a morte quelli che sfruttano i sensi di colpa dei genitori

alcuni anni fa ho avuto un’esperienza allucinante con una psicoterapeuta. ho deciso di raccontarla, forse servirà a qualcuno per essere più accorto con questi “professionisti”

qualche anno fa, figlio piccolo è in seconda elementare, le maestre mi dicono che ci sono problemi di comportamento: il rendimento era alto ma spesso si lasciava andare a crisi di rabbia e di violenza (tipo sbattere per terra l’astuccio e insultare la maestra), e succedeva puntualmente con quelle maestre, magari supplenti oppure di passaggio. con le maestre canoniche problemi non ce ne erano (persone tra l’altro eccezionali)
mi consigliano di farlo vedere per capire se ci sono problemi

chiedo consiglio alla mia stupenda pediatra che mi consiglia senza alcuno indugio una professionista nella grande città

portiamo figlio piccolo per fargli fare dei test, e alla fine di questi (che noi non abbiamo mai visto) ci dice che la situazione è grave, bisogna cominciare la terapia. Tutte le settimane figlio piccolo, una volta al mese (o forse due non ricordo) noi genitori. 50  € (poi 70)alla volta, mai visto una ricevuta
io con una lucidità che non mi appartiene (io di solito parto all’evventura senza calcolare troppo le conseguenze) dico subito che non sono pronta. Sapevo benissimo che all’inizio mio marito dice “partiamo” ma nel giro di poco sarebbe diventato un “parti“, nel senso che poi l’onere di accompagnarlo su e giù dal paesello alla grande città (70 km di traffico infernale) sarebbe toccato a me e che queste cose non si sa mai che fine hanno, insomma non voglio iniziare

Re Mida mi salta alla gola, mi taccia di essere una pessima madre che non è capace di fare nessun sacrificio per i figlio, non c’è da meravigliarsi se siamo arrivati a questo punto (ho già detto che mio marito è stato per quasi tutti questi vent’anni insieme uno stronzo arrogante?) ed è ovviamente supportato dalla dottoressa che annuisce gravemente

sono in trappola, si comincia

ovviamente come avevo immaginato il problema di andare e tornare è mio, figlio piccolo si oppone a questa cosa che non capisce e che lo stanca, passo il mio tempo a cercare di inventare modi per indorargli la pillola.
in quegli anni avevo ricominciato a studiare per la seconda laurea e lavoravo a tempo pieno, erano salti mortali, sono andata lo stesso anche con la febbre alta, un piede slogato, la macchina in prestito….insomma, un periodo orrendo durato 4 anni. già, 4 anni.

e in questi 4 anni quante volte Re Mida mi ha dato il cambio portando il piccolo?
NESSUNA
cosa abbiamo concluso dopo questi anni?
NULLA
cosa abbiamo speso senza mai vedere una ricevuta?
UNA FORTUNA

Per non parlare della frustrazione che mi prendeva ogni volta che ci andavo con mio marito: dico solo che una volta arrivo e le dico: abbiamo deciso di separarci (io lo avevo deciso, mio marito faceva muro di gomma) e lei risponde serafica: metta da parte i vostri problemi personali, prima dovete risolvere quelli di vostro figlio. (sempre perchè sono una pessima madre….)

???????

la mia tattica è diventata quella del silenzio, andavo a questi colloqui e stavo zitta. nulla esprime di più il mio disprezzo del silenzio. uscivo furibonda, volevo strangolare mio marito e questa sanguisuga, finchè l’estate che figlio piccolo ha finito la quinta ho trovato la forza di dire basta
dico a questa donna che non ho più intenzione di portarlo: lei mi copre di sensi di colpa e mi dice CHE HA APPENA COMINCIATO A LAVORARE CON MIO FIGLIO ( DOPO 4 ANNI???) e che se mollo ora buttiamo via tutto, mio marito mi insulta dicendo che sono una pessima madre.

io rispondo ad entrambi che faccio solo quello che ritengo giusto, se mio marito non è convinto non fa altro che prendersi l’incarico di portarlo lui. punto
usciamo e Re Mida non mi parla per giorni

non serve che lo dico, ma non porterà MAI una sola volta il figlio dalla dottoressa

a distanza di tempo e con tanto lavoro su di noi, arriverà a dire…..quanto tempo e quanti soldi buttati

ecco perchè non volevo ricominciare, ma stavolta siamo stati fortunati. speriamo bene!

