professori entusiasti chiedono il bis

ho aspettato un po’ prima di parlarne, anche se lo sapevo ho dovuto incassare la notizia: figlio piccolo è stato bocciato

la prima cosa che ho pensato è cosa avrebbe detto papà, uomo sempre pronto a non prendere le cose troppo sul serio, avrebbe detto: professori entusiasti chiedono il bis

è arrivato il telegramma mentre stavamo caricando le borse in auto; due parole veloci, tu non sei un fallimento sono state le tue azioni ad essere fallimentari, puoi solo migliorare e poi via, lasciato con la nonna e la sorella a gestire la sua delusione.

una settimana di bandus visto che eravamo via, poi questa settimana si comincia: lui vuole rifare la prima liceo, ha ammesso di non aver studiato, che la bocciatura è meritata, che deve fare di più. se davvero sei convinto adesso devi convincere anche noi, dice suo padre, e allora la sua nuova vita è cominciata: alla mattina in azienda, non lo mettiamo alle macchine per motivi legali, ma ci sono un mucchio di attività dove si suda e vengono le vesciche: spazzare il piazzale dagli aghi di pino, tagliare l’erba, tagliare la siepe, imbiancare, spostare materiale, pulire gli archivi.

viene a casa lurido, stanco e pieno di bolle sulle mani.

al pomeriggio ripetizione, matematica inglese e italiano di terza media, non vogliamo anticipare l’anno ma rafforzare le competenze di base: poi un’ora di studio personale e finalmente un paio d’ore per uscire con gli amici.

poi gli aspetta una settimana in romania, in un campo rom a fare animazione alla mattina e lavori edili al pomeriggio……

insomma è andata così: me lo aspettavo ma vederlo scritto è stata dura. speriamo che serva a farlo maturare perchè come genitore spesso mi sento impotente. ma di sicuro mi costringe ad essere migliore.

 

Annunci

21 risposte a “professori entusiasti chiedono il bis

  1. Ma è una notizia bellissima Emily. Se passava non faceva un Tubo e passava l’estate à cazzeggiare e col cavolo che si rendeva conto e col cavolo Che te Mida lo metteva à lavorare. Situazione win win, cosa vuoi di più da quel ragazzo?

    • è stata dura x mio marito accettare di portarlo in fabbrica ma x fortuna ho trovato il compromesso; lunedi viene l’elettricista x mettere le plafoniere nuove all’impianto elettrico e lui lo aiuta, così impara qualcosa di utile, adesso sta riordinando l’archivio degli ordini….insomma, almeno nn dorme tutto il giorno!

  2. Mi sembra una soluzione ottimale.
    Vedrai che gli servirà a dire “cavoli che spasso studiare, a confronto del lavoro di questì’estate….”

    In bocca al lupo!

  3. Ricordo ancora l’estate della bocciatura in IV ginnasio. I miei furono particolarmente abili: se fosse stato per me me ne sarei stata chiusa in camera mia a diventare ancora più depressa. Ma invece non cancellarono la “vacanza studio” che avevano prenotato e partii per studiare l’inglese, anche se a Malta è stata solo vacanza. Sono tornata con una nuova consapevolezza (anche se nel subconscio): c’è sempre un posto adatto a noi. Io ho scelto di non cambiare scuola ma solo sezione. Il resto, beh, è storia! Tuo figlio che farà? Ti auguro di trovare la forza di non sentirti delusa e di avere ancora fiducia in lui.
    A me mica mandarono il telegramma…dovetti dirlo io a casa…che esperienza! Beh, l’ho superata dopo una decina d’anni!
    In bocca al lupo (anche per il corso di francese!) e scusa, prolissa come sempre

    • i miei hanno sempre usato umiliazioni e punizioni x i miei insuccessi scolastici e io mi sono sempre detta che avrei fatto diversamente. tutto questo che sta facendo mio figlio fa parte di un percorso che ha deciso lui, e di questo ne sono fiera. nn vede il lavoro come punizione ma come mezzo x raggiungere qualcosa,,….e sii prolissa che mi piace tanto quello che scrivi!

  4. Io gli (e ti) auguro che questa estate gli dia una nuova consapevolezza, non è facile pensare in prospettiva alla sua età ma il lavoro può di certo aiutarlo. In bocca al lupo!

  5. In bocca al lupo, state facendo la cosa giusta. Sono curiosa di sentire i racconti del campo.

  6. Da come scrivi sembra che il processo di maturazione sia già cominciato…in bocca al lupo per tutto!

  7. la bocciatura era attesa… E tu carissima, come ogni madre sei un groviglio di emozioni. Sai di dover agire per il suo futuro in maniera decisa anche se in un angolino del tuo essere vorresti abbracciarlo…così va bene.. Imparerà… speriamo

  8. Aveva bisogno di “questo ” forse, e bene ai lavori, si impara qualche cosa e sopratutto si capisce… niente sensi di colpa, hai fatto il possibile ora tocca a lui…

  9. il titolo del post è meraviglioso ..

  10. ti posso chiedere che tipo di campo è quello in romania? dove posso avere info? mio figlio non è stato bocciato ma ce lo manderei comunque a fare una esperienzia “diversa” grazie simona

  11. Come si dice, le vie del Signore sono infinite… e probabilmente questo ‘stop’ scolastico si rivelerà un momento di maturazione assai più efficace di una promozione per il buco della serratura.
    Un augurio grandissimo!!

  12. mandalo pure da me che fra spese, casa da tenere in ordine, piedi gonfi da massaggiare e lamentele gratuite da ascoltare, te lo raddrizzo io in un attimo questo figliolo!
    ;))
    Tu però metti subito a tacere quella vocetta che ti bisbiglia nell’orecchio, eh… sì, non fare la gnorri, quella che continua a suggeririti che potevi fare di più…

  13. mi sembra che gli abbiate creato un buon periodo per capire cosa vuol dire sudare, guadagnarsi qualcosa, e fare ciò che è sua responsabilità cioè rimettersi a studiare sul serio. secondo me questa bocciatura aprirà atteggiamenti nuovi.
    vi auguro che sia solo l’inizio affinchè il prossimo anno si rimetta con la volontà di farcela e bene!
    avete fatto benissimo e quel telegramma dice tutto!

  14. Sicuramente per un genitore è durissima da accettare e comprendere, eppure ci sono momenti nella vita in cui una sonora bocciatura (qualsiasi sia il campo in cui la si subisce) può fare davvero bene, dare quella scossa positiva che finalmente fa decollare ciò che non riusciva a spiegare le ali.
    Lui ha la fortuna di avere alle spalle una signora Famiglia che gli impeditrà di perdersi e credo che una seconda chance gli possa essere concessa (anche se questo non vuole nè può essere un consiglio), chiarendo al di fuori di ogni dubbio e di ogni equivoco che questa è veramente l’utlima!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...