ci sono 3 modi per far soldi

a volte la vita può essere molto semplice: una delle ricette magiche è di far fare le cose alle persone giuste. Re Mida piuttosto di fare una telefonata di auguri o altro si sparerebbe un colpo, per me è l’occasione migliore per fare due chiacchiere, tanto per dirne una

io sono stanca di litigare con figlio piccolo: ogni cosa è motivo di scontro e spesso mi incastro in discussioni che finiscono sempre con porte sbattute, voci alzate, musi lunghi.

con un calcio nel sedere e la promessa di non farsi più vedere la scuola media ha buttato fuori il ragazzino: credo che abbia scambiato questo per un successo personale e che questo gli dia diritto a “pretendere” una serie di bonus.
o sono io che lo interpreto così, non so

fatto sta che da pochi mesi ha un cellulare scassatissimo di terza mano, e ogni mese gli faccio una ricarica (facendogliela pesare!!!!) di 5 €, ma lo sciupafemmine ha una decina di intrallazzi (e probabilmente manda lo stesso messaggio a tutte), questa cifra è insufficiente e allora sono giorni che mi stressa per farsi un abbonamento per avere gli sms a pochi soldi.

questo significa che IN OGNI MOMENTO DELLA GIORNATA  e sottolineo ogni, mi parla di questa cosa.
nel giro di pochi minuti il discorso parte da “non sono una mucca da mungere” e si arriva velocemente “sei un fannullone pieno di pretese“….insomma, non si arriva da nessuna parte

ma ieri chiedo l’intervento della cavalleria: mio marito, dopo avermi fatto la ramanzina sul fatto che io do sempre dei giudizi sprezzanti sul mondo e sulle esigenze del figlio, decide di occuparsene lui

siamo a cena. Figlio piccolo viene esortato a spiegare i vari contratti che potrebbero risolvere il problema; ne discutono per un bel pezzo e alla fine ne individuano uno.

“bene, ottimo, mi sembra la soluzione migliore”

figlio piccolo gongola, io fremo…siamo capaci tutti a risolvere i problemi dicendo sempre di si
“hai fatto un ottimo lavoro, ma al tuo business plan manca il reperimento dei fondi…..come pensi di fare?”
“…..”
“allora, ci sono tre modi per fare soldi: rubare, mendicare, lavorare. tu come pensi di risolvere il problema?”

figlio piccolo guarda suo padre, capisce di essere stato messo con le spalle al muro: suo padre non si è incastrato in una discussione sul quanto e sul perchè, come sua madre ( e su questo ormai ha imparato a discutere), e quindi ora tocca a lui.

“allora mendicare potresti andare ai semafori, ma ci sono le bande mi sa che ti fanno fuori, rubare è difficile, io in portafogli non ho mai soldi e tua madre nemmeno, se decidi di lavorare hai una scelta vastissima: tagliare l’erba, portar fuori l’immondizia, dar da mangiare al cane, spazzare fuori, tenere in ordine la tua camera…..se vieni in azienda poi, ti trovo cento cose da fare. ma la cosa migliore sarebbe lavorare per altri, Emily la tua amica non cercava un ragazzino per portare a spasso il cane?”

figlio piccolo prende tutti i suoi tabulati e si ritira nei suoi alloggi. da ieri non ne ha più parlato di ricarica. e io ho trovato la soluzione per smettere di arrabbiarmi…..vittoria!!!!!

Annunci

18 risposte a “ci sono 3 modi per far soldi

  1. scusa, ma quanti anni ha? 5euro in un mese mi sembrano troppo pochi mamma mia  😦 e che avrà chiesto mai!!! ha una paghetta?

    emy

  2. EMY mio figlio ha 13 anni ma io nn ragiono nel senso assoluto sul poco o tanto: sarebbero pochi se fosse spesso da solo e del cellulare dovesse farne un uso necessario, ma x mandare cento sms a cento morose diverse 5 € sono anche troppi….

  3. Ehi, la prossima volta che sento lamentele su re Mida devo ricordarmi di questo post 🙂
    Grande!

  4. Emily…..tuo marito è un grande! memorizzo il post e lo metto in un cassetto memoria.

  5. >>con un calcio nel sedere e la promessa di non farsi più vedere la scuola media ha buttato fuori il ragazzino: credo che abbia scambiato questo per un successo personale<<

    Emilystar.. chiunque tu sia… qualunque sia il tuo nome.. anche fosse Asdrubala Rossi in Sciancalepore da Anguillara Veneta … sappi che hai sbagliato tutto nella vita.. tu non dovevi occuparti di markette .. cioe di marketing… dove darti all'avanspettacolo ! 

