mamma, non sono come tu mi vedi

è notte, sono in macchina con figlia grande che chiacchieriamo e ridacchiamo: stiamo aspettando l'autobus organizzato per portare gli studenti delle quinte alla mitica festa di fine anno. Lei è mortificata perchè ha bisogno di un passaggio anche per tornare indietro (alle 3 di notte) ma io taglio corto, se lei non può guidare la sua auto e non posso immaginarla in motorino col vestitino corto, l'unica è alzarsi e venirla a prendere

arrivano alcune sue compagne di classe, noi scendiamo e una ragazza le dice:

"ma di cosa stavate parlando che vi sentivo ridere? io in auto con mia madre non resisto due minuti, poi lei comincia ad urlarmi e io vorrei buttarmi fuori in corsa"

"ehhhh piacerebbe anche a me sgridarla ogni tanto questa benedetta ragazza, ma non saprei proprio di che lamentarmi!"

"signora guardi che io sono come sua figlia, è mia madre che mi vede diversa. Non ci crede? Senta anche sua figlia ogni tanto prende dei voti sotto il 7 no?"

"beh, anche qualche 4 in fisica…."

"appunto, e sua figlia non medita il suicidio ogni volta perchè sa che voi non usate i voti per vietarle di uscire o di fare qualunque cosa…scommetto che anche la camera di sua figlia non è in ordine vero?

"uhhh per carità, ha cataste di vestiti e libri dappertutto, …"

"ecco, ma sono sicura che lei non entra come una furia con un sacco della spazzatura oppure prende le cose e le butta giù dalla finestra no? e il mangiare….se lascio qualcosa sul piatto parte la tiritera che sono troppo magra, che sono ad un passo dall'anoressia, che finirò con una sonda nel braccio….lei fa così con sua figlia? è metà di me!"

"le metto un piatto normale, senza esagerare, quando ha fame mangia anche se, fosse per lei si dimenticherebbe di farlo, ma l'anoressia è una cosa diversa…"

"appunto. io non bevo, non fumo e non ho nemmeno un ragazzo. sono stata rimandata una volta in greco ma me la sono sempre cavata bene. eppure per mia madre sono una ragazza impossibile, un vero tormento. ecco, quando vi vedo insieme vi invidio, glielo dico sempre a sua figlia, vorrei che mia madre avesse la stessa stima che ha lei per sua figlia, vorrei vedere la stessa fierezza….io non sono come lei mi vede, ma voi non potete capire….!"

Allora ripenso alla riunione con le mie ex compagne, dove mi sono meravigliata che tutte avessero di me un ricordo di "brava ragazza" mentre per mia madre in quegli anni ero una vera Bad Girl.

eh capisco mia cara, capisco benissimo

(per la cronaca alle 3 di notte le ho riportate io tutte a casa, perchè sono arrivate chiaramente un po' brille. ma come fanno gli altri genitori ad andare a letto tranquilli in queste situazioni?)

Annunci

26 risposte a “mamma, non sono come tu mi vedi

  1. E scommetto che su Facebook hai come amiche tutte le amiche di tua figlia?! Dimmi che nn mi sbaglio?!
    😀
    Robby152

  2. ehm….ROBBY in effetti si ma ti assicuro che sono loro che mi hanno chiesto la'micizia e soprattutto ho accettato dopo aver chiesto il permesso di mia figlia. mi sembrava un'intromissione antipatica, però mi sembrava altrettanto antipatica rifiutare. però mi astengo dal commentare quello che scrivono, mi sembra di essere un'impicciona

  3. tu sei stata vaccinata da tua madre
    non idealizzi tua figlia, la accetti per com'e' e la lasci libera

  4. in effetti è così MAMMAOGGILAVORA, ma se devo essere sincera mia figlia mi piace proprio, nn devo sforzarmi di essere fiera. mentre ho dei problemi enormi col piccolo, chissà se nn sto facendo gli stessi sbagli di mia madre?

  5. Gli altri genitori considerano terminato il proprio dovere dopo che hanno sfrantecato i figli, perchè infieriree andando pure a [prenderli?

    Ah, Emily, che cosa dura fare i genitori e fare i figli.

    mammamsterdam

  6. Commento globale degli ultimi tre post:

    1) l'aria condizionata è il male dei nostri giorni, non ho mai sentito tante pleuriti e polmoniti estive come negli ultimi dieci anni; io a casa non ce l'ho (è un investimento economico che ancora non ci siamo permessi privilegiando di volta in volta qualcosa d'altro, vacanze soprattutto!) e anche in Studio l'accendo più per deumidificare che per creare l'effetto Polo Nord.
    P.S.: dormi completamente nuda? Volgio le prove!!!

    2) E' bellissimo scoprire come da un avvenimento brutto e negativo sia nata una cosa bellissima e positiva come questa amicizia che ti darà un'ulteriore linfa in tutto quello che farai e affronterai in futuro; tenetela streta e impreziositela più che potete questo nuovo tesoro che è la vostra amicizia

    3) E' molto più facile fare il genitore che urla, sbraita e critica asetticamente che fare il genitore responsabile che alle tre di notte va a recuperare i figli che hanno meritatamente festeggiato la fine di una bellissima avventura!
    Da settembre potrai concentrare tutte le tue forze ed energie sul figlio piccolo e vedrai che scoprirai di riuscire a vederlo e trattarlo come figlia grande: ci conto!

  7. Sono tranquilli tanto sanno che c'è chi ci pensa

  8. Mah!!! Certi genitori sono troppo lassisti, ma altri (come la mamma di questa ragazza) sono un vero incubo! Poi capisci da dove vengono fuori tutti i complessati… mio marito è uno di questi, povero lui! Ciao da Dolly. 

  9. Spesso è questione di carattere…con mia mamma vado d'accodo ci adoriamo,ma rispetto a mio fratello ho un carattere peggiore,e sono disordinata,caotica…quindi piu' criticata…da ragazzina credevo che non mi "apprezzasse" ma la verità è che ero molto di quello che diceva,solo che non me ne rendevo conto e anche io mi vedevo diversa…i figli vanno accettati per quello che sono,poi gli vanno date delle dritte per migliorarsi,soprattutto per l'autostima!!Vedrai che anche con figlio piccolo le cose miglioreranno!

  10. Allora: purtroppo anche a me tocca il passaggio in macchina figlia e compagne… perora un po' prima delle tre, visto che l'età è querlla che è.
    Comunque anche se sono a casa perchè ogni tanto qualche bravo papà le riporta , non riesco a dormire finchè non arriva..

  11. noi non siamo ancora arrivati alle uscite di sera.
    non oso pensarci, davvero, so che mancherà poco ancora..
    mi dispiace molto per l'amica di tua figlia e il rapporto difficile con la madre, non è semplice il compito dei genitori di adolescenti, ma qualche gratificazione bisogna darla a queste meravigliose ragazze.
    Sono le madri mai contente che mi preoccupano.
    La gente in generale ha da lamentarsi, troppo ultimamente, per i miei gusti.
     

  12. ho riflettuto molto su questo post, potrei essere una di quelle mamme  che vede suo figlio in modo diverso da come lui è? oppure è mio figlio che mi vede come una strega? oppure semplicemente siamo tutti stanchi dei nostri ruoli…..

  13. mia madre durante gli anni del liceo era un incubo, vedeva mostri dappertutto, avevo la media dell'8 e non andava mai bene, non mi ha mai reso indipendente negli spostamenti (vivevamo lontano dal centro) e quando ho iniziato ad uscire pretendeva che fossi a casa alle 11.30 altrimenti era la fine. ovviamente non mi venivano a prendere quasi mai.
    per farla breve una settimana dopo gli esami di maturita' me ne sono andata, prima in vacanza poi all'universita'. non ho mai vissuto a casa con loro piu' di tre mesi. ora andiamo d'accordo ma questa totale assenza di liberta' e compresione mi ha completamente traumatizzata.
    ti ammiro e capisco anche l'amica di tua figlia.
    un abbraccio
    valentina

  14. MAMMAM  durissima. e ti assicura che più crescono e più diventa difficile

    PALUCA  x l'aria condizionata mio marito è finito all'ospedale con una broncopolmonite doppia ma la cosa nn lo ha fermato. nel suo ufficio ci vuole il cappotto (si dormo nuda ma nn è detto che sia un bello spettacolo ihihihih)
    la mia amichetta è verament epreziosa, sopratttto xkè di questa cosa ne ho sempre sofferto!
    e x quanto riguarda i figli, hai ragione. nessuno ha piacere di svegliarsi alle 3 ma credo che bisogna anche capire che una festa così capita una volta nella vita!

    dici ZIA CRIS?  io nn credo, penso proprio che nn ci pensino x niente!

