uso esclusivamente religioso

anni fa per obblighi familiari sono stata a cena da un vescovo della zona.

forse sarò una ingenuotta, ma ricordo con stupore la villa pazzesca del prelato: era inverno ma nel giro turistico nel parco intravidi anche una piscina…..quello che mi colpì fu la galleria dei quadri, lunghissima, illuminata e riscaldata, e il personale di servizio, tutti con la tonaca. Sapevo dei suoi frequenti viaggi in sudamerica, ma vedere con i miei occhi quanto spreco e quanta ricchezza mi aveva stomacato

adesso il governo vuole affrontare lo spinoso problema delle imposte sugli immobili della chiesa: quello che non tutti sanno è che la chiesa possiede centinaia di alberghi, ristoranti e pizzerie, soprattutto a roma, su cui ha degli esercizi esclusivamente commerciali: non credo nemmeno che si dovrebbe discutere su questo, le tasse vanno pagate eccome: ma è quella frase che ho sentito che mi ribolle dentro: saranno esentati gli edifici che sono ad uso esclusivo religioso

un mese fa circa ero a un funerale: il prete ha detto una tale manica di idiozie da fare dire a tutti, all’uscita; “se quando muoio c’è ancora questo prete vi prego di cambiare parrocchia…..”

vado con la vedova a salutare e ringraziare il prete per lo splendido servizio; la mia amica chiede se “può” fare una donazione alla chiesa per “ringraziarlo” della messa: lui risponde serafico nella sua faccia da tolla che sono 200€, niente assegni, grazie.

io volevo sputargli addosso, altro che contanti.

ecco perchè metterei le tasse su tutti gli immobili della chiesa, perchè l’uso “esclusivamente ” religioso non sanno nemmeno cosa è

Annunci

15 risposte a “uso esclusivamente religioso

  1. come idea in se, a me non dispiace – niente tasse su un luogo di culto. e’ che in italia lo strapotere della chiesa cattolica e la commistione centenaria di attivita’ commerciali e religiose la rovina.
    qui in uk quando ho firmato il contratto d’affitto standard, c’e’ una clausola che dice piu’ o meno (dovrei andarlo a rivedere se vuoi dettagli) che il padrone di casa deve darci due mesi di preavviso se dobbiamo andare via (e viceversa se vogliamo andare via noi), ma che se la motivazione e’ istituire un luogo di culto.. nel nostro appartamento, allora puo’ darci solo un mese. qui ci sono agevolazioni, pero’ il concetto di luogo di culto non e’ cosi’ monotematico come in Italia, (a marzo andro’ ad un matrimonio e non so nemmeno se la cerimonia sara’ religiosa o civile. non ce l’hanno detto, e non ha importanza)
    Gio (Edinburgh)

    • beh nn c’è nemmeno da paragonare il senso religioso degli inglesi con quello degli italiani ( e io apprezzo decisamente quello pragmatico degli inglesi!)
      interessante questa clausola del contratto, nn la conoscevo proprio

  2. Ci sono pochi preti che si salvano, io ne conosco solo due uno è il cappellano del carcere (prima era il vice parroco da noi e quando c’era lui l’oratorio era il luogo di ritrovo di TUTTI i ragazzi, via lui via l’unione al’oratorio) l’altro invece è un padre Marianista che da anni lavora in Africa, una persona favolosa che pensa sempre ai suoi bambini la gente del paese cerca sempre tramite la sua famiglia di fargli arrivare offerte, spesso quando muore una persona invece di prendere dei fiori diamo l’offerta per una messa a lui che sicuramente ne fa buon uso.
    Gli altri? lasciamo stare, predicano la carità e l’umiltà e vivono nel lusso, certo non tutti, ma se ne salvano in pochi

    • anche io conosco delle persone eccezionali, soprattutto frati.
      sono persone che da sole col loro carisma e la loro personalità fanno la parrocchia; altri le disfano…….

  3. E’ un argomento questo che mi tocca profondamente, ed in qualche modo mi divide.
    Da una parte mi irrita profondamente il comportamento che ha buona parte del “popolo dei fedeli”, che predica bene e razzola malissimo. Laici e religiosi. Ce ne sono, ne conosco tanti e più ne sento o ci ho a che fare più mi bolle il sangue nelle vene. Sono gli appartenenti a questa categoria che mi han fatto allontanare dalla chiesa, e disgraziatamente son quelli che fan più scalpore, dal momento che per parlare male, anche a ragione, c’è sempre fiato ed occhio per accorgersene mentre le cose buone passano spesso e volentieri in sordina.
    Dall’altra c’è proprio chi le cose buone le fa in sordina, nel suo piccolo, perchè crede in qualche cosa e la porta avanti zitto zitto, prendendosi spesso e volentieri tutte le responsabilità e nessun merito. Di questi ce ne sono tanti, ma tanti davvero, ne conosco io in prima persona. Son persone, laici e religiosi, che si dan da fare, che sono realmente aperti al prossimo, che non fan proselitismo, che si adoperano per il bene comune anche a discapito del proprio a volte. Sono i primi che soffrono intensamente quando vedono, e lo vedono ben da vicino, quanto la chiesa si stia dando la zappa sui piedi da sola.
    Trovo sacrosanto che la chiesa paghi l’ici per gli immobili commerciali, ed era ora veramente, per molti differenti motivi.
    Però Emily, non dire che il luogo di culto non sanno nemmeno cos’è con questa generalizzazione, perchè credimi, davvero, la maggioranza lo sa bene e si sforza di portare avanti un messaggio ben differente da quello che vien così aspramente pubblicizzato (a volte anche a sproposito)

    • ottima argomentazione! non cadiamo in banali e spocchiosi luoghi comuni che lasciano spazio solo alla polemica!
      Se vogliamo discuterne è necessario farlo con spirito critico, tenendo in considerazione tutti gli aspetti, altrimenti è inutile, anzi pericoloso!! ( vedi l’astio del commento sottostante!)
      Buona giornata.

