fratelli si diventa

il nostro primo incontro è stato uno scontro: eravamo iscritti entrambi a una facoltà on line e ci siamo trovati nella stessa sessione di chat. Lui ha detto quella che dal mio punto di vista era una enorme caxxata e come il mio solito mi sono buttata in una discussione dove ho usato la mia lingua tagliente in modo terribile.

pochi giorni dopo ci sono gli incontri e io sono curiosa di conoscere questo tremendo idiota……sorpresa!!!! è un ragazzino di 19 anni! ero convinta che a questa facoltà ci si iscrivessero solo i “tardoni”, mai avrei immaginato di trovarmi di fronte a un ragazzino! momento di tremenda consapevolezza: ho usato una carica di dinamite contro un passerotto, mi vergogno come una ladra, certi discorsi sono normali da un ragazzo e io ho esagerato.

mi faccio avanti e mi presento pronta a chiedere scusa: lui si illumina e mi dice che non vedeva l’ora di conoscermi, che si è tanto divertito a discutere con me, hai mai pensato di fare politica??

insomma è iniziata così la nostra amicizia: poi abbiamo scoperto di abitare relativamente vicini e abbiamo preso l’abitudine di andare insieme in facoltà, distante circa 200km. poi si è aggiunto un altro studente, la persona seria in teoria, e abbiamo delle storie con lui che ci fanno ancora venire le lacrime agli occhi quando le ricordiamo.

e poi è arrivato il cancro: la persona seria e matura si è volatilizzata, il ragazzino squinternato è rimasto al mio fianco, vedi a volte la vita.

e la nostra amicizia ha attraversato momenti faticosi e gioiosi per entrambi, ma abbiamo sempre tenuto acceso il lumicino del conforto e dell’amicizia, perchè non sta scritto da nessuna parte che un amico deve avere la tua età e il tuo stesso sesso.

“emilina ci vediamo mezzora? puoi uscire dall’ufficio?” (si, fa ridere che ho il doppio dei suoi anni e mi chiama col vezzeggiativo….)

“per te ho sempre tempo arrivo subito” (no non è vero sono incasinata ma facciamo finta di si)

“è bello essere riusciti a mantenere l’amicizia anche adesso che abbiamo preso strade diverse”

“no, noi non siamo amici, noi siamo proprio fratelli eheheheh”

già, io i parenti me li scelgo

Annunci

9 risposte a “fratelli si diventa

  1. anch’io mi ero scelta una “sorella” peccato che lei non la pensasse nello stesso modo….però le mie attuali amiche si avvicinano abbastanza alla mia idea si sorellanza.

    Che bello Emily, una bella storia davvero

  2. Vero, soprattutto l’ ultima battuta. (Poi è proprio vero, più sono giovani più adorano le padellate in testa, cominciare con tuo figlio no? Ah, no, sei la madre, mica ti ha potuto scegliere:-))

  3. Già l’ho scritto da qualche altra parte ma non ho paura di ripetermi… l’amicizia se è evra e sincera non conosce limiti o differenze di età, sesso o geografia: è Amicizia e basta!

  4. E dici poco? Ti sei scelta un fratello coi fiocchi. Bellissima amicizia, quasi da film!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...