con le spalle al muro ( o anche, mi tengono tutti per le palle)

il primo che mi viene in mente è il tossico: un ragazzo sui 25 anni, figlio di uomo nell'arma, che veniva in azienda alla mattina fatto duro: a casa non potevamo mandarlo, altrimenti mio padre me le suona, e rimaneva seduto ad aspettare che arrivasse mezzogiorno. ogni volta che Re Mida provava a farlo ragionare, volavano insulti, davanti a me ha detto: so dove abiti e dove vanno a scuola i tuoi figli. poi un giorno litiga col capofficina, volano parole pesanti, lui arriva in ufficio e chiede di licenziarsi: nel giro di 3 secondi stampano la lettera, io corro a comprare le paste e porto la lettera a Re Mida sopra le paste. Suo padre verrà 3 giorni dopo chiedendoci di riassumerlo, minaccia di andare dai sindacati, ma sono irremovibile, nessuno lo ha costretto a firmare.
 

poi c'è stato quello che beveva: sembrava normale, ma ormai lo tenevamo d'occhio quando tornava dalla pausa pranzo non poteva lavorare alle macchine, non poteva usare il muletto, un paio di volte l'ho riaccompagnato a casa, molto più spesso stava seduto a smaltire. Poi ha fatto un brutto incidente in auto, ha preso sotto anche un anziano in bici, siamo riusciti a prepensionarlo.

poi c'è stato il marocchino, bravissimo durante il periodo di 6 mesi con l'agenzia interinale, una persona eccellente. appena messo a contratto a tempo indeterminato, con alzamento di livello e stipendio, non l'abbiamo più visto. mal di pancia, mal di schiena, licenza matrimoniale, mal di testa, unghia incarnita piede destro mi devo operare, di nuovo licenza matrimoniale perchè io sono musulmano e mi sposo quante volte voglio,  unghia incarnita del piede sinistro. per due anni non l'abbiamo mai visto. sono andata dai sindacati, ho spiegato il problema, e pagando, tanti soldi, l'abbiamo licenziato. Re Mida ha avuto il nervoso per giorni, questi soldi gli sono rimasti sullo stomaco. ha avuto il coraggio di dare il nostro nome per le referenze, si può solo immaginare cosa ha detto al suo nuovo datore di lavoro.

poi mi viene in mente il ragazzino, assunto per 6 mesi con l'interinale e mai visto: certificati su certificati, e poi i dipendenti lo vedevano al campetto a giocare, per fortuna 6 mesi passano in fretta. ah dimenticavo l'interinale sorpreso a rubare dentro le borse in spogliatoio, nelle giacche, nelle borse in ufficio. per difendersi attaccava briga con tutti, ai rumeni diceva che tutte le rumene sono prostitute,  per fortuna quello era solo per tre mesi.

e, con buona pace dei leghisti, a parte il marocchino sto parlando di italianissimi, gente nostrana per intenderci

adesso c'è questo disgraziato, extracomunitario ma per via del matrimonio con mia cognata è diventato italiano

vent'anni fa è stato assunto perchè nonostante le raccomandazioni (era amico particolare di un vescovo…) lavoro non ne riusciva a trovare. colloqui tanti, contratti nessuno.

è entrato qui provvisoriamente…

non riusciamo a lasciarlo a casa, per licenziarlo dovremo pagare una montagna di soldi e nel frattempo la situazione diventerebbe ingestibile, senza contare che con parte dello stipendio paga gli alimenti a mia cognata…che verrebbe subito a battere cassa, cioè, di più di quello che fa di solito per intenderci

abbiamo anche dovuto richiamarlo, perchè col fatto che non era d'accordo nel fare le ferie, la legge dice che se il datore di lavoro ti obbliga a farle non si utilizzano le tue ferie, ma bisogna pagarle extra…e così dopo aver passato sabato e domencia a fare il lavoro di questo stronzo, Re Mida si è visto costretto a richiamarlo, perchè oltre al danno anche la beffa di regalargli due settimane di ferie.

ieri sera parlando di questo mi ha detto: mi tengono per le palle le banche, i clienti, la mia famiglia, i dipendenti….ma anche questo psicopatico….

ahhhhhhhhh che vita

Annunci

10 risposte a “con le spalle al muro ( o anche, mi tengono tutti per le palle)

  1. in effetti…..io direi di modificare una parte di camper a bar e girare le spiagge vacanziere  facendo granite e moijto e mandare tutti a ….cagare

  2. E poi ci vengono a dire che la disoccupazione è in aumento e che c'è tanta gente a casa che vorrebbe lavorare; ma mi chiedo, tutti questi begli elementi che tu hai citato fanno parte del numero di disoccupati che ogni giorno, più o meno, ci sentiamo sbattere in faccia da giornali e statistiche? Mah…

  3. siiiiiiii evviva il mojitoooooo!!! io avrei tante propostine x il marito, una x tutti andare a vendere cocchi in alaska….secondo me nn ci ha ancora pensato nessuno!!!! AGRI  tesoro il giorno che manderemo tutti ma proprio tutti a cagare sarà il giorno migliore della mia vita. e sai quale è la cosa peggiore? scopreire che nn era necessario andare avanti a vivere cosìPALUCA io però ho raccontato il peggio…qui siamo in tanti e ci sono degli elementi così validi che da soli fanno l'azienda. però spesso capisco che è demotivante vedere che altre persone si comportano così. viene da dire….ma sono l'unico mona che lavora?