    • carissima hai ragione! e la penso anche io così: fa molto scalpore il male, il bene invece nn si racconta.
      ho scritto il post xkè sono ancora incaxxata con quell’idiota di rpete che ha il tariffario x dire una messa…come se nn fosse il suo lavoro. e poi 200 € mi sembrano una cifra enorme….ma recentemente ho incontrato una di queste persone di cui parli, che fanno del bene senza tanti clamori, e ti assicuro, sta facendo la differenza nella mia vita. ne parlerei se nn fosse che ho paura di venire riconosciuta. ma credimi, lo so bene che ci sono tante persone stupende!

      • E’ vero quel che dici, a volte una persona sola cancella nel nostro spirito gli errori (a volte orrori!!) di altri cento imbecilli! è per questo infatti che la chiesa è così lacerata al suo interno, e immagino la sofferenza di tanti religiosi che vedono la rovina pepetrata per mano dei loro colleghi!! come qiello della tariffa obbligatoria, però credimi io ho assistito al contrario: matrimonio ( in chiesa) al massimo della spesa, tripudio di fiori ovunque, ristorante super trendy e viaggio di nozze da favola ( niente da dire, ognuno fa quel che vuole con i suoi soldi, al massimo si mette in dubbio il buon gusto, ma è un altro discorso) e la busta per la parrocchia, che comunque ti offre anche un serivzio, con sacrista stipendiato che aiuta a preparare la chiesa ( pulizie, apertura al fiorista, tovaglie, ecc. ecc.), conteneva 15€ !!!! Io ero in imbarazzo per gli sposi!!
        Basta ora, più ne parliamo e più gli diamo importanza!
        Buona giornata.
        Marina

  4. Ed oltre al problema della esenzione/evasione dell ICI degli alberghi, ristoranti, etc ecclesiastici e le altre attivita’ economiche connesse… ed oltre all’evasione relativa a tutti i soldi che si pretonzi si smazzano in contanti senza rilasciare alcuna ricevuta.

    OLTRE a quello… non dimentichiamo che questa massa di delinquenti e pedofili in tunica nera … si beccano

    Esenzione fiscale totale per le parrocchie e gli enti ecclesiastici
    Finanziamenti alle scuole paritarie cattoliche private ( per centinaia di milioni di euro )
    Si beccano l’ 8 per mille dell IRPEF !!!
    Si ciulano i contributi regionali per gli oratori ( per fortuna non in tutte le regioni)
    NON PAGANO L’ACQUA ( il Vaticano e’ in contenzioso a Roma con ACEA per risarcimento per 20 anni di servizi, circa 50 miliardi di vecchie lire, approssimativamente 25 milioni di euro )

    In piu’ si inchiappettano e maltrattano sistematicamente i bambini, ragazzini, gli invalidi, le persone bisognose che sono nelle strutture gestite da “religiosi”

    Io comincerei quanto meno a riformare i patti lateranensi… e a far pagare le tasse a questa manica di farisei e pubblicani.. altro che storie, la stragrande maggioranze di quei fancazzisti in sottana nera, sono peggio di quelli che giocavano a dadi ai piedi della croce per spartirsi i vestiti di Gesu’.

    • questa dell’acqua nn la sapevo ma immagino che sia vera! io dico solo che sono stata 12 anni in una struttura di suore enorme, inserita nel centro città con un parco all’interno: a parte la preghierina alla mattina questo posto era un luogo commerciale a tutti gli effetti…..

  5. un paio d’anni fa ho letto La Questua di C. Maltese. Dice tutto quello che c’è da dire. Ma fa venire un mal di fegato…

  6. Quello che è sbagliato è il concetto di base, il concetto stesso che la questione sull’ ICI della Chiesa sia “spinosa”.

    Spinosa un par di ciufoli!
    Allora io voglio che diventi “spinosa” anche io fatto che io debba pagare il canone RAI. O il bollo auto, per dire. Che mica ci produco reddito, con la tv e la macchina. E quindi?

    Per il resto non mi dilungo: è già stato detto tutto.

  7. io mi ricordavo dal Vangelo la frase “si dia a Cesare quel che e’ di Cesare, e a Dio quel che e’ di Dio”, proprio in merito al pagamento delle tasse. Mi sa che Cesare e’ stato aggirato da troppo tempo ormai 🙂
    Anche se i luoghi di culto fossero esenti, di roba da tassare ce n’e’ tanta…. basta che non vengano creati improvvisamente luoghi di culto all’interno della villa con piscina 🙂 (brutta battuta, e me ne scuso, ma efficace per rendere l’idea)

  8. Io non farei pagare le tasse ai ricoveri per senzatetto,per le casefamiglia,alle mense per i poveri,per quelle case che accolgono mamme con bambini che non ce la fanno da sole…la Chiesa i soldi ce li ha,questo problema non dovrebbe nemmeno essere posto!

  9. sai che non avevo visto il post??
    Io forse qualche tassa la farei pagare…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...