ah! non posso mai saltare le terapie?

oggi visita radioterapica: Re Mida è venuto con me nella grande città dove ho scelto di fare le terapie, andando controcorrente con tutte le altre pazienti che vanno nell'altra metropoli. Non è per fare il bastian contrario, se devo andarci tutte le mattine preferisco la mia città natale, dove conosco tante persone e mi muovo con sicurezza

dopo gli ennesimi esami del sangue (ma quanti me ne fanno?), l'ecografia epatica (subito dopo le ferie, chissà cosa hano trovato, paella e sangria azzzz) e la scintigrafia ossea, oggi finalmente radioterapista

la scintigrafia l'ho fatta venerdi: ammetto che ero un po' nervosetta, questa idea di avere in circolo un liquido nucleare mi agitava abbastanza: per anni non ho preso un medicinale che non fosse omeopatico e da quando mi hanno trovato il tumore continuo ad ingurgitare di tutto… e invece non mi sono accorta di nulla, le infermiere gentilissime, l'organizzazione impeccabile.

c'erano due ore da aspettare e io ero dotata del mio solito libro ma ho conosciuto una simpatica signora che mi ha ricordato immediatamente zia cris, chissà perchè visto che non ci siamo mai conosciute

dopo pochi minuti mi sta raccontando tutta la sua vita.
mi piacerebbe capire perchè le persone che incontro dopo pochi minuti cominciano a raccontarmi di tutto: alla fine quando ci si saluta sembra di conoscersi da sempre

oggi il terapista mi ha spiegato come si svolgerà la terapia: comincerò a marzo e udite udite, non posso mai dire BANDUS!  insomma pensavo che dovendo fare TUTTE le mattine per 5 mattine per 5 settimane……speravo che se ho un impegno alla mattina posso prendermi una pausa e allungare i giorni della terapia….niente da fare, quando comincia  la terapia non si può interrompere.
e l'udienza in tribunale? e la verifica ispettiva per l'iso? e la riunione di confindustria? e la visita all'università di figlia grande? e i colloqui con i prof di figlio piccolo?  E LA MIA VITA?????

poi ci mancava la solita frase: certo signora che è stata fortunata, io non ho mai visto un tumore così piccolo asportato…è incredibile che lo abbiano visto……

insomma ho capito: ho vinto la palma del tumore più piccolo ma vi assicuro che rompe come uno grande!!!!

Annunci

25 risposte a “ah! non posso mai saltare le terapie?

  1. Puoi chiedere di spostare la radio come orario quando hai un impegno al mattino, o almeno a Udine facevo così. Però no, saltare mai, solo se proprio sei costretta a letto. Cinque settimane passano in fretta, vedrai. Io ne ho apena finite sei, credevo fossero eterne e invece sono passate.
    E si, piccolo o grande rompe, il b-tardo. Sembra impossibile.

  2. questo nn me l'hanno detto MAMIGA  mi hanno detto che devo scegliere se mattina o pomeriggio e poi attenermi…però grazie del suggerimento, chiedere nn costa nulla! lo so che passano in fretta, ma è l'ansia di iniziare…!

  3. allora avete quasi ragione tutte e due: inizialmente ti danno un'orario fisso e quello deve essere, ma in via del tutto occasionale (1 massimo 2 volte) puoi spostare l'orario ( a me è capitato per la visita oncologica di controllo e per la firma del mio contratto di lavoro), certo non può diventare un'abitudine se no è il caos. C'è anche un altro motivo: la carica radioattiva che ti fanno, benchè del tutto incolore e insapore, è molto pesante e c'è la necessità di un intervallo di circa 24 ore da rispettare per far si che l'organismo ''digerisca'' lo schock. Dopo le 5-6 settimane della cura le radiazioni continuano a lavorare dentro di te per almeno altri 20 giorni, tanto che sentirai il seno caldo e lo vedrai abbronzarsi come se stessi al sole. io l'ho fatta d'estate e non prendevo mai il sole perchè è vietato mentre si fa la terapia e l'unica parte scura era quella…abbastanza impressionante, vi assicuro !!!
    Tu Emily ora pensa a curarti, la tua vita la riavrai meglio di prima proprio perchè ti sarai curata: lo so, fa rabbia e vorresti fare altro, ma vedrai, passerà presto, non ti preoccupare. Scrivimi se vuoi altri chiarimenti, ciao daniela

  4. grazie DANY  come al solito il tam tam delle blogger funziona benissimo! posso immaginare che ci debba essere un minimo di organizzazione xkè altrimenti ci sarebbe il caos, ma mi spaventa riuscire ad incastrare tutto x 5 settimane. vedremo.
    mi spaventa molto anche la terapia ormonale, aspetto con ansia la telefonata dell'ospedale, nn ho proprio nessuna voglia di cominciarla!

