stasera non esci

e poi capitano situazioni come quelle di sabato sera.

figlio piccolo cazzeggia tutto il santo giorno: nonostante i miei richiami a “combinare qualcosa” giace inerme sul suo letto. cuffie in testa, facebook onnipresente.

il nulla tutto il giorno.

l’irritazione sale

poi arriva sera, ceniamo, suo padre si prepara a guardare la partita, io sto rassettando la cucina e lui arriva con la furba domanda:”chi mi accompagna in centro?

dico furba perchè chiedere chi lo accompagna presuppone che non ha bisogno di chiedere il permesso per uscire….

io sono irritata, è tutto il giorno che vegeta non voglio premiarlo con un’uscita: comincio una discussione patetica dove cerco di limitare questi “diritti”, lui comincia col solito sistema, grida e piagnistei, e finalmente interviene suo padre

con tono sereno e pacato gli dice che non stiamo discutendo se lui ha il “diritto” di uscire “almeno”il sabato sera, stiamo parlando di un ragazzino che passa la sua vita spento e si accende solo quando si tratta del telefono e degli amici.

questo è inaccettabile.

e quindi sta a casa.

si scatena l’inferno di piagnisteo e gesti violenti (sbatte la porta, rovescia qualcosa in camera sua), suo padre alza la voce e gli dice se non vuole rimanere dentro anche la domenica.

silenzio

quando Re Mida interviene con pacatezza, equilibrio, dicendo insomma le cose giuste nel modo giusto, tutto diventa più semplice: mi sento proprio come se mi sgravasse di un peso sulle spalle

e io mi domando perchè non possiamo sempre fare così

Annunci

12 risposte a “stasera non esci

  1. dì la verità hai chiuso nel garage l’altro Mida quello che vuol star tranquillo, gli hai dato dei sonniferi….sì così è molto più “semplice”

  2. Bisognerebbe essere capaci di essere sempre così… è vero.

  3. Eh, eh questo è il padre che farebbe rigar dritto tuo figlio. A quell’età lì delle madri si fanno un baffo.

  4. Basterebbe essere sempre uniti. Funzionerebbe tutto. Perchè se la famiglia è compatta le azioni funzionano. Bravo Re Mida. Avanti così…. Abbracci a te

  5. Evidentemente non gli è piaciuto qualche cosa che ha scatenato in lui, l’autorità…
    meglio così, il padre è sempre il padre, noi siamo mamme..e ascoltarci è un optional…

  6. Al di là della facile osservazione che se fosse sempre così sarebbe perfetto ma purtroppo non siamo le famiglie del Mulino Bianco, è chiaro che state vivendo un momento chiave nella vita di vostro figlio e dovete parlare tanto tra voi due genitori per concordare la giusta strategia da tenere nei suoi confronti.
    La strada giusta che sicuramente saprete trovare probabilmente non piacerà a vostro figlio, spesso lo farà reagire male e a volte gli farà male, ma tra un paio di anni quando si guarderà indietro ringrazierà quei due rompiballe di genitori che gli hanno salvato il futuro.
    In bocca al lupo, sono certo che farete un ottimo lavoro con lui!

  7. Io credo che una parte dell’efficacia degli interventi di Re Mida dipenda anche dal fatto che spesso si comporta in modo diverso. Certo, nulla toglie che affrontare la discussione in modo determinato e controllato sia di certo di grande aiuto, ma se lo facesse con maggior frequenza da parte di Figlio Piccolo ci sarebbe una maggior abitudine a gestirlo.

  8. santa pazienza, mi viene l’ansia…la Tata a volte è già così…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...