la vita che volevo

a giugno avevo deciso: si cambia vita.
 

volevo ricordare questo anno come un periodo dedicato ai miei figli, alla mia casa, a me stessa. volevo fare una dieta, tornare in piscina, fare un corso molto impegnativo di scrittura creativa, volevo fare più volontariato.
 

volevo esserci nel pomeriggio per i ragazzi, volevo preparare le cene senza ricorrere alle minestre pronte della coop; volevo fare la spesa senza correre per i reparti due minuti prima che chiudesse il super; volevo leggere un milione di libri.
volevo lavorare meno in azienda, volevo lasciare il volontariato per l'associazione

poi ho deciso di cominciare subito dalla mammografia  e sono precipitata in un buco nero che sta inghiottendo tutti i miei propositi di vita meno stressante

al lavoro avevo cominciato a delegare molte cose, altre le avevo completate, alcune le avevo proprio abortite: in questo periodo di crisi assurda, ho fatto una scelta molto vigliacca, ma mio marito non ha fatto una piega, ha semplicemente moltiplicato le sue ore di lavoro

alcune cose però rimangono in piedi: cose che qualche tempo fa mi sarebbero sembrate inderogabili, incredibile come la realtà cambi velocemente

ieri ho telefonato e ho spostato l'esame della certificazione (grazie a GRAZ ce ne ha suggerito la possibilità)

poi ho disdetto tutti i regali aziendali (agende, calendari, gadget vari….) c'erano un mucchio di problemi e io ho perso la pazienza. Sono andata in un ingrosso e ho comprato un centianaio di oggettista. Timbro aziendale e auguri scritto a mano.

poi ho spostato la partenza del piano di formazione a febbraio: prima ho fatto il putiferio per farlo partire e poi…

ho parlato chiaro con gli altri membri del Consiglio Direttivo dell'associazione, io sono ko per un bel po', non vi seguo, fate quello che ritenete opportuno

ho organizzato per la festa di figlia grande: ho riprenotato il posto, discusso il catering, manca la musica e tantissime altre cose, ma spero di farcela prima di andare sotto i ferri

e così via.

mi sembra di entrare in letargo, mi sembra di accartocciarmi
mi sembra di non essere più padrona della mia vita
mi sembra di partire per la guerra
mi sembra che nulla sarà come prima

ma ho come l'impressione, che questa storia quando sarà passata. (perchè finirà prima o poi) mi lascerà migliore di come mi ha trovato 
 

Annunci

24 risposte a “la vita che volevo

  1. Sembri più un leone, che un animale in letargo =)

  2. Il dover fare i conti con qualcosa che non si è preventivato, costringe a rifare la scala delle priorità della vita e, alla fine, ci lascia, come hai già concluso tu stessa, diversi e sicuramente più saggi.
    Un saluto affettuoso

  3. mi sembri una leonessa in piena ttività altro che in letargo, cosi'  mi piaci,!!!!
    le priorità ora sono altre, e una volta passata la bufera,sarai una Nuova Emily!!!!!

  4. Forza così alla grande Emily mi sembra di conoscerti da sempre
    ciao
    Sabrina

  5. Cautelosa ha già detto quello che volevo dire io!

    Ciao, R

  6. Ecco mi hai proprio tolto le parole di bocca.
    Me uscirai piu' forte ( se mai è possibile ) e migliore ( anche questo sempre sia possibile ! )

  7. Credo che tu sia perfettamente padrona della tua vita. Non posso comprendere a pieno quello che stai passando perchè non mi è successo, se non di riflesso. Ti auguro solamente di risolvere tutto nel migliore dei modi come è accaduto a mia madre. E, per quanto può servire, ti abbraccio forte.
    Sei una gran bella persona.
    Ciao, Daniela

  8. Cara Emily,

    A rischio di ripetermi, sono d'accordo con Cautelosa. In un certo senso anch'io avevo pensato di "cambiare vita" ma sono riuscita a farlo solo in parte per "insorte complicazioni":-)) – mi riprometto di provvedere una volta risolte le complicazioni..

    Ti abbraccio forte

    Simona

  9. passerà sì e ti lascerà decisamente più forte, più "cosciente" e più piena di vita.
    ti aspetto, intanto.