    Uah ah ah hahah H HA H H 

  6. Anonimo, manco tu con Asdrubala non scherzi e ci hai pure quasi azzeccato.

    Cocca, l' ideale sarebbe in effetti che si mettesse a lavorare, che costte in giro tipo il cane dell' amica sarebbe fantastico.
    Mammamsterdam

  7. boh. non lo so. noi non avevamo paghette, lavoravamo in casa, ci si accontentava di quel che passava la mamma. il babbo ogni tanto bignè o ceffoni. lo so che i tempi sono cambiati. ma i ragazzi hanno troppo, che siano studiosi, furbetti o lavativi. il troppo non è formativo. desiderare e continuare a desiderare invece sì. ma io sono vecchia credo.

  8. La mitica  Asdrubala Rossi – Sciancalepore .. chi non ha mai avuto almeno una Asdrubala o una Gaetanina in classe al liceo .. io conoscevo una Egle ed una Clotilde …

    vabbe' ammetto che non siamo agli stessi livelli … comunque sono bei nomini di tutto rispetto anche quelli.. 

  9. Vedi Emily, gli uomini hanno un approccio molto più concreto, noi siamo sempre emotive, ma il do-ut-des deve essere in tutto e per tutto una filosofia di vita  per la vita!  Nulla ci viene mai dato gratis, deve imparare anche lui che ogni cosa dobbiamo guadagnarla!

  10. Concordo con #7.
    Comunque tuo figlio mi è simpatico e penso che nella vita se la caverà molto meglio di tanti ragazzini studiosi (anche se io preferisco avere come figli quest'ultimi: meno faticosi!!!).
    L'aproccio di tuo figlio nel richiedere l'aumento della scheda non è stato corretto. Se lui prima si offriva di dare una mano poi sarebbe stato molto più semplice chiedere ed ottenere una risposta positiva. Mia figlia piccola (8 anni) si rende sempre disponibile ad andare a prendere pane e giornale al negozio attaccato a casa o a riordinare la sua camera e poi viene a fare cassa!!!!
    Lorma

  11. Mi solleva scoprire che ci sono ancora genitori consapevoli che nella vita bisogna guadagnarsi ciò che si desidera e che trasmettere ai figli questo messaggio li aiuta a crescere.
    Di marmocchi, adolescenti e giovani abituati ad avere sempre tutto, subito, gratis e senza fatica ne abbiamo già troppi…
    Bravi Emily e ReMida!

  12. LGO  un marito ogni tanto ha il suo perchè ehehehehe

    AGRI  te nn capiterà, il tuo ragazzo nn ha la stessa faccia tosta!

    uhm ut5 è un caso che hai quasi azzeccato tutto??? firmati la prossima volta…..

    MAMMAM….. per ora ci fa le pulizie in fabbrica, ma correre con la pulitrice nn credo che sia da considerarsi un lavoro!

    ut7 concordo in tutto, anche xkè nn hanno il valore di niente. mio marito spesso gli dice: questa cosa costa come la paga oraria di un operaio, oppure un'intera giornata, xkè è difficile fargli capire che sotto le cose c'è sudore. x nn parlare poi degli amici che hanno di tutto e sembra che sia normale….

  13. però trovo che sia una buona cosa fargli fare qualche lavoretto con un compenso. si capisce in parte la fatica di guadagnare, e la soddisfazione di avere qualche soldino a disposizione.
    io ho passato estati a fare lavoretti… per mio padre, e con il senno di poi mi è servito ( e non era per qualche brutto voto, anzi)

  14. qualche lavoretto extra, ok, ma secondo me non e' giusto retribuire qualcuno per 'tenere in ordine la propria camera'. O avete un cameriera/e, o se no ognuno e', mi immagino, responsabile per le proprie cose. Se no si passa l'idea che tener dietro alla propria roba sia una tale cosa straordinaria da essere retribuiti quando la si fa. Specie per un figlio maschio, nella spesso maschilista italia, mi sembra controproducente.
    ciao
    Gio (Edinburgh)

  15. Carissima Asdrubala Rossi in Sciancalepore,

    Finalmente codesto blog ha un nome ed un cognome credibili… emily era troppo banale … non so se ci ho azzeccato anche se credo di no.. ho aperto il dizionario tascabile dei nomi assurdi e poi ho tirato ad indovinare per quel che riguarda i paeselli sfigati dell'entroterra veneto.  

    Ut.5 

  16. siete orribili!

  17. Le mie figlie (15 + 13) avevano una paghetta settimanale, e avevano sempre spese supplementari che dovevo coprire io.
    Un mese ho segnato cosa avevo elargito ed era, per noi, molto più di quanto loro meritavano, visto che a casa non facevano niente o poco.
    Adesso hanno una lista di cose settimanali da fare, se non li fanno niente paghetta, non mi interessa se la grande per mangiare deve attingere  ai soldi che riceve al compleanno.
    Anche noi se non lavoriamo non guadagniamo, e io all'età della grande avevo già cominciato a lavorare e con la mia paga dovevo cavarmela da sola.

  18. mi sembra la soluzione migliore!!!Anche perchè adesso è in vacanza che fa sennò tutto il giorno??!!?!?!?!?Approvo!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...