavano come un posacenere….figurati che odore sapeva il figlio dopo 6 giorni li…

  10. Buon anno a te! E che sia davvero bello per tutti. Mai stata a Berlino, troppi pregiudizi. Mi sa che è ora di mandarli in soffitta.

    • si assolutamente! io amo la francia e la spagna (oltre ai paesi nordici ovviamente) ma ti assicuro che la vacanza è stata piacevolissima: se decidi di andarci ti do un paio di dritte, meno di 180€ x 4 notti x 3 persone in catena dell’holday inn…benedetta figlia grande e le sue competenze low cost eheheheh

  11. Anch’io un tempo soffrivo come te di un’istintiva antipatia verso la Germania ma appunto si tratta di pregiudizi che svaniscono quando conosci il Paese, le persone, e vedi la distanza che hanno messo tra sè e il passato che vorrebbero dimenticare.
    Poi anche noi abbiamo ancora gente che fa ancora apologia di fascismo, ma ci sono casi di ignoranza che il tempo non può guarire.
    Tra l’altro mia sorella si è trasferita a Berlino qualche mese fa e vorrei andarla a trovare appena farà un po’ meno freddo, mi potresti dire il nome del vostro albergo? Te ne sarei molto grata 😀

    Un abbraccio
    Val

    • val noi ci siamo trovati benissimo utilizzando un sito che ti dirò che ci ha dato delle offerte interessantissime; avevo paura che fosse una fregatura e invece ci siamo trovate proprio bene.
      ci sono un sacco di cose da vedere, davvero nn ti bastano pochi giorni, e nn farti spaventare dal freddo, c’erano sempre almeno 6/8° era la pioggerellina stupida che dava fastidio!
      insomma, vai prestissimo!!!!

  12. Buon anno a te e alla tua bella famiglia!
    Anche a me affascinano i libri che parlano di quel periodo…l’ultimo di ken follett poi è bellissimo,come ti dicevano anche in un commento precedente…se non l’hai ancora letto te lo consiglio!
    Comunque credo che molti moltissimi tedeschi si vergognino di quel loro passato…

    • io nn lo so se si vergognano, io credo che tutto questo sia stato possibile xkè hanno collaborato o almeno hanno girato la testa dall’altra parte. è assurdo pensare che nn sapessero cosa succedeva nei campi. ma io me la prendo anche con la croce rossa, con gli americani che nn bombardavano…insomma, il mio è un rancore che dura da tanto e che investe tutti, anche mio nonno che faceva affari col regime….però mi sono chiesta come avrei reagito io in quelle situazioni e chissà, forse nn avrei saputo fare di meglio. quando mi fanno il paragone col fascismo e l’italia io penso alla guerra di resistenza e ai partigiani, penso che gli italiani hanno tolto il duce dal suo posto e nn hanno aspettato la liberazione chiusi nelle cantine…insomma come vedi i miei pensieri sono tanti sull’argomento!

  13. … io ci credo, ho bisogno di crderci…. Buon anno

  14. Sono sempre un po’ in crisi quando si parla di Germania e tedeschi in termini negativi: mio nonno era tedesco, ed è stata la persona più corretta e intimamente buona d’animo che abbia mai conosciuto.
    Del resto, nutro anche io un istintivo fastidio per alcuni paesi (la Francia per esempio) per cui comprendo perfettamente cosa intendi dire. Alla fine, comunque, la cosa importante è la vacanza sia andata bene no?
    Buon anno Emily, pieno di soddisfazioni e di una ritrovata serenità.

    • carissima, ne sono sicura. è il solito problema di fare di tutta l’erba un fascio, ci finiscono dentro tutti e nn è giusto.
      il mio giudizio si basa solo su quello che ho letto e nn su esperienza personali che a parte casi isolati, tipo di tedeschi che eccedono in festeggiamenti nei campeggi d’estate x una vittoria calcistica, si dimostrano sempre corretti.
      ma cmq penso che l’antipatia x un popolo spesso nn dipenda da fatti oggettivi, anche mio marito nn sopporta i francesi che nn gli hanno certo mai fatto nulla!!!!
      la vacanza è andata benissimo, mi è piaciuto tutto di berlino ( a parte il tempo….)ho apprezzato l’organizzazione nei trasporti, e la gente, quando ti fermavi a guardare la cartina o il tabellone della metro c’era sempre qualcuno che si fermava e ti cheideva in inglese se avevi bisogno d’aiuto! ma sai che succedeva in continuazione? noi giriamo tanto ma questo nn ci è mai successo! cmq scusami se ti sei sentita offesa, nn era proprio mia intenzione. so di avere un pregiudizio, l’ho detto subito che è stupido, le persone sono esseri umani prima di essere tedesche o italiane

      • Ma no, non ti scusare, non hai offeso nessuno e tanto meno me!
        Tutti abbiamo un vissuto, delle esperienze, dei pensieri e menomale. Un’antipatia non significa poi discrimanre i singoli, io credo, forse un po’ più di diffidenza iniziale nel rapporto. Non mi sembra che tu sia una che mette marchi alle persone prima di averle conosciute, anzi.

  15. Anch’io quando sono stata a Berlino sono rimasta molto colpita dalle targhette che vedevo per terra. Mi ha sempre colpito pensare a quante persone prima di me sono passate per la mia strada, ma vedere tutte quelle targhette a terra mi ha davvero scosso: sono un’infinità.
    Ho avuto l’impressione, però, che i tedeschi, a differenza di noi italiani, siano stati più bravi a chiudere i conti con il passato.

    • ecco, hai ragione, è il commento che ho fatto anche io. però io nn l’ho detto nel senso buono, mi è sembrato che vogliano far dimenticare al resto del mondo quello che sono riusciti a concepire

  16. Mi incuriosisce troppo Berlino…anche io sono refrattario per i tedeschi,ma chi c’è stato e tu lo confermi,è una meta interessantissima!!

    • si te lo assicuro, e anche molto fruibile x i bambini e le famiglie, ma si sa che i tedeschi ci pensano a queste cose. e nonostante quello che pensava mio marito, nn era nemmeno cara, la maggior parte delle attrazioni sono gratis

  17. Mi piace l’idea del figlio piccolo da Perfida Suocera ad annoiarsi e mi piace la vacanza low cost e mi piace il marito rilassato…insomma fantastico tutto ciò!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...