  15. DOLLY io nn so che tipo di genitore sono ma mi rifiuto di sfinire le persone che mi circondano con richieste impossibili….insomma, nn è passato tanto tempo da quando avevo la sua età!!

    MANU hai fatto le stesse riflessioni che ho fatto io….

    ROSE  qui i papà latitano….

  16. Preferisco essere mamma che figlia.
    Ho un bellissimo rapporto con le mie figlie e spesso ricevo richieste d'amicizia dalle loro amiche.
    Invece ho sempre cercato di essere una buona figlia, sono sempre andata benissimo a scuola, non ho mai bigiato, ho lavorato duro, ho un buon lavoro, penso che sto crescendo bene le mie figlie.
    Ma per mia mamma non é abbastanza, sempre li a criticare, cosa che non fa di sicuro con le mie sorelle che le stanno alla larga e ancora meno con i miei fratelli.
    A volte siamo troppo buone, da un po' ho cominciato con la tattica del prendi e vai quando comincia a rompere.
    Lo so che é la soluzione dello struzzo, ma almeno non sento tutto l'elenco delle mie mancanze.

  17. ut 16 (firmatevi!!!!!) come ti capisco. x me era così fino a poco tempo fa e ancora nn mi capacito come mai ha smesso di criticare tutto di me e di colpo sono diventata una figlia meravigliosa. la disapprovazione negli occhi dei genitori è così faticosa da mandar giù, possibile che nn si capisca?

  18. Io non so se sono una buona mamma. 
    Ho un solo figlio di quasi 17 anni e quindi in piena crisi adolescenziale.
    Fino a qualche tempo fa eravamo molto uniti. Poi il rapporto è entrato un in crisi soprattutto per colpa della scuola.
    Io lavoro a contatto con gli adolescenti e vedo come loro in compagnia dei loro amici si trasformino e questo mi ha reso molto sospettosa nei confronti di mio figlio: ho paura che lo faccia anche lui.
    La sera ha iniziato ad uscire , durante l'anno scolastico,soltanto il sabato e la domenica  rientro ore 22.30 –  23.00. Io o mio marito lo accompagnamo e lo andiamo a riprendere tra mille lamentele: lui sostiene che noi lo facciamo sentire diverso perchè non gli diamo soldi a volontà e gli imponiamo questi orari "antichi".
    Con l'estate la situazione è precipitata vuole uscire tutte le sere e rientrare più tardi facendosi accompagnare da qualche amico già patentato.
     Per il momento o lo riprendiamo noi o possono raccompagnarlo  mia nipote o un ragazzo, figlio di amici, all'apparenza molto tranquillo.
     Inutili dirvi la mia ansia.
    La Prof. 

  19. LA PROF…LA PROF!!!! USSIGNUR mi sono vista tra pochissimi anni. lo so che finirà così anche x me e nn so come evitarlo.
    nememno noi diamo soldi e permessi di orari, anche noi non ci fidiamo dell'amico patentato e anche per me l'estate esaspera questa cosa perchè non c'è nemmeno la scusa della scuola.
    ti prego se trovi una strategia anti ansia devi assolutamente condividerla, credo che mi aspettano gli anni più duri e se dico che riampiangerò questi……aiuto

  20. oi. sono stata amica prima di madre. quasi mai problemi con lo sparso. (mai stato bravo a scuola, mai studiato troppo, mai troppi sport) ma obbediente sul resto, niente richieste assurde. regalo. brutta pagella. regalo restituito al negozio. va bene mamma, avete ragione.

    a 16 anni la prima rispostaccia, uno shock per me, ma anche per lui. nervosismi che ci facevano male.io che ero sempre altrove. a seguire sorella, madre, altro. stava crescendo e non aveva nessuno con cui confrontarsi. io che ero un punto di riferimento ero diventata la nemica, il padre non c'era mai stato. ci abbiamo messo urli e sofferenze. ma abbiamo recuperato.

    sono sempre stata quella che andava a prenderli. e adesso che ha la patente è lui che guida perchè è l'unico della compagnia che non beve. le sue prime volte alzato dino a tardi le ha fatte con me. la sua prima volta all'alba…me ne sono accorta all'alba per fortuna. adesso se sento una sirena prima mi accerto che lui sia vivo, poi respiro.

    sono stata abbastanza concisa?
    ah, non gli abbiamo mai detto bravo. abbiamo iniziato dopo che ha vinto un premio nazionale di grafica a guardarlo con occhi diversi. ma continuamo a criticare quello che non ci va bene di lui,

