dimmi come stai

suona il telefono, si alza figlio piccolo

"mamma è per te è la zia"

mi alzo per rispondere, torno dopo mezz'ora

"ma chi era?"
"mia sorella!"
"e che voleva?"
"come che voleva? voleva sapere come sto!"
"ok, lei ti chiede: come stai emily? tu rispondi: meglio grazie!….e poi, che cavolo vi siete dette negli altri 45 minuti??"

ecco, questo è mio marito

però in effetti questa cosa che passo la serata al telefono con mia sorella è strana: per tutta l'adolescenza mia sorella è stata la mia migliore amica: due anni meno di me, l'esatto contrario di me. lei era la brava e io la sciagurata. lei era la santa e io il diavolo. ma ci volevamo bene e ci spalleggiavamo sempre. finchè ho deciso di sposarmi: non ho mai capito perchè, ma ha tradito la mia fiducia nel modo peggiore, facendo la spia a mia madre su tutto quello che stava succedendo
non ci siamo parlate per anni, 20 per l'esattezza. nessuna discussione, a parte una a causa di figlia piccolo, ma una gelida cortesia.
poi è arrivato il cancro (sto diventando brava è? non dico più "situazione", "problema" ma dico cancro) e l'ho detto a lei: l'altra sorella è in un momento di grande fragilità, mia madre idem.
lei si è attivata subito: amicizie, conoscenze, anni di silenzio coperti da telefonate e sms. il giorno della seconda operazione aveva prenotato un viaggio, l'ha disdetto senza tanti ripensamenti. sabato scorso è arrivata ad aiutarmi e ha trascinato anche il marito. precisa, sorridente, efficiente, meticolosa, attenta.

ecco perchè è strano che io stia al telefono con mia sorella tutto questo tempo. Ma l'ho capito da tempo, questa malattia tira fuori il meglio e il peggio delle persone che mi circondano.alcune amicizie sono state delle dolorose scoperte, la loro latitanza mi fa male ogni volta che ci penso. altre pensano che sia l'occasione giusta per saldare qualche conto, immaginandomi a terra e senza energia. però ha riservato anche qualche bella sorpresa, in questo caso ha chiuso un conto aperto da ventanni.

la strada è lunga, chissà che altre sorprese riserverà
 

Annunci

14 risposte a “dimmi come stai

  1. Io non ho una sorella e so quanto mi è mancata, vedendo mia madre con le sue.

    Penso che avendo avuto un rapporto così stretto e tu avendo fatto una scelta molto precisa per Re Mida contro tutti a un'età (la sua) magari in cui una cerca di capire cosa vuole dalla vita e magari chiedersi se paghi fare la brava bambina che corrisponde alle aspettative, vai a sapere cosa abbia scatenato in lei tutto ciò, e poi la gente si incancrenisce nelle situazioni e ci vuole lo scossone grosso per disancorarsi.

    Insomma, non c'entra niente ma mi fa un gran piacere sentirlo.

    Mmmam

  2. Che bella cosa. Nel senso: peccato che debba venir fuori per una malattia, ma secondo me il fatto che tua sorella si sia attivata così significa che non ha mai voluto altro che il tuo bene, anche quando ha perpetrato quello che tu consideri un tradimento (e che lei sicuramente ha visto e vede diversamente).
    Un abbraccio
    Chiara

  3. Penso esattamente come lanterna. Quanto male ci facciamo a volte per dei fraintendimenti stupidi.

  4. MAMMAM  nn lo so proprio che è successo. la decisione di sposarmi ha segnato uno spartiacque nella mia vita, è cambiato tutto quell'anno. mia sorella è stata un lutto che ho dovuto affrontare senza capire le ragioni. una volta lei mi ha detto: stavi facendo una caxxata era mio dovere impedirtelo…avrei voluto sputarle in faccia, avevo 24 anni e sposavo l'uomo della mia vita con cui stavo da 10, mi sembra che nn aveva nessun diritto di decidere x me. mah chissà come stavano le cose. cmq le sorelle sono una gran risorsa

    CHIARA  sicurament ela sua visione della vita è sempre stata all'opposto della mia, ma ho sempre creduto che se c'è rispetto reciproco questo nn era un problema. ma eravamo tanto giovani e stupide allora.

    MEB questo è poco ma sicuro. chiarirsi eviterebbe un sacco di male reciproco inutile

  5. Concordo con Chiara e meb. Nel mio piccolo se posso cerco di parlare (sempre se l'interlocutore è disponibile…) prima di trarre conclusioni.
    Purtroppo mio marito fa esattamente l'opposto e si crea una serie di opinioni spesso assurde – il dramma è che anche di fronte all'evidenza rimane convinto di avere ragione, come diceva Totò " a prescindere":-)

    PS: quando ho letto della ferita infetta….ho pensato anch'io che sei una pessima paziente…mannaggia a te;-)))) (confesso che anche io sono pessima….ma mi consolo perchè la prima cosa che mi è stata detta in ospedale è stata "i colleghi sono sempre fra i pazienti peggiori….":-))

    Simona

  6. Beh, mettiamola così: io a 24 anni stavo per sposare un uomo con cui stavo da 4 anni. Era l'uomo sbagliato, ma ero così piena di me e delle mie convinzioni da non accorgermi.
    Se una mia amica o una persona che mi voleva bene mi avesse detto chiaramente che secondo lei stavo facendo una cazzata e dicendomene anche i motivi veri, forse non mi sarei fermata (meno male che poi è andato tutto a rotoli per via di lui), ma sicuramente avrei saputo che quella mia amica mi voleva bene più delle tante che alzavano le spalle e facevano finta di niente, salvo poi dirmi "eh, ma come potevi pensare di sposare quello lì?".
    Tu ti sei sposata con Re Mida e hai fatto un'ottima scelta, ma tu stessa ammetti di essere stata infelice per tanto tempo. Magari tua sorella aveva intuito questo lato di tuo marito e aveva paura di vederti soffrire. Non ha fatto bene a "tradirti", ma magari ha pensato che fosse un modo per farti riflettere di più.

  7. Non è facile recuperare 20  anni ma, secondo me, "la gelida cortesia" è stata una grossa sofferenza anche per lei e sta approfittando "dell'occasione" per farti sapere che lei c'è, manifestando il suo affetto in ogni modo anche per ripagarti delle sofferenze che ti ha procurato.. Chissà quanti sensi di colpa vissuti in silenzio! Il "meglio" tua sorella ce l'ha sempre avuto ma a volte rancori e orgoglio creano muri invalicabili… alla fin fine è ultrasupersplendido che vi siete riavvicinate… e come si suol dire -meglio tardi che mai!
    Un abbraccione e buon weekend
    Selene63

  8. Cara Emily,
    io da tempo ormai sono convinto che sono le situazioni estreme (belle o brutte) a farci capire chi veramente abbiamo accanto, chi ci ama veramente!

  9. Che bello Emily. Io che ce l'ho da poco anche per la differenza grande d'età con mia sorella, adesso non riuscirei a fare a meno dell'amicizia con mia sorella perchè è un rapporto molto molto particolare e diverso da tutti.
    Sororale amicizia, definiva tempo fa una persona un legame veramente speciale. Speriamo che anche per te questa sia una cosa positiva portata da una situazione negativa.
    Vedi: ogni bambino arriva col suo cestino, ogni situazione porta tante cose…belle e brutte (oddio… scusa sembro… non so chi)

  10. bellissima cosa. dimostrazione del fatto che tua sorella è una persona intelligente, e ti vuole bene.
    probabilmente il vostro legame va al di là di mille stupidi rancori, e nel momento del vero bisogno, eccola.
    siete fortunate, ad avere l'una l'altra, e guarda il lato positivo di questa faccenda: vi siete ritrovate.
    un abbfraccio

  11. cara emily, tutte le "avventure e tutte le disavventure" portano legami positivi e affettuosi e legami che si distruggono, in questo casao specifico tua sorella si é avvicinata  anzi riavvicinata a te, eprché ti vuole bene perché sa che sei speciale…
    guarda il alto positivo della situazione…

    sei stata un po' piu' brava questa settimana?

  12. SUPERTRI  hai descritto mio marito ahahahah cmq io sono stata attenta, ma hanno fatto davvero un pessimo lavoro con la mia ferita

    LANTERNA  io nn ho mai capito il xkè di tanta contrarietà. o forse lo so ma nn mi piace. se fosse stata contraria x il mio bene lo avrei capito, ma in realtà nn è x quello. e della mia infelicità ti assicuro che i miei nn hanno mai sospettato nulla.

    SELENE carissima tu pensi sempre bene delle persone, ma nn riesco a immginare mia sorella macerata dal rimorso….

  13. Ho una sorella e non il nostro rapporto è stato mai semplice.
    Ma nei momenti difficili, quelli tosti per davvero abbiamo sempre fatto fronte comune, senza parlare senza approfondire. Per noi andava fatto!
    L'ho lasciata figlia unica che lei aveva 15 anni e io 19. Non siamo cresciute insieme. Lei era la studiosa, bella, magra, a la page….. io "tenevo" famiglia, ero cicciona, non avevo soldi per i vestiti alla moda…..poi le cose son cambiate ma noi siamo sorelle lo stesso .
    Ed oggi siamo un duo consolidato, sappiamo vicendevolmente di poter contare l'una sull'altra, siamo sorelle appunto!
    Semplicemente

  14. già PALUCA ma almeno nel mio caso, quante brutte sorprese…

    ROSE ma nel tuo caso con tua sorella c'era solo una differenza d'età che col tmepo nn è più importante. io e mia sorella siamo proprio agli antipodi e tutti in famiglia hanno sempre marcato le differenze…un po' come i miei figli x quello io faccio molta attenzione quando parlo di loro due.

    LISA forse si. forse è riuscita a superare la sua naturale indifferenza x il genre umano…..

    ALLE sono stata bravisisma ormai sono in preda a un rammendo compulsivo….eh si che la casa è grand ema mi sneto in gabbia!!! cmq tra poco si parte…gli spazi grandi mi basteranno, mio marito ha riproposto il marocco eheheheh

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...