Annunci

12 risposte a “a morte quelli che sfruttano i sensi di colpa dei genitori

  1. Infatti sembra che anche remida sia diverso. Posso dirti che ho attraversato 4 mesi così anch’io tre anni fa? E mi sentivo una iena sola, che guidava per 50 km con una figlia affranta dietro ed io per nulla convinta. Guarda, un’esperienza che ci ha portato al nulla e che mi ha fatta sentire un’incompetente di madre e basta. Ma per te ora è tutto diverso, ti auguro tutto il meglio e il positivo che possa scaturire da questo percorso! ;)))

  2. sono una tua lettrice poco commentatrice…io sono solo una figlia ma ti posso dire che con la mia prima psicoterapeuta – una signora meravigliosa e fantastica – quando le ho detto: ora pausa. Lei ha sorriso e ha detto "lo so. quando vuoi io sono qui". Poi dopo qualche anno sono andata in analisi e ci ho messo un anno e mezzo di sensi di colpa (che lei mi instillava) prima di lasciarla…avrei dovuto fidarmi del mio sesto senso. Solo che si impara solo con il tempo…e forse questa volta hai trovato sulla tua strada la persona giusta!

  3. Ma… denunciarla? Da noi un medico, alla minima denuncia di questo tipo (riguardo l'evasione, non tanto per incompetenza) viene silurato da tutte le sue attività di docenza e di ospedale. Oltre al fatto che la fama si sparge.

  4. Emily, tu sai che io ho fatto i salti mortali e tutti i percorsi piu assurdi prima di decidermi ad andare io da una psicologa che però per prima mi ha detto che quando lei è stata in analisi per anni con il tipo bacchettone che non vedi e non ti parla aveva un po'di perplessità su questo approccio e che apposta si è specializzata in interventi brevi, che servono a darti gli strumenti per aiutarti da sola.

    A questo punto ho cominicato, mi sono presa una pausa e quando sono stata pronta le ho chiesto una collega per il figlio, che adesso non vorrebbe smettere di andarci e anzi si stressa perché sa che stiamo per finire la terapia che lui vorrebbe continuare (fino a che non va in pensione? Spero di no).

    sulla gente che mette i sensi di colpa ai genitori si può scrivere un'enciclopedia, ma parafrasando il tuo titolo allora dovremmo magari suicidarci collettivamente perché i primi siamo noi. Se fossimo sereni e convinti non ci faremmo incastrare da chi ci vuole insinuare la nostra incapacità di genitore.

    Per questo devo dire che tutte le mie terapie più o meno alternative sono servite esclusivamente a darmi sicurezza in questo, che il mio istinto di madre funziona e che sono in grado di stabilire io quando ce la possiamo fare da soli e quando ci serve un intervento esterno (per esempio ricordi il colloquio recente con la maestra di figlio piccolo? Ecco, io non sto facendo nulla, gli dò il suo tempo e gli dedico un pochino più di attenzione, il padre la domenica ci fa i compiti o leggono e via e secondo me già fa molto meglio).

    Noi siamo i migliori specialisti per i nostri figli e lo specialista ci serve solo per ricordrcelo e darci qualche strumento nei lor cnfronti oppure aiutarci a rassicurarci noi.

    Mammamsetrdam

  5. Che brutta esperienza

    La psico dalla quale andavo io l'avevo trovata puntando a caso il dito nelle pagine gialle e mi era piaciuta la sua voce al telefono.

    Finito io con Marito eravamo andati perchè un Prince treenne ci sembrava ingestibile e preso da qualche turbe psicologica, invece lei con una sola seduta ci ha detto che il bimbo era un normale treenne e che dovevamo solo imparare noi ad essere autorevoli e capire il suo punto di vista.
    Però mi rendo conto che siamo stati fortunati purtroppo anche nei giornali si sente parlare di persone poco serie e che andando a toccare la mente delle persone creano danni

  6. Non ho esperienza in tal senso e non posso commentare appropriatamente (a parte ogni discorso sulle ricevute NON emesse da tutta una categoria di (?) contribuenti, visto che faccio il commercialista) però posso dirti che pubblicare post di questo tipo come hai fatto tu è sicuramente utilissimo, a tutti! Grazie.

  7. Pero' Emily io mi dico anche che non bisogna mai dimenticare che ci fanno sentire in colpa nella misura in cui noi ACCETTIAMO di sottoporci a questo giudizio.

    Io non ti conosco piu' di tanto e soprattutto non ti conoscevo allora ma mi vien fatto di pensare che anche senza questa disastrosa esperienza alle spalle oggi tu saresti molto piu' attrezzata per mandare a spigolare costei che molto probabilmente vi aveva preso per i finanziatori della sue costose vacanze o forse del suo dentista …

    E l'essere piu' attrezzata potrebbe andare dall'essere una donna piu' matura e piu' consapevole dei suoi mezzi all'avere un rapporto piu' equilibrato con il tuo compagno e via elencando.

    E questo a prescindere da quanta preoccupazione destino i comportamenti di numero due.

    /graz

    PS piu' parli di Re Mida in questi termini e piu' penso che sia mio cognato. Sei sicura di non essere mia sorella? 😉

  8. Mamma mia che stronzo patentato, per non parlare della dottoressa… che incubo 4 anni di su e giù spendendo una fortuna e risolvendo… cosa?
    LaStancaSylvie

  9. ci sono dottori che ci amrciano ah se ci marciano e hai fatto bene a dire no, anzi avresti dovuto farlo molto prima!!

    speriamo in bene con questa nuova, incrocio le dita per te!!

  10. ILMARE  ma tu ti sei svegliata dopo 4 mesi io ci ho messo 4 anni x raccogliere il coraggio e oppormi a questa cosa. nn riesco a perdonarmelo

    AMANDA ma tu sei giovane io sono un'attempata mamma avrei dovuto difendere mio figlio da questa situazione. e invece mi sono limitata a rosicare x 4 anni.

    LANTERNA  ci avevo pensato ma x una denuncia ci vogliono le prove. e poi lei ho scoperto cheè molto stimata, finriei x rimetterci io di sicuro.

    MAMMAM….. quanto hai ragione. in quel periodo ero la più assurda delle madri e delle mogli, forse pensavo di dover espiare e i sensi di colpa mi stavano bene. ci penso da un po', devo trovare ua spiegazione x la mia codardia di quegli anni

  11. Sì, oggi non avresti più la possibilità di denunciarla. Fai conto comunque che anche solo la denuncia le avrebbe rovinato la piazza: i medici di cui ti parlavo sono stati assolti, ma non lavorano più.

  12. Ciao mi chiamo Eli, commento poco ma ti leggo semrpe.
    Io non sono madre, ma ho fatto psicoterapia diverse vlte (da adulta) e ti assicuro che in 4 anni i risultati ci devono essere, soprattutto in un bambino, che e' molto piu' recettivo di un adulto e prone al cambiamento. Sarebbe dovuto essere una fine e non un inizio. 
    Inoltre e' vero che cmq fra di voi c'erano dei problemi (tuo marito che era assente e criticava te senza poi aiutarti, tu che volevi fare la super-mamma e la super-moglie dimostrando cmq segni di disagio) e ti assicuro (da figlia) che i bambini sono delle spugne nell'assorbire i disagi della famiglia!!! (quindi i vostri problemi personali sarebbero dovuti essere in cima alla lista delle cose da discutere!!!).
    Ma la pscoteraputa avrebbe cmc dovuto aiutarti nel vedere queste cose e non criticare, cosa che in generale uno psicoterapeuta non dovrebbe mai fare. Dovrebbe anzi essere il posto dove ci si apre senza giudizio!

    L'unica cosa che mi sento di dirti (da figlia) pero' e' che da genitore non e' facile fare psicoterapia (lo vedo nei miei genitori) perche' devi accettare che cmq i problemi di tuo figlio potrebbero derivare anche da un tuo comportamento. Fatto con tutto l'amore possibile, che magari era la cosa migliore che potevi fare in quel momento, e tutto il resto, ma hanno segnato tuo figlio. Devi imparare a perdonarti quelli errori (che fanno tutti i genitori) ed andare avanti. Lo vedo nei miei quanto non sia facile e capisco, pero' prima lo fai e meglio e' per tutti voi!

    Un caro saluto!
    Eli  
        

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...