vieni via con me ( a fare il “signor” emilystar)

parecchi anni fa ho iscritto l'azienda a un'associazione di categoria. Re Mida ha la socialità di una medusa ma a forza di spingerlo ha cominciato ad occuparsi di alcune cose e nel giro di pochi anni era dentro al consiglio direttivo.

un paio d'anni fa ho cominciato ad occuparmi dello stand dell'associazione visto che anche la nostra azienda partecipa alle fiere e me ne occupo io….nel giro di due anni sono stata assunta e poi eletta come vice presidente e il presidente insiste perchè io mi candidi per il suo posto ( ma non ci penso proprio)

per un po' siamo andati avanti che io lavoravo per l'associazione e Re Mida firmava le mie carte, perchè risultava lui nell'organico, ma dopo l'assemblea nazionale questo novembre hanno deciso di togliere il suo nome e mettere il mio

una gran soddisfazione, devo ammetterlo, in un mondo così maschilista come l'associazione di categoria, godo della stima di tutti (anche troppo) e si aspettano sempre miracoli da me…..comunque la prima cosa che ho fatto è stata di far entrare nel direttivo altre due ragazze (eheheheheh) e il gruppo così fatto lavora benissimo.

venerdi prima riunione del direttivo dopo l'assemblea nazionale: più di qualcuno mi chiama e parte la battuta: ma come l'ha presa tuo marito che l'hai buttato fuori? ma lui viene lo stesso? ma te lo porti dietro almeno per portare la borsa?L'autista viene? e via di questo passo

quello che non capiscono è che mio marito scoppia d'orgoglio, non si sente sminuito da questo. nell'associaizone ho sempre fatto io di più, è giusto che sia riconosciuto.
però a forza di dire queste idiozie un po' cominciava a scocciarsi…
arriviamo in albergo e la prenotazione è a nome mio….alla reception si confondono e lo chiamano col mio cognome…
al ristorante avevamo un tavolo prenotato a nome mio e si confonfono e lo chiamano col mio nome….
nel tavolo della riunione c'era il mio nome e si confondono e lo fanno sedere al mio posto….
insomma in breve tempo è diventato il "signor emilystar" nel senso che lo chiamavano col mio cognome.
e ogni volta mi fissava, tra il divertito e lo scocciato

però siamo stati bene, ci volevano proprio due giorni fuori di casa

questo è un periodo allucinante, Re Mida lavora con un ritmo folle, ogni settimana fa 15 ore al giorno compreso il sabato e la domenica. è pieno di magagne dappertutto, gli si gonfia l'occhio, la costola gli duole, il tendine della caviglia lo fa zoppicare, ha un dente distrutto, gli sta venendo un eczema sulle mani (sembra allergia a qualche solvente). quando arriva a casa crolla sul divano e si addormenta, in tutte le posizioni, ieri sera si è seduto sul letto per slacciarsi le scarpe e si è addormentato.

e lunedi comincio le terapie ed è convinto di accompagnarmi lui tutti i giorni……!!!

Annunci

7 risposte a “vieni via con me ( a fare il “signor” emilystar)

  1. vuole accompagnarti per sedersi su quelle belle poltrone comode e riposarsi un po'…

    Alle è in gran forma, nn scriveva perchè un pc solo è poco ed era già litigato tra Marito e Cris

  2. Siete stati bene. Al diavolo i nomi.

  3. Che cosa vuoi che ti dica? Che il lavoro per noi uomini è importante, a volte fondamentale, ma che voi siete la ragione della nostra vita e che quando state male ce la facciamo addosso molto più di voi anche se non dobbiamo e possiamo farlo vedere?
    E che te lo dico a fare, tanto lo sai già…

  4. Io direi che meglio di un marito orgoglioso non c’è niente. Che bello che abbiate passato due giorni belli! E portalo con te alle terapie, ne avrete bisogno entrambi!

  5. quanto ho cominciato a leggere questo blog mi chiedevo cosa ci avevi trovato in quell'uomo, perché te lo eri sposato…

    ma ultimamente è sempre più evidente, anzi, chiaro come il sole direi!!!

    Un abbraccio
    Monica

  6. però un pochino infastidisce che non potesse essere la parte femminile dei due quella che "comandava" non per l'albergo, non per il ristorante, neanche per il convegno. l'orgoglio di tuo marito purtroppo non è orgoglio nazionale. 

  7. Sai quante volte mio padre è stato chiamato signor Bassi perché mia mamma si ostinava (giustamente) a farsi chiamare con il cognome da nubile in un periodo in cui invece c'era la convenzione contraria?
    Lui ci rideva su, e sicuramente lo farebbe anche Luca se gli capitasse. Però ti confesso che, quando mi chiamano "signora Xxxx" (cognome di mio marito), un po' di fastidio lo sento. E fai conto che il mio cognome non mi piace proprio!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...