qualcosa di più leggero per il fine settimana

sentita in reception ieri mattina

“buongiorno parla YX parla Rumeno?”
“ya, slfsfjòsfj isjdoer samdow”
“eh? scusa ma non ho capito nulla, parla Rumeno?”
“senti scema, tu mi chiedi se parlo rumeno, io ti rispondo di si in rumeno e poi non capisci niente?mavaffff”

lei cercava il dottor Rumeno…..

“mamma ho preso 7 in geografia”
“in geografia? ma figlio piccolo ma se non ti ho mai visto studiarla!”
“ehhh ma io nei momenti liberi, quando non ho proprio nulla da fare, mi capita anche di studiare un pochino….”

faccia da tolla questo ragazzino è me sputato

sono in partenza con Re Mida per un impegno di lavoro: convegno, cena, riunione pranzo….e lui la considera vacanza…siamo messi bene…..ma almeno ci allontaniamo da questa cappa di ansia che strozza l’anima

Annunci

9 risposte a “qualcosa di più leggero per il fine settimana

  1. Brava, esci dalla cappa… Un 7 in geografia dovrebbe rendere sereno anche il w.end più piovoso… Mi rendo conto di quanto grandi siano le tue preoccupazioni in questi tempi, ma se una soluzione per il momento non si trova, cerca almeno di distrarti un pò, insieme a tuo marito. A mente serena magari è più facile trovare qualche via d'uscita, o anche solo vedere le cose un po' meno nere. Un grande abbraccio virtuale, ma comunque sinceroRossana

  2. Ha preso sette? Bastaaardo, meno male che lo dici tu che è tutto te, a me sa che è peggio.Staccare per un po' in effetti è già quasi vacanza, lo capisco bene Re Mida.divertitevi.

  3. Certo che è vacanza, basta prenderla con lo spirito giusto.E anche se in questi giorni ti senti oppressa giustamente da troppe cose, a maggior ragione prendi positivamente questo (di)stacco dalla realtà e goditi ogni singolo istante accanto a Re Mida!

  4. Anche se non è una vacanza in pieno stile, Re Mida ha un concetto diverso dal nostro di vacanza, ma va bene, va bene così

  5. Capisco la cappa che ti avvolge. Ci sono momenti nella vita in cui sembra di sprofondare nel buio che ti paralizza e ci sono le piccole cose come sprazzi di sereno che ti riscaldano.Tieni duro, il fatto di poterne parlare qui e essere "ascoltata" ti dovrebbe aiutare (?).Lorma

  6. Parti serena … se puoi. Arrivederci a dopo

  7. Gli equivoci telefonici non mancano mai. Qualche anno fa lavoravo in un negozio. Squilla il telefono e ovviamente rispondo io “buongiorno sono Atorino””bene anche noi siamo a Torino””signorina mi prende in giro? Sono Atorino” “ho capito e le ho risposto che siamo a Torino”. Ci ho messo un po’ a capire che era un nostro cliente. Vabbe’ pero’ con un cognome così…
    Buon fine settimana. Glo

  8. Vabbè dai..un pochino una vacanza lo è no????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...