puro made in italy cinese

quando la vecchiaccia antipatica ha traslocato, ho sperato che al suo posto venisse ad abitare una famiglia foresta, nel senso di straniera, almeno non di queste parti, come me.

da queste parti dicono…troppa grazia santantonio!!! quando un desiderio viene esaudito ma si esagera. infatti nella casa a fianco cominciano a farci lavori e dal personale capisco che verranno dei cinesi. ottimo, penso, più stranieri di così…..ma invece di una famiglia è subito chiaro che hanno comprato la casa per installarci un laboratorio dove lavorano 24 ore su 24, 7 giorni su 7, 365 giorni su 365

dopo qualche anno di vicinanza non ho ancora capito quanti cinesi abitino li: è nato anche un bambino, ma di chi sia figlio non so. a intervalli regolari escono in coppia, fanno il giro dell'isolato e poi tornano a lavorare. a intervalli regolari si sente odore di cibo, spezie strane anche a colazione. a intervallo regolare arriva un macchinone che porta via vestiti. col binocolo ho visto che sono tutti capi firmati.

nessuno parla italiano e non riusciamo a stabilire contatti: gran sorrisi, grandi inchini, ma non riesco ad avere nessun dialogo.

hanno piantato su ogni pezzettino di terra un orto di cose strane, per amplificare lo spazio hanno tirato dei cavi fin sulla terrazza e hanno fatto arrampicare una specie di zucchina enorme: al piano terra si intravedono macchine per cucire, sento il rumore del ferro da stiro, nelle camere da letto hanno fatto dei divisori in cartongesso.

qualche volta sono venuti i vigili ma nessuno ha mai aperto, hanno installato una telecamera sul cancello

l'unico contatto che abbiamo è tra quello che sembra il Grande Capo e Re Mida: a quanto pare ritiene di poter usare le tre parole che sa d'italiano solo con l'uomo di casa. Ma spesso capitano dei siparietti al limite del surreale: alla partenza del viaggio in inghilterra il Grande Capo vede Re Mida che fa il carico d'acqua al camper e gli chiede dove andiamo:

"in Gran Bretagna"
"ah conosco, in montagna!"
"no, ho detto Gran Bretagna!"
"si ho capito, in montagna!!! tanta strada?"
"no, no…qui vicino….50 km….."

Re Mida viene dentro casa ridendo sotto i baffi……

un pensiero però lo faccio a quelle belle cose esposte in vetrine firmate: ogni volta che le vedo penso ai miei vicini, che non conoscerò mai, che non si fermano mai, che alle 3 di mattina se mi alzo vedo la luce accesa del laboratorio, che non conoscono il significato di domenica. sicuramente sono made in italy, ma che significato ha questa cosa???
 

Annunci

10 risposte a “puro made in italy cinese

  1. Ciao Emily,l'argomento che hai scelto….  è per andarci a nozze.I cinesi sono oltre un miliardo.Non esistono più le "guerre di conquista" dei territori e, per fortuna, oltre ai vicini (vedi Tibet) da tempo non aggrediscono alcun paese confinante.L'unica arma è l'economia e in questa han molto da imparare copiando ad arte tutto ciò che è già creato ad un centesimo del prezzo utilizzando materiali scarsi/pericolosi e manodopera schiavizzata.Per quanto ne so comprano attività con soldi "in mano" che non si sa da dove vengano.Per quanto ho visto le carte d'identità portano fotografie di persone con capelli e barbe lunghe, baffi compresi. Mai visto un cinese con la barba lunga.In agenzia delle entrate ho assistito alla scena dell'addetta di turno che chiedeva ad una bella bimba: "ma sei tu questa? ma sai che non mi sembri proprio la stessa della foto!!!"Nel mio quartiere si son piazzati nel bar all'angolo (nota bisca per giocatori d'azzardo) e a cento metri c'è un bel negozio di ciarpame vario (ci compro sempre i regali scherzo/shock per antonio la trippa); sulla vetrina di quest'ultimo da due mesi capeggia un bel cartello che mi fa pensare: SI EFFETTUANO SERVIZI DI PARRUCCHIERA. Attività per la quale va applica una ben precisa normativa dell'Azienda sanitaria e che va esercitata da persona con requisiti stabiliti a livello regionale. Ovviamente quanto sopra vale per tutti coloro i quali svolgono attività a norma di legge, non per i cinesi.Ora…. io avrei da avviare un business contrario.In tutto il mondo l'ITALIAN STYLE fa presa sul consumatore.In Cina risiede un miliardo di papabili consumatori ed il mercato è in crescita causa sempre maggior richiesta dovuta alla "civilizzazione" del paese che, da rurale qual'era, è sempre più organizzato come l'occidente.Quindi…. quando vuoi esportiamo in Cina qualunque cosa.E non eccepire che ce la faranno a copiare tutto in tempi brevi. Secondo me ci vorranno almeno 2 anni e, nel frattempo, gli vendiamo qualunuqe cosa.Kisscognatamancata (oggi ho scritto seriamente e mi firmo seriamente)

