i posti pericolosi per gli adolescenti

sabato pomeriggio padano, 40° e 95% di umidità

Re Mida arriva a casa con gli occhi fuori dalle orbite, è andato in ufficio all'alba ed è sfinito.

penso che voglia mangiare, riposarsi, tornare in ufficio, in una routine che lo fa sembrare il cricetino nella ruota e invece mi dice: carico l'acqua in camper e scappiamo.

i figli protestano, ma quando vedono il cane dentro al camper si rischia l'ammutinamento: noi siamo silenziosi e efficienti; nel giro di un quarto d'ora si parte

"ma dove andiamo? c'è almeno civiltà? c'è collegamento internet? c'è qualcun altro oltre voi due?"

le domande dei ragazzi rimangono senza risposta, io e Re Mida abbiamo deciso di tirargli un colpo gobbo; destinazione parcheggio dentro a un parco naturale, ci stanno pochissimi camper per cui dobbiamo far presto, l'anno scorso ci siamo stati io e lui e la temperatura è scesa fino a 2°

"non so se ci basta il gas per il riscaldamento"
"tanto non lo accendo nemmeno se mi viene un principio di assideramento"

quando i ragazzi vedono il posto si leva un coro che salvati, nemmeno li avessimo portati all'inferno, ma quando figlia grande scopre che NON C'E' NEMMENO CAMPO PER IL CELLULARE  si rischia l'infarto

la mattina dopo gli uomini e lo stupido cane partono in passeggiata, figlia grande tira fuori il vocabolario di greco e comincