vorrei parlare, non informarti

molti di voi mi hanno chiesto, in forma privata o con sms, dell'esito di queste bendette analisi.

mi dispiace essere sembrata evasiva o facilona, ma non ho dimestichezza col raccontare le cose che riguardano la mia salute: sicuramente mi riesce meglio parlare di sentimenti, emozioni….non so perchè ma ho più pudore sul corpo.

quando avevo 3 anni non mi ricordo cosa avevo combinato, probabilmente una delle tante fratture. Il medico mi dice, quando senti male dimmelo, io sono svenuta ma non gli ho detto che mi faceva male. Ecco, non sono cambiata tanto in 40 anni, dire che sto male non mi viene bene

forse è per questo che in questi giorni avrei voluto che almeno mio marito, che in fin dei conti mi frequenta da 30 anni, avesse forzato i miei sorrisi e le mie parole oblique e rassicuranti.

ero spaventata, ero in ansia perchè non capivo che cosa aspettarmi. l'ago non aveva avuto esito perchè sono miseramente svenuta e quindi non è stato possibile concludere l'esame.

soprattutto la notte mi venivano pensieri orrendi, ovviamente riguardavano i miei figli: non riesco nemmeno a pensarci di lasciarli da soli, il solo pensiero mi faceva singhiozzare.

condividere queste ansie sarebbe servito a dimezzarle, ma Re Mida in questo periodo (ma a chi la racconto? lui è sempre così) non è proprio la persona giusta per parlare. Certo lui chiede: certo lui si informa. E si indigna pure quando non ho risposte da dargli. E pretende che mi rifaccia TUTTE le analisi in un centro privato (ma proprio non ci penso nemmeno….)

comunque oggi mi hanno dato le risposte: meglio fare la risonanza ma senza fretta, la farò a settembre

sospiro di sollievo, sposterò questo pensiero per un mese e mezzo.

e cercherò di accettare il fatto che l'unica persona con cui vorrei parlare di questo non ha voglia di ascoltarmi

un grazie a tutti quelli che mi hanno chiesto, chiedo scusa se sono sembrata reticente.

Annunci

14 risposte a “vorrei parlare, non informarti

  1. tu vivi con lui e sicuramente solo tu lo conosci bene, però ti posso dire che alcuni uomini sono talmente abituati ad avere vicino una donna forte, efficente, che risolve ogni problema che proprio non ci pensano che magari anche lei vorrebbe invece appoggiarsi invece di trasportare tutto su di sè. una mia cara amica sta attraversando un periodo tremendo beh all'inizio anche suo marito ha faticato a riconescere i segni di quelli che erano ovvi di una forte depressione, lei sta imparando lentamente a delegare anche solo per comprare una mozzarella.Prova ad andagli incontro, gli uomini non sono menefreghisti proprio a volte non ci arrivano…baci

  2. Mi dispiace davvero tanto sentirti così!! Comprendo il tuo stato d'animo e di come il parlare diventi un bisogno anche per non essere soffocati dall'ansia… Re Mida, come in genere tutti gli uomini in momenti del genere, ha paura ed evita di parlare..comprendilo anche se non è facile…Ti sono vicina anche se vorrei farlo in maniera più tangibile…un abbraccioSelene63

  3. Sai che ti capisco benissimo perché anch’io come te quando c’è in ballo qualcosa che riguarda la salute non parlo, non mi lamento, non mi piace farlo. Ma anche se capita qualcosa di importante ai miei cari non ne parlo con nessuno. Sono fatta così. Gli uomini danno per scontate tante cose. Ci vedono forti e non pensano a cosa proviamo, forse per pudore, per poca empatia, perché la vita li porta ad agire, quasi mai a soffermarsi, a pensare. Tu però prova a dirglielo che hai bisogno di parlare con lui, un piccolo passo, provaci. Vedrai che andrà tutto bene! Ti abbraccio!

  4. Emily, te lo hanno già detto le altre ed io non posso che ribadire.Uomini, gente semplice. Donne, gente spesso complicata, gente forte di fuori un pò meno di dentro, gente che si sente in dovere di stringere i denti mentre vorrebbe essere costretta a lasciare andare almeno un pò, gente che sorride ed usa 'parole oblique e rassicuranti' sperando che colui al quale le racconti non ci creda e trovi il modo di forzare la cassaforte, gente che vuole essere rassicurata ma senza chiederlo ..Noi siamo mica facili sai??? e loro sono semplici: è rotto, adesso lo aggiusto, non sono capace, chiamo lo specialista, non ci riesce, ne chiamo uno più bravo, etc etc etcE allora occorre che ci si riesca ad inventare anche questa ennesima abilità e si trovi il modo di dargli qualcosa da fare quando vogliamo essere aiutate o anche solo rassicurate. Noi vorremmo gli atti spontanei, le affinità d'animo, loro vorrebbero che gli si chiedesse di camminare sui carboni ardenti ma dicendolo chiaro e senza sottintesi.Cheryl Bernard e Edit Schlaffer scrivevano già parecchi anni fa 'Lasciate in pace gli uomini', un libro su cui riflettere molto, te lo raccomandoUn abbraccio/grazPS e farla subito quella risonanza? ho capito che pare carino prendersi un paio di mesi di ferie dalle preoccupazioni ma se ti togliessi il pensiero subito non sarebbe meglio? Nessuna struttura da raggiungere prima delle ferie?