  5. Sono contenta che l'abbiano trovato quando era piccolo. E tutto passerà. Tutto. e tornerai alla tua vita

  6. Oltre alle sagge cose pratiche di Daniela (accidenti, ma sai che manco mi era mai venuto in mente il discorso calore/colore? Mannaggia) vorrei aggiungere che a noi donne con la numbus 2000 ficcata nel cuko, frase della mia coach, che dobbiamo correre correre correre e fare fare fare, forse fa solo bene mentalmente, anche se all' inizio io sclererei. essere COSTRETTE dal nostro corpo e desiderio di salute a metterci al passo.

    Udienza? Se muori non è importante. iSO? idem, date le gravi e giuste circostanze chiedi agli ispettori di venirti incontro loro con gli orari e addirittura spostartela alla fine. Perch`stiamo sempre lì, uno che corre, corre, corre se alla fine l' angelo custode si distrae e si schianta sul guard-rail, qualsiasi impegno importante possa aver avuto da raggiungere vedi che tocca a tutti rimandarlo poi.

    E nn sto dicendo che il discorso morte si applichi a te, che date le circostanze uno magari diventa superstizioso e si scoccia a sentirmi parlare così, è proprio l' unico temrine di paragone che ci serve in casi gravi, il resto è vanitas vanitarum e allora chissene?

    Un abbraccio, non ti psazientire e concentrati tutta sulla terapia e nel resto del tempo fai la principessa per cortesia. Non dirmi che se le cose non le fai tu non pu`ø farle nessuno, anche se in parter è vero, perchè parte della guarigione, a mio avviso, cominica dal cambiare atteggiamento.

    Guarda, io vorrei smettere di fare qualsiasi cosa, puramente a titolo preventivo-sanitario. Magari nel 2011 ci riesco pure.

  7. No, Emily, però quando fai così mi fai arrabbiare. La tua vita ringrazia di averla ancora e di poterci tornare quando avrai finito con la radio. Non stiamo parlando di un ciclo di fisioterapia per la cervicale, ma di una cura che ridurrà drasticamente il rischio di recidive. Se non hai voglia di adeguarti e di mettere da parte il resto, puoi sempre decidere di fregartene e riammalarti.
    Scusa se sono dura, ma questo tuo atteggiamento mi sembra un po' irrispettoso nei confronti di chi la radio la fa per 5 settimane che poi diventano 10 e poi non diventano di più perché ci lascia le penne.
    Non hai avuto l'influenza, hai avuto un tumore e questo è l'unico modo per guarire.
    Ti ripeto, scusami ma non ho potuto trattenermi.
    Un abbraccio

  8. Ecco, Lanterna, era un po'  quello che ho pensato io, ma Emily non è stupida e sono sicura che ci arriva da sola. Sul fatto di fingere di non aver avuto il tumore ma una scocciatura, magari è anche una difesa questa qui, il che non toglie che vada presa sul serio anche se una per consolarsi tende a minimizzare.

    insomma, consolati, sai che siamo con te ma non ti trascurare, nessuno ti dice di entrare nella sindrome da grande invalida di Francia e dionel;iberi diventare ipocondriaca, ma smetti per un pochino anche di farela wnderwoman, perché è un atteggiamento che fa male ai calli.

    Mammam

  9. Mammam, ho scritto questo commento proprio perché do per scontata l'intelligenza di Emily e spero che capisca lo spirito con cui l'ho scritto. Diciamo che, se avessi una sorella e la sentissi dire queste cose, questa sarebbe la mia reazione. Fermi restando la stima e l'affetto.

  10. se posso dirti la mia, sto facendo chemioterapia (vera quella proprio in infusione, orrenda) da tre anni, con pochissime pause in-between, ma ti posso garantire che uno dei periodi più faticosi di questi 3 anni è stata proprio la palla della radioterapia, il fatto di non poter mollare appunto per quelle 5 settimane, mai una volta. questo non per deprimerti, ma per farti sapere che ti capisco, che chi non ti capisce è cretino e che se in queste 5 settimane ogni tanto ti va di sclerare, beh fallo, sei autorizzata. e per il resto. i tumori nani ci piacciono, specie quando vanno fuori dalle balle, proprio come il tuo. un abbraccio forte!

  11. dire che capisco sarebbe pretenzioso, perchè io personalmente non ho problemi di salute, però non sono d'accordo con chiara. ringraziare di non averci lasciato le penne ci sta; dire di essere felici di rinunciare alle proprie mattinate per cinque settimane per fare la radioterapia, bè, credo sarebbe una balla. poi è chiaro che se vai a fare la radio vuol dire che non vuoi riammalarti e che pensi che grazie a dio le cure ci sono, però un bel "che balle" ci può anche stare, no?
    polly

  12. per 5 settimane, per 5 giorni alla settimana questa SARA' LA TUA VITA…
    c'è poco da scherzare…

    un abbraccio,
    Monica

  13. ops, io ho scritto il commento senza leggere quelli prima (povera me) il mio "chi non ti capisce è cretino" non si riferiva assolutamente a chi aveva scritto prima di me per carità, eh. scusate. mannaggiammè che non leggo prima
    scusate

  14. E LA MIA VITA?????  ti chiedi?
    E' proprio per la tua vita che sarai costretta a queste cinque settimane di tortura perchè dopo tu possa tornare a fare tutto quello che hai sempre fatto e a onorare tutti i tuoi impegni di donna, mamma e lavoratrice più serenamente.
    Non posso e non riesco nemmeno a immaginare cosa voglia dire avere un impegno fisso per 5 settimane di questo tipo, per questo ti mando un fortissimo incoraggiamento nella speranza che passino il più in fretta possibile e che con il ritoeno del sole e dei primi tepori di primavera tu possa presto tornare forte e in forma.
    Ti penso con grande affetto.