  4. Purtroppo ogni imprenditore ha il suo portfolio di dipendenti stronzi: quella che si è messa in malattia perché non era permesso fumare in azienda (giuro), quelli che non lavoravano più perchè avevano una tresca e si chiudevano in bagno per le mezz'ore, quella che faceva gli occhi dolci al padrone ma poi si è scoperto che stava con un concorrente e faceva spionaggio industriale…

  5. siiiiiiii…e quello che ha chiesto in prestito duemila € x il motorino e poi si è licenziato e ha detto: prestito? e quando mai????? LANTERNA  ci sarebbe da fare un libro. ma poi le aziende si basano su gli altri, quelli che remano insieme e ci credono. anche noi abbiamo quello del fumo…ma la mia storia è talmente assurda che nn ho potuto raccontarla

  6. ma che razza di stronzo si era sposata tua cognata?…verrebbe da dire "Dio li fa e poi li accoppia"..peccato che però alla fine ve lo dovete tenere voi!

  7. già MAMMAOGGILAVORA  la storia di questo matrimonio è così assurda che varrebbe la pena di raccontarla, se nn foss ela solita paura di essere riconosciuta…cmq si sono sposati con l'inganno in un certo senso, lei aveva cambiato idea ma li hanno fatti sposare x raggiunti limiti di età

  8. Carissima Emily,Tutte queste storie assurde riguardo l'azienda e tutto il resto mettono proprio uno sconforto. Mi sa che il povero Re Mida ci ha fatto i capelli bianchi ammesso che li abbia ancora con tutto lo stress accumulato.Il fatto e' che le norme a tutela del lavoro dipendente risalgono ad un epocain cui i lavoratori erano ancora trattati come schiavi o giu di li.. quindi il legislatore del tempo ci e' andato giu pesante con le garanzie. Adesso succede che le parti sono quasi invertite.. l'assurdo e' che il datore e' quasi incatenato a vita al dipendente anche se questo e' un fancazzista di prima categoria o peggio.Ma dico io .. si puo' tollerare che uno ti dica "ti spacco la faccia" " ti pianto un coltello dietro la schiena" etc etc.. voglio dire al di la del rapporto di lavoro questo e' un delinquente … ci sono le minacce di morte, violenza fisica, abusi etc etc… comunque va denunciato (al di la del licenziamento ) e si va per quella strada come un cittadino qualsiasi.. poi non capisco ma un personaggio psicolabile che minaccia ed addirittura sabota gli impianti .. si deve tenere a tutti i costi .. questo non fa venire meno il "rapporto di fiducia" .. non lo so ! Massima solidarieta' con voi due. Emily ma dimmi un po' , ma quantificando costi, tempo e disagi per la produzione quanto e' difficile licenziare un lavoratore chiaramente inadempiente come nel caso dell ex cognato ?In particolare :1) Quanto "costa" un licenziamento in media all'azienda ? 2) Il costo e' rapportato al salario del dipendente ? 3) Quanti mesi in media occorrono per licenziarlo, ammesso che la procedura vada a buon fine.4) Da quando si e' comunicata la volonta' di licenziare la persona e' possibile richiedere ipso-facto al delinquent….ehm al "dipendente" in oggetto di lasciare immediatamente i locali dell'azienda ? Alla fine l'azienda e' di proprieta' del titolare … insomma e' proprieta' privata .. al di la di tutte le garanzie di questo mondo .. non si puo' obbligare il datore contro la sua volonta a far entrare un delinquente licenziato nel proprio stabilimento .. giusto ? ciao Giulio

  9. Io sono una dipendente, quindi non sono nella vostra condizione, ma sai che anche quando magari sono stata male la notte mi sento una merda a non andare a lavorare?Devo dire che più che per lealtà all'azienda lo faccio per i miei colleghi, per rispetto a loro.Se non ci sono io devono lavorare di più, e quindi me ne dispiaccio..purtroppo le persone rispettose non sono moltissime al mondo!Mi spiace per la vostra situazione!

  10. GIULIO  vorrei dire che cmq in azienda ci sono più persone in gamba che idioti, solo che queste nn fanno notizia….ma proprio xkè ci sono persone che lavorano con serietà fa girare ancora di più le palle, a loro per primi, che ci siano i fancazzisti e che nn si possono eliminare, sono loro i primi che ci dicono, io con quello nn voglio essere messo in coppia, mi tocca fare anche il suo lavoro….licenziare costa e nn sempre è possibile. anzi, noi nn abbiamo mai, dico mai, licenziato nessuno. l'unico caso che siamo riusciti ad andare fino in fondo è stato col marocchino malato immaginario, ma le dimissioni le ha date lui, con la mediazione dei sindacati e ti assicuro, abbiamo pagato molto ad entrambi, ma ormai ne andava della salute mentale di mio marito.hai ragione la legislazione risale ad un periodo che i lavoratori erano simil schiavi e la precarietà era alta, ma secondo me la fatica a licenziare ha come retro della medaglia che nesusno si fida più ad assumere a tempo indeterminato, e credo che sia peggio. nessuno licenzia una persona che fa il suo dovere, ma si fa fatica a pensare di fidarsi di assumere una persona x sempre se poi nn puoi licenziarla.credo che ci sarebbero parecchie cose da rivedereJULEZ  ti capisco xkè anche qui in ufficio ci sono persone come te. l'altro giorno una dipendente ha chiesto un'ora di permesso, poi vengo a sapere che è andata a farsi una mammografia….azz io rimango sbalestrata una giornata, lei dopo un'ora era al suo posto…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...