  5. "Noi vorremmo gli atti spontanei, le affinità d'animo, loro vorrebbero che gli si chiedesse di camminare sui carboni ardenti ma dicendolo chiaro e senza sottintesi."Quoto fortemente questa frase di Eliag. E' la chiave di lettura più aderente alla realtà: se vuoi qualcosa devi chiederlo, purtroppo è quasi sempre così, salvo le rare e dovute eccezzioni.Quindi non ti amareggiare troppo per questo, al massimo puoi cercare per l'ennesima volta di spiegargli il tuo sentire, anche se da quello che scrivi non mi sembra un buon momento.Il fatto che ti abbiano consigliato una risonanza senza fretta è una buona notizia, però anch'io la farei subito e mi toglierei il pensiero.Penso che nei giorni che passerete da soli avrete occasioni di chiarirvi, magari litigando furiosamente cosa che non si può fare quando ci sono i figli e tirando fuori tutto forse ti sentirai meglio.

  6. son contenta che abbia rotto il silenzio sulla cosa, non avevo il coraggio di scrivere un pvt per chiedere notizie, non volevo essere importunae son contenta di sapere che si esamina il problema a settembre e non subito i check up in urgenza d'estate sono una specie di "oltre il danno la beffa". Tieni duro, incrocio tutto il possibile…e cio' detto, se hai bisogno di ascolto da un uomo metti i cartelli, la penso come Agri, non ci arrivano da soli, specie sulle cose di salute…

  7. E' brutto non poter parlare liberamente di certe cose con tuo marito ed è difficile farlo con il resto del mondo se non sei abituata.Mi sembra di capire che gli esiti siano positivi anche se non è ancora finita la trafila… ci capisco veramente poco di esami e robe mediche ma terrò le dita incrociate almeno fino a settembre!

  8. CAspita Emilymi dispiace tanto, non sapevo che fossi in un periodo così.Tengo le dita incrociate per te fino a settembre e oltre, e non te la prendere per Re Mida….ti abbraccioA.

  9. Io ho rispettato il tuo riserbo perchè niente è più personale della salute. Ognuno di noi affronta queste cose in un suo modo che forse agli altri sembrerà paradossale. Sono contenta di sapere che non c'è niente di pressante… stai tranquilla… sei abbastanza forte da affrontare le cose da sola. Gli uomini spesso scappano perchè hanno più paura di noi. Sanno quanto hanno da perdere e sono vigliacchi di fronte alla possibilità di un dolore….

  10. ribadisco: falla subito la risonanza, è un tempo lungo un mese e mezzo, e tu sei giovane.A Rovigo c'è un centro medico convenzionato che nel giro di una settimana ti fa tutto

  11. Assolutamente d'accordo con ziacris….fugare subito ogni dubbio, perchè mai attendere così tanto tempo?  Scusa l'intrusione ma non ho resistito

  12. AGRI  hai ragione, lo so che nn lo fa x cattiveria ma è proprio che nn vede nulla nemmeno se ce l'ha sotto il naso, e nn sempre si ha voglia di chiedere aiutoSELENE  sei un'amica dolcissima, con il tuo modo sempre pacato di affrontare le cose fai già tanto!ILMARE  esattamente, anche io sono così. nn so se è pudore oppure che sono troppo orgogliosa x chiedere aiuto, oppure xkè mi piace questa aureola di donna d'acciaio….la sindrome di wonder woman…grazie del libro GRAZ, come sai spesso cerco le risposte nei libri…ti ho spiegato che nn è facile farla subito, e cerco di seguire quello che mi ha detto il medico, una volta tanto…. lo so che loro sono esseri più semplici, ma se io mi relaziono con lui a modo suo xkè lui nn fa altrettanto con me???

  13. Accidenti, ci pensavo proprio l'altro giorno e speravo che il fatto che non avessi detto niente fosse un segno che non c'era niente da accertare.Però fattela la risonanza a settembre, non rimandare tra 6 mesi con la scusa che "non c'è fretta".

  14. LANTERNA nn è così semplice, devono incastrarsi tante cose…ci provo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...