  2. eheh ti ho già raccontato dei cinesi vicini ai miei genitori, ma loro al contrario piace dialogare, a Natale fanno sempre dei bei pensieri ai vicini di casa: panettoni, spumanti, qualche prodotto cinese, mia mamma ricambia con pollo casalingo e lemoncello Ogni tanto mi telefona che "i cinesi mi hanno portato i ravioli, ma non so se il sugo che faccio io va bene e poi son troppo profumati" "no mamma lascia stare il sugo, te li prendo io i ravioli"

  3. questa cosa l'avevo letta su gomorra… i cinesi hanno imparato a lavorare i vestiti griffati al posto degli italiani (ovviamente sotto-sotto-costo… e già la manodopera italiana era sfruttatissima)non mi piace.

  4. La mia zona è invasa di cinesi che lavorano c/terzi per i produttori di sedie (semilavorati, tapezzeria..). Sono malvisti dai seggiolai che protestano in quanto questi lavorano 24 ore su 24 e fanno concorrenza sleale. Nessuno pensa che sono i produttori stessi ad affidargli le commesse perchè riescono ad ottenere prezzi al ribasso. I cinesi comprano fabbriche e case cash, affittano pagando anticipato e accettando canoni alti, spariscono nel nulla quando (molto raramente) hanno qualche ispezione, si dimenticano di cancellare dall'anagrafe i bimbi creando problemi notevoli ai comuni… Penso che questa realtà sia tipica di molti distretti industriali in Italia.Per principio non compro nei negozi e bancarelle cinesi, non posso fare a meno di comprare prodotti cinesi ….. tutto in Italia è made in China….. anche le grandi firme…Ma scusami Emily, hai mai visto i sacchetti della raccolta differenziata fuori il portone? Io non ho mai visto rifiuti fuori i portoni dei cinesi che abitano qui nei dintorni (noi abbiamo raccolta differenziata spinta e quindi non ci sono cassonetti nelle vie)…Lorma 

  5. COGNATAMANCATA altro che commento serio io ti strangolo fatti trovare!!!!AGRI  sarebbe piaciuto anche a me così. mi imamginavo di imparare un sacco di cose interessanti…e invece nn riusciamo nemmeno a salutarci!!!NAKIN  esatto. ma a differenza di quello che viene prodotto li adesso lo fanno direttamente qui, ma qui ci sono le regole!!!LORMA esatto. anche mio amrito è furbondo xkè di sicuro nn pagano nulla e nn hanno ispezioni di nessun tipo ed è concorrenza sleale. però le immondizie le fanno, anche xkè vivono in tantissimi li dentro. anche loro hanno comprato la casa in contanti e senza nemmeno discutere sul prezzo, almeno così mi raccontava la vecchiaccia antipatica

  6. E' bello tornare e vedere che ci sei!Allora sono un ragazzo fortunato!

  7. Bella questa storia! Ma dai li guardi con il binocolo e se lo facessero loro? Il sabato mattina magari?ciao extramamma

  8. la settimana scorsa ero ad un incontro nazionale scout (quelli che piaciono molto alle tue amiche) e fra gli interventi c'è stato quello di un magistrato del sud, di quelli con le palle, che sosteneva che arrestare i mafiosi non fermerà la mafia e soprattutto non la eliminerà finchè ci saranno persone che si rivolgono ai mafiosi per ottenere favori, soldi, scorciatoie, protezione e quant'altro!!!!se le filiere delle piccole e grandi aziende fossero più controllate e non si prendessero scorciatoie economiche, burocratiche, legali e quant'altro viene bypassato affidando il lavoro ai cinesi, questi grandi stanzoni dello sfruttamento non esisterebbero, soprattutto ( ma non solo) per quel che riguarda il mady in Italy. non sto giustificando i cinesi …ma neppure chi dà il lavoro a loro per non pagare contributi e tutti gli onori connessi ad un lavoro in regola, in sicurezza dove siano garantiti tutta una serie di diritti e di conseguenza di doveri …anche dei cinesi naturalmente!!! baci.zu

  9. naturalmente sono oneri e non onori quelli di cui parlavo sotto…..e ho anche toppato la doppia di piacciono…..ma il succo rimane!!!! ciao.zu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...