    P.S.: a breve ti mando una mail piena di domande sulla vita in camper così avrai un impegno in più da onorare.

  15. Pensavo che un giorno, ma io non faccio testo, io partii a testa bassa e le ho fatte tutte difila, come un panzer….
    come ti dicevo…passeranno in fretta, vedrai arriverai alla fine che manco te ne sarai accorta.
    chssà che rompiballe la signora che hai conosciuto…..

  16. ROSE  nn si torna più indietro….qui si cambia vita nolenti o volenti!

    ut 6 (che sembri mammam ma nn ne sono sicura, opto x mamiga di nuovo) lo so che la salute sopra di tutto e che nn muore nessuno, è che come al solito prima di iniziare una cosa mi sembra impossibile di farcela, poi quando sono dentro galoppo e sto zitta ehehehe

    LANTERNA  lo soooooooooo nn mi sgridare che ci penso da sola!!! sono stata fortunata, me lo ripeto in continuazione, ma capperi almeno lasciamo sfogare qui!!! guarda che alle persone che mi circondano sfodero un sorriso e dico: ma è una caxxata!!!!!!

    MAMMAM  che bella questa immagine adesso me la studio, sarebbe bello passare il resto della mia vita a fare l'ipocondriaca ehehehe così tanto x cambiare!

  17. Ehm… no, non sono io l'utente anonimo numero 6. Io ho scritto una volta sola, due con questa.

  18. LANTERNA  ma io lo so ci mancherebbe….

    WIDE  sei un tesoro e invece dovresti farmi sentire una cacchetta xkè queste terapie in confronto ad altre sono acqua fresca….e lo so benissimo, ma sai che ognuno sente il suo e se hai un callo che ti fa male pensi che sia il dolore massimo che puoi sopportare….
    e nn ti preoccupare ci mancherebbe altro che devi leggerti tutto prima di rispondere, ognuno dice quello che gli pare nessuno si offnede tra persone intelligenti!

    POLLY  esattamente. tra andare e tornare mi parte tutta la mattina e ci mancherebbe, c'è chi si ricovera x mesi queste sono sciocchezze in confronto ma cavolo….lasciatemi lamentare almeno quiiiiiiiiiii

    MONICA hai ragione, e poi passato il primo momento di giramento di palle sto già organizzandomi.

    PALUCA  in effetti è solo questoxkè la terapia in se è una sciocchezza. ma è il solito contrasto di sentirmi dire che è una caxxata e poi di programmare terapie così lunghe… scrivimi che mi piace parlare di camper!

    no no ZIA CRIS  era proprio simpatica, una nonna giovane gggiovane innamorata della vita, proprio come te.

  19. grazie MAMIGA  e allora chi è? GRAZ nn mi pare….aghhhhhhhh gli utenti anonimiiiiiiii

  20. Quoooooooooooooto Lanterna, eccome !!! Con lo stesso spirito.
    Silvana

  21. Magari quella di studiarsi bene l'orario più comodo può essere un'opzione, perché credo anche che mantenere gli impegni, fare una vita "normale" nonostante tutto aiuti, no?
    Anche la prospettiva di andare a parlare con i prof di figlio piccolo diventa allettante 🙂

  22. SILVANA la quoto anche io lanterna!!!

    LGO devo scegliere se mattina o pomeriggio e poi devo organizzarmi: le terapie durano 15 minuti, ma tra spogliarsi e rivestirsi e sprattutto l'ora andare e tornare e trovare il parcheggio cmq mi partono almeno 4 ore…

  23. Anche mia madre ha dovuto fare la stessa trafila, anche la radioterapia esattamente come te. Anzi lei è stata la prima ad affrontare questo tipo di terapia e la trattavano come un personaggio. Ma da qui a chiedere giornate di pausa non si può, cinque settimane sono poco più di un mese, passano in fretta. Ma quoto anche io lanterna, pensa alla tua vita, che è molto più importante di due o tre appuntamenti da spostare.

  24. Preciso che la predica viene dal pulpito di una che dopo 3 lezioni del corso preparto ha smesso di andarci perché era troppo sbattimento prendere la macchina, andare a Pavia, parcheggiare… Quindi per carità, lo sbattimento lo capisco eccome. E, se ti vuoi lamentare, va benissimo, noi siamo qui apposta 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...