mammadicacca

stirare non è un lavoro che mi tedia come cucinare, però diciamocelo, ho altri modi migliori per passare il tempo. Fino all’anno scorso i ragazzi si stiravano la loro roba, ma da quando figlia grande è andata a vivere a trento ho ricominciato a stirare tutto io, altrimenti mi rimangono montagne di panni spiegazzati in giro per casa: figlio piccolo ovviamente vive in casa ma si è velocemente adattato al cambiamento…..

io entro nella sua camera, appoggio sul mobile la pila di maglie, jeans e maglioni debitamente stirati, per poi ritrovare la medesima pila o per terra oppure stipata a forza dentro un cassetto.

apri il cassetto e la roba giace scomposta.

urli, arrabbiature, ricatti…questa cosa va avanti da mesi.

allora l’altro giorno ho fatto così: ritiro la biancheria e comincio a dividere la sua roba: ne faccio un bel mucchio, la prendo a bracciate e gliela do dicendogli di metterla dentro i cassetti.

“mamma?”

dai, penso, dimmi che non è stirata che ti dico che tanto non c’è differenza quando arriva nei tuoi cassetti, che il mio tempo è prezioso, che non mi diverto a stirare, che l’elettricità costa, che mi fa mal di schiena….

“questi jeans son di mia sorella”

“ah ok, dammeli qui”

grrrrrrrrrrrrrrrrrrrrr

poi ho avuto l’ingenuità di raccontare questa cosa a mio marito: TRAGEDIA

sono una mamma di cacca che non ha cura del proprio figlio.

non so se prendere a calci nel culo il padre o il figlio

Annunci

39 risposte a “mammadicacca

  1. Direi tutte e due sono uomini!

  2. lavitasecondolapuff

    tutti e due. Rosalba mi ha preceduta 🙂

    Io ho questa procedura: apro l’armadio del PG, noto la roba accartocciata, lancio la roba accartocciata per terra in mezzo alla stanza e aspetto che PG la rimetta al suo posto. Riapro l’armadio, e se la roba è mal messa, daccapo.

    Questo lo fa inkazzzzzzzare come un caimano, ma evidentemente non abbastanza per evitare di appallottolare jeans e magliette……………

  3. Senza dubbio entrambi non ci sono scuse!

  4. Tutti e due, ovvio. e con calcio ben assestato! Poi abbracciarli forte 🙂

  5. tutti e due, così nessuno si offende!

  6. come zia Cris….io se digito Quisonolibera2 su google da qualsiasi pc o cellulare mi apre quello attuale….:OO

  7. mi hanno preceduta ovviamente tutte e due 😉 con Prince gli faccio la pigna stirata gliela metto sul letto e lui in perfetto ordine la stessa pigna l’ apoggia sul fondo dell’armadio

  8. Smetti di stirare, è terapeutico. per il lavoro ti compri un paio di twin sets, tanto chic e profescional signora mia (il colleir finteperle se vuoi te lo regalo io) che con le tettone che tirano si stirano addosso da soli, idem pantaloni elasticizzati col culone e tu stai a posto (ho un bel modo di dirlo, vero?)

    Per il resto chi si sente spiegazzato stira, o piega o ci sta attento. Fallo per due settimane lamenta un’ allergia, un tunnel carpale, dolori lancinanti ogni volta che afferri il ferro da stiro (combinazione di movimento e peso, dai retta, con lo stesso movimento puoi afferrare il manubrio del motorino, ma non il ferro da stiro), lamentati, di che non ce la fai torna a casa e stravaccati e fai alti lai quando devi cacciare la roba dalla lavatrice invocando il maschio di casa. Tieni duro e fai tanto yoga per superare le due settimane, inspira, espira e dovrebbe bastare, anche se tu hai in casa due paraculi e magari non ci cascano subito. E fallo perchè è educativo, saresti una madre di merda a lasciar correre. Vai.

  9. La stessa situazione si verifica a casa mia. Li devi prendere a calci tutti e due e con forza. Mio marito dice, anzi pontifica, quando è di buon umore, che la colpa è mia in quanto anche io sono disordinata; quando è di cattivo umore, perchè è stanco di dedicarsi ai suoi interessi ,mentre io dopo il lavoro penso a tutto il resto ,dice che io sono “esaurita”. I maschi andrebbero eliminati all’origine!
    La prof!

  10. Anche da uomo è difficile darti torto…
    Eppure sono certo che la comparsa di questa morosina porterà qualche cambimento positivo in tuo figlio.

  11. smetti di stirare pure per Re Mida. e fra la sua biancheria infilaci pure un paio di pantaloni di Figlia Grande… visto mai che almeno lui non se ne accorga e cerchi d’indossarli…

  12. Picchia duro emily!
    Scusa se non ti ho seguito tanto ultimamente, ma scrivi sempre, non riesco mai a stare in pari!