  21. Oggi pomeriggio per rilassarmi stavo leggendo Famiglie di Francesca Comencini e questa frase mi ha colpito come un pugno nello stomaco:
    "…per lo strano impulso che hanno le madri a essere crudeli con ciò che dal grembo si è staccato un giorno, e se ne va in giro per il mondo con la pretesa di esistere non come volevano loro".
    Inultile dire che il relax è svanito e il mio cervello è in continuo movimento analizzando ogni mio stato d'animo e ogni mia azione. 
    I miei sensi di colpa sono alle stelle.
    Voi che ne pensate?

  22. Ho dimenticato la firma scusate.
    La prof.

  23. Io posso parlare da figlia, visto che madre non sono.
    Da bimba non ho mai avuto grossi problemi con i miei, ma è vero che ero la classica figlia modello brava buona obbediente e chi può ne ha più ne metta. Con il senno di poi posso dire che mi caricavo incosciamente di responsabilità non mie in effetti.
    L'adolescenza, mamma mia, un periodaccio. Mi sentivo sola, incompresa, diversa da tutto il mondo (tranne la mia amica che mai smetterò di ringraziare). Niente strilli particolari, ma continui no alla maggior parte di tutto quello che i miei compagni di classe facevano. No a ballare la domenica pomeriggio, no a uscire la sera, no ai concerti, no alle feste (e quando era sì mi venivano a prendere alle 11.00 quando andava bene, mentre gli altri a quell'ora appena cominciavano a divertirsi). Con il senno di poi posso anche capire le loro scelte, considerando anche l'anno in meno mio rispetto ai miei compagni (ho fatto la primina). Fatto sta che è stato un mezzo incubo. Non che non gli piacessi io come persona o che avessero qualcosa da rimproverarmi, voti a parte. Credo che la nostra fosse la tipica crisi adolescenziale.
    Finita la maturità siamo andate in vacanza la mia amica ed io (a dire tutta la verità ci andavamo tutte le estati da quando avevo 15 anni, sole solette nella nostra casa al mare), tipo lo stesso pomeriggio dopo i suoi orali. Tre settimane, e gli son tornata a casa una persona completamente differente, che non sapevano da che parte prendere.
    E da lì abbiamo ricostruito un rapporto splendido, fatto di complicità e rispetto, e soprattutto di conoscenza ed intesa reciproca.
    Quello che però secondo me è importante, quello che volevo sottolineare è che anche in quel periodo tremendo che è stata la mia adolescenza (che per inciso non rimpiango affatto e che no nrifarei per niente al mondo) non mi è mai mai mai mancata la sensazione di essere accettata, al di là degli sbaruffamenti e delle reciproche prese di posizione. E ho sempre saputo che avrei sempre potuto contare su di loro.
    Ecco, scusate il papiro, ma ci tenevo proprio a metterci anche il punto di vista di una che è stata adolescente da relativamente poco ^_*

  24. ciao emily , è la prima volte che mi affaccio ai tuoi post ma quest'ultimo è bello: l'ho letto e riletto, e sai quanti insegnamenti mi hai dato!
    grazie per questo, ritornerò a trovarti
    un abbraccio cenerentola

  25. uhm (MDV?) se sei tu ho proprio bisogno di conservarti come amica per un bel po' di anni…io nn credo di sopravvivere a tutto questo senza dare i numeri, davvero nn ce la posso fare

    LA PROF  mi hai fatto venire i brividi, ma azzzzz nessuno te lo dice prima che è così difficile. sembra una cosa naturale essere madri e invece x tutta la vita devi fare i conti con i tuoi gesti.

  26. ALAHMBRA  l'adolescenza finisce a 40 anni ormai….. grazie di aver raccontato la tua esperienza, mi piace tanto vedere come hanno affrontato quest periodo.
    razionalmente capisco che è necessario una rottura tra genitori e figli se si vuole maturare, dall'altra la temo, ma nn xkè ho paura di perdere il controllo, è solo che odio litigare e soprattutto con chi amo ( con gli altri no, mi diverto se devo essere sincera….)

    CENERENTOLA grazie! mi hai scritto delle parole molto lusinghiere, ma siamo tutti qui x imparare! tu nn hai idea di quanto mi da la condivisione con perfetti sconosciuti che lasciano il loro pensiero…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...