  10. Buona fortuna Emily!
    Annalisa

  11. Il letargo e' esattamente il contrario di quello che stai facendo tu.
    buona fortuna.. 
    ke

  12. l'ultima frase del tuo post fa capire che  SEI UNA GRANDE!!!!
    Bava, hai lo spirito giusto per affrontare la cosa, e per questo ti ammiro!
    Deborah pd

  13. ti sembra solo, ma sei padrona della tua vita, sei tu che decidi quali sono le priorità ed inevitabilmente queste sono cambiate.
    Ma sarebbero cambiate lo stesso, l'hai detto tu all'inizio del post, avevi deciso di cambiare vita, ma il primo cambiamento l'avevi deciso tu, questo l'ha deciso una malattia, ma dal tunnel se ne esce, a testa alta e molto migliori

  14. sarà la tua guerra e dopo una guerra niente è come prima

  15. "poi ho deciso di cominciare subito dalla mammografia"  
    è la miglior decisione presa 
    Lorma

     ï»¿ï»¿ ï»¿ï»¿e questa è la miglior cosa che
     

  16. tu sei già migliore… 
    buona vita, stupenda Emily
    Franci

  17. Senza parole.

    Nulla sarà più come prima, ma come sempre. 
    Un abbraccio e un in bocca al lupo

    l.

  18. GRAZIE  tutti, nn riesco a ringraziare tutti ma vorrei riuscire a spiegare come sono importanti le parole. esserci in qualche modo. c'è chi c'è facendosi una montagna di km nonostante un lavoro asfissiante e una salute malcilenta, c'è chi c'è perchè ha deciso che sorridermi quando mi vede è un modo di aiutarmi.
    c'è anche chi nn c'è e fa male più di quello che mi spettassi, ma fa parte del viaggio
    grazie a tutti

  19. Pensavo proprio ieri a quando mi avevi telefonato raccontandomi che volevi cambiare vita. Forse era il tuo corpo che ti stava lanciando dei messaggi, che ti spronava questo cambiamento.
    Certo, sarebbe stato meglio cominciare d quello che avevi progettato e non da questo brutto imprevisto.
    Ti auguro con tutto il cuore di guarire, sei una leonessa, quando tutto sarà finito mi chiedo veramente chi ti potrà fermare!…di solito quando si vincono queste battaglie non si ha più paura di niente.

    M di MS

  20. Pensavo proprio ieri a quando mi avevi telefonato raccontandomi che volevi cambiare vita. Forse era il tuo corpo che ti stava lanciando dei messaggi, che ti spronava questo cambiamento.
    Certo, sarebbe stato meglio cominciare d quello che avevi progettato e non da questo brutto imprevisto.
    Ti auguro con tutto il cuore di guarire, sei una leonessa, quando tutto sarà finito mi chiedo veramente chi ti potrà fermare!…di solito quando si vincono queste battaglie non si ha più paura di niente.

    M di MS

  21. Pensavo proprio ieri a quando mi avevi telefonato raccontandomi che volevi cambiare vita. Forse era il tuo corpo che ti stava lanciando dei messaggi, che ti spronava questo cambiamento.
    Certo, sarebbe stato meglio cominciare d quello che avevi progettato e non da questo brutto imprevisto.
    Ti auguro con tutto il cuore di guarire, sei una leonessa, quando tutto sarà finito mi chiedo veramente chi ti potrà fermare!…di solito quando si vincono queste battaglie non si ha più paura di niente.

    M di MS

  22. Pensavo proprio ieri a quando mi avevi telefonato raccontandomi che volevi cambiare vita. Forse era il tuo corpo che ti stava lanciando dei messaggi, che ti spronava questo cambiamento.
    Certo, sarebbe stato meglio cominciare d quello che avevi progettato e non da questo brutto imprevisto.
    Ti auguro con tutto il cuore di guarire, sei una leonessa, quando tutto sarà finito mi chiedo veramente chi ti potrà fermare!…di solito quando si vincono queste battaglie non si ha più paura di niente.

    M di MS

  23. Più che mai questo è il momento in cui tu devi pensare primariamente a te stessa e allora non ti preoccuapre del resto più di quanto sia strettamente necessario.
    E se hai l'impressione dell'ultima frase allora mi sa che è proprio vera!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...