  13. Io ho ceduto da tempo. stiro.. e so che sarà tutto vano. Devi vedere i vestiti da lavoro del marito che lavo e stiro. Il lunedì li caccia a palla nello zaino…

  14. Finito di leggere il post li ho immagini tutti e due (i tuoi maschi) e tu che gli sferravi un bel calcio per uno! Poi mi sono resa conto di non essere stata per niente originale.
    E anche i consigli dall’Olanda non sono niente male: teatralità, ironia e tenacia potrebbero essere un mix vincente, non ti pare?
    E poi riprendiamoci il diritto di gestire il nostro tempo (e i nostri vestiti) come ci pare!
    Chi sceglie di stirarseli, chi di ammucchiarli da qualche parte, chi di occuparsi SOLO dei propri…
    Molte volte è il senso delll’obbligo a renderci recalcitranti.
    Ciao!

  15. la mia tredicenne fa esattamente come tuo figlio. prima le sistemavo sempre tutto. da ieri sulla sua scrivania c’è ancora la pila di vestiti stirati e il suo armadio…. bè, sembra sia scoppiata una bomba. e sto pensando anche io a qualche rimedio drastico, e sopratutto perché vorrei ci tenesse alle sue cose… quindi, lascia stare re mida, tu prosegui, oppure ricomincia a farti aiutare con lo stiro. prima o poi devono crescere anche in questo. mi piacerebbe trovare una formula anche per mia figlia. ma la vedo dura, le ho provate tutte. e al mattino si arrabbia se la maglietta ha due pieghe (inevitabili nel marasma)

    • Trilly, posso dirlo da ex figlia disordinata? Lascia perdere il discorso: vorrei che ci tenesse alle sue cose. Se adesso ha 13 anni avrà tutto per la testa e per gli ormoni, tranne darti retta, anzi, rischi che arrivi lo splendido periodo della complicità e dell’ opposizione, montagne russe, signora miaaaaaaa, 9solo Emily che ha la figlia nata Dalai Lama secondoo me non le ha mai avute, sbaglio?) ti toccherà armarti di tanta pazienza, il mio consiglio è di non sprecarla per le cose esterne che ce ne saranno abbastanza di interne su cui darle puntelli e sicurezza. Se tu ci tieni per prima, vedrai che passata l’ ondata ci arriverà anche lei. E anche qui, aspetta che si trovi un moroso o cominci a parlare di vestiti con le amiche, e vedrai come ci arriva da sola a tenerci, ripeterglielo adesso rischi che si stufi e le scatti lo spirito di contraddizione.

      Poi a 13 anni, scusate, ma io stiravo e lavavo i panni dei miei genitori, che la mattina uscivano di corsa, la sera tornavano tardi, ci vogliamo rendere conto che questi figli non sono neonati? (Infatti per questo ho il rigetto, vado di twin set e pure le camice al maschio le stiro poco, anche se sono quelle che pagano il mutuo. E po i io per prima devo inculcare ai figli di aiutare, stiamo ancora lavorando su apparecchiare/sparecchiare).

      Insomma, il nostro dovere di edicatrici nei confronti di marito e figli consiste anche in: a) farli arrangiare da soli, ogni tanto e b) se si permettono di spiegazzare le cose che stiri con tanto amore farglielo notare, avvertirli e la prossima volte gli si danno piegate ma non stirate e che tirino loro le conclusioni. aiutare ni, va bene, ognuno si divide le attività in casa come crede, ma rispetto per il tempo, il lavoro, la fatica e l’ amore che una ci mette mi sembra il minimo sindacale.

  16. entrambi, ma ti suggerirei di coltivare il piccolo, obbligandolo a stirarsi le cose, vedi come cambia poi la solfa, sopratutto se arriva la fidanzatina…

  17. Niente di meglio di formare una “catena di responsabilità”.
    Calci in culo all’uomo ogni qual volta il bimbo vandalizza la roba stirata.

  18. Mia madre è ordinatissima. “Ogni cosa al suo posto ed un posto per ogni cosa” è il suo motto. A casa ero breavissima, odinatissima, tutto bello in ordine nei cassetti e negli armadi. In assenza di mia madre, a 15 anni stiravo le camicie di mio padre.
    Poi sono andata via di casa. Non stiro da 10 anni, l’ordine non so più dove stia di casa, i vestiti si ammucchiano un po’ qui ed un po’ lì. Pessima donna di casa, ma vuoi mettere la soddisfazione *_*

  19. hai messo il dito nella piaga.
    sono tornata a alavorare fuori casa, quando i figli sono stati grandi.
    nonostante ciò lavo e ritiro e piego.
    montagne di vestiti dei 3 “bambini”, 3 maschi di casa.
    dopo litigi a non finire ho deciso di lasciarli dove si vedono, quindi si ammucchiano o sull’asse da stiro sul divanetto davanti le stanze..per mesi e mesi !!!
    ma lì rimangono. ogni tanto una piccola rivoluzione e crollo delle pile, per tirare fuori qualcosa che era al fondo…
    e per quanto pieghi e sistemi e persino qualche rara volta, colta da insopprimibile pietas/sensi di colpa, stiri, e cambi posto per far notare che son belli stirati,.. non c’è verso, la via dei cassetti non la prendono mai…magari ributtati sulla pila dei non-stirati, magari anche in malo modo, che vanifica tutto il lavoro.
    non so come siamo arrivati a questo punto, orribile, ma i 3 “bambini”, di 23 27 e 65 anni NON CONOSCONO l’uso degli armadi e dei cassetti!
    è veramente sconfortante che le donne si debbano sobbarcare tutto il peso delle faccende domestiche, è veramente assurdo.
    ed io non sono che una tra le tante, che ce ne sono che stanno anche peggio di me.
    forse se me ne andassi capirebbero. no, già provato. andata e tornata. ma la situazione è sempre la stessa.

  20. Figliolina di 13anni???!!! La mia ne ha quasi 25, esce di casa che sembra una principessa mentre nella sua camera sembra sia scoppiata l’atomica. Io continuo a stirare per tutti, da quando HO DECISO che il mio lavoro É la casalinga, mi sembrerebbe di non assolvere a parte dei miei compiti se non lo facessi.

    Che poi sia educativo non ci metterei la mano sul fuoco 😉 ma d’altro canto vedo che quando deve fare le cose le fa e pure bene, quindi ho deciso di fregarmene. Stiro, porto la pila in camera ed esco rapidamente. Fino a quando dalla camera non usciranno creature animate me ne frego.

    E se questa é la figliola, figurarsi con il titolare di cattedra …. se non gli faccio notare che ha i pantaloni impataccati (e solitamente non dico niente) quello manco li toglie per metterli a lavare, altroché ….

    E dunque? insomma io stabilisco il limite, gli altri si aggiustino. Il giorno che dovessi decidere che il limite é PRIMA del ferro da stiro penso che agirei di conseguenza

  21. non ho mai capito mia mamma che si arrabbiva se non era in ordine la camera e mi butta va le cose… ma che diavolo: é camera mia no???

    con la mia famiglia cerco di tenere un profilo di laissez faire….. quando arrivano amici riordinano di loro spontanea volonta… altrimenti qulche volta metto in ordine, qualche volta (spesso) cé un gran disordine….

    stiro il minimo indispensabile… mio marito (quasi sempre) piega le cosa che non sono da stirare (col cavolo che mi metto a stirare asciugamani e mutande…e pigiami….) ogni tatno si fa aiutare dalle bimbe…. raramente lo faccio io….

    insomma micaperchL siamo donne siamoschiave… certo se siamo a casa certi lavori ci toccano (come toccherebbero a loro se fosero a casa loro)… ma se lavoriamo dvono dare il loro contributo….

  22. Quoto Mammamsterdam e sostengo l’importanza di stirare il minimo possibile. Maglie e jeans, mutande e calzini, felpe e asciugamani si piegano e si stirano da soli con la forza peso… a casa nostra rimangono solo le camicie del marito e le poche cose di tela. Noto altresì che nella pila (a volte raggiunge il metro cubo, ma solo perché non viene attaccato il ferro per 4 settimane) le mie cose sono in proporzione del tutto minoritaria. Però anch’io difetto nel far gestire il guardaroba al 14enne, lamento il suo disordine e per ora non ci ho ho ancora messo mano seriamente. Davvero Emily, stira poco che fa male alla salute!
    NB: quando mia mamma m’insegnò, a 14 anni (a mia sorella no, chissà perché) stiravo per tutta la family in cambio di 5000 lire. Allora stiravo assolutamente tutto, come ancora fanno a casa dei miei, ma poi ho capito.!

  23. udite, udite!
    convivo con uno dei rari esemplari di maschio che stira e che si rilassa pure nel farlo, peccato che ultimamente sia sempre al lavoro per cui lo faccio io, ma avrò pietà di lui ancora per poco, perchè sto schiattando.
    Faccio notare che a casa dei suoi non sapeva nemmeno apparecchiare la tavola, ma appena sposati io ho parlato chiaro “in questa casa c’è anche da lavare e stirare”, scegli cosa vuoi fare……fare le lavatrici era troppo complicato e così ha scelto il ferro da stiro, mi restano camicie e pantaloni eleganti, ma vuoi mettere trovare stirato tutto il resto??

  24. sono moglie di un militare,quindi da parte di mio marito l’ordine regna sovrano,Poiche’ è uscito da casa a 16 anni è praticamente autonomo.Al limite,se non gliele stiro io le camicie le porta in tintoria.Ai miei due rampolli stiro io e poi lascio le cose sul loro letto.In genere la mattina dopo trovo tutto messo a posto.Dimenticavo,non apro mai i loro armadi quindi se dentro c’è una caverna non lo so.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...