aria natalizia cercasi

che periodo assurdo, mi sto avvitando su me stessa e devo ballare a un ritmo sempre più frenetico.
ho qualsi finito le visite, stamattina esami del sangue e lunedi ginecologo: poi porto tutto all'oncologo e si ricomincia . ma non mi lamento, soprattutto dopo aver saputo che ieri hanno fatto il funerale a una signora che hanno operato nel mio stesso periodo l'anno scorso……

con figlio piccolo sono semplicemente esaurita: oscillo tra voler controllare anche l'aria che respira e lasciarlo nel suo brodo primordiale in attesa della bocciatura, che verrà per forza perchè i risultati sono pessimi.
la cosa che mi stressa con lui è che ogni giorno si ricomincia: se fissi la regola che il cellulare lo deve lasciare in cucina quando va a letto, lo fa per i tre giorni che glielo ricordi ma la prima volta che non glielo ripeti lui se lo riporta in camera, e così con tutto il resto. estenuante

al lavoro mi sento peggio: il mio tentativo di mettere un piede fuori è stato castrato sul nascere, dalla partenza di un progetto a cui ci tenevo moltissimo e che in tutto questo tempo non si era mosso di un millimetro: adesso ha deciso di mettersi in moto, impossibile tirarmene fuori dopo tutto quello che ho fatto.

e stasera cena con gli ex compagni di terza media: 33 anni che non ci si vede!

e sabato compleanno di figlia grande: alla mattina consegna dei diplomi di maturità, sindaco, premiazione e borse di studio per i centini, e io al pomerigigo sono occupata con un progetto di teatro che si concluderà ad aprile.
ma poi devo correre a casa, festa di compleanno e ragazze che si fermano a dormire.

domenica si dorme??? seeeeee magari, partita di figlio piccolo a 100 km da casa, l'allenatore mi ha chiesto di portarlo anche se non gioca ancora , martedi togliamo il gesso.

insomma, giornate assurde, fatte di corse e di cose lasciate a metà. sono arrivata a cucinare le cose a step, specie le cose lunghe: accendo la pentola 10 minuti, poi spengo, la riaccendo 4 ore dopo per altri 20 minuti….insomma una bontà…..!!!!!

però una cosa ieri mi ha colpito: la mamma di amico Perfetto mi ha attaccato un bottone della madonna sulle decorazioni di natale…..ma perchè tra poco è natale??? oddio che palle speriamo che passi in fretta, o come dicono i siciliani, calati giunco che passa la piena

Annunci

4 risposte a “aria natalizia cercasi

  1. auguri giunc-a!
    lunedì sono stata ad una conferenza "La gestione del tempo".
    E' venuto fuori che non ci servirebbe avere più tempo a disposizione perchè lo occuperemmo tutto ugualmente senza lasciare tempo per noi stesse.
    Lo sospettavo, ma sentirlo dire da uno "del ramo" mi ha avvilito un pò.
    La sgradevole sensazione di sentirmi tirata per una manica e poi per l'altra, e poi sapere di non aver accontentato tutti…mi toglie il fiato e anche la voglia di volermi bene. E pensare che era proprio questo l'impegno preso con me stessa ad inizio anno.
    Non ci sono riuscita.
    Buon fine settimana, nonostante tutto.
    LA LUNA NERA

  2. In effetti la gestione del tempo e' sempre stato un cruccio degli iper-attivi .. e anche dei non iper-attivi… si tende sempre ad usare ( o anche a sprecare ) tutto il tempo possibile.

    Il buon vecchio Giovanni Spadolini che Dio l'abbia in gloria.. diceva sempre che avrebbe desiderato tanto giornate di 48 ore invece che 24 .. e lavorava, studiava e/o scriveva, prendeva appunti per i suoi libri, discorsi, etc.. spesso e volentieri fino alla mezzanotte. Insomma si faceva un cubo cosi' e non bastava mai.

    Ho notato che il tempo non basta mai, comunque lo si usi. Anche se ci si deve rilassare non basta mai. Anche per dormire, in vacanza, nel gioco, nel momento dello scazzo totale ed universale. Insomma la questione principale non e' tanto la quantita' perche' alla fine si riuscirebbe comunque ad usarlo/sprecarlo tutto e se ne sentirebbe ancora la mancanza. L'arte d'oro inarrivabile, difficilissima, preziosa, il sacro graal .. e' il Time Management… che bella parola.. la "gestione", strutturazione, schedulazione, compartimentazione ed organizzazione del tempo che si ha.

  3. infatti è questo il punto.
    Il relatore ha diviso un quadrato (cioè il tempo) in 4 parti:
    1-cose urgenti e importanti ,
    2-cose urgenti (che a volte possono lo stesso essere delegate),
    3-cose importanti (che quasi sempre possono essere delegate),
    4-riempitivi (cose di quasi nessuna importanza e che spesso facciamo solo perchè ci soddisfano per la loro estrema facilità).

    Alla fine basterebbe seguire quest'ordine ma non è quello che vogliamo davvero, evidentemente, visto che ci ritroviamo spesso ad aver assolto i punti  3 e 4  a svantaggio di 1 e 2. E quì si parte a scoprire le cause: sensi di colpa che affiorano se si dedica tempo a se stesse, bisogno di impregni pressanti per non lasciarsi andare, ecc., ecc.

    Io mi sono fatta già da tempo una mia personale opinione: se non si hanno sogni, progetti da realizzare (e altrettanta stima di sè da ritenersene meritevoli) si continua a cercare quello che non si vuol trovare.
    LA LUNA NERA

    Scusa Emilystar se glielo chiedo io: "chi sei Anonimo del comm.2?" !

  4. Prego Luna Nera..

    Ho dimenticato di firmarmi nella fretta commentatoria…
    son sempre mi .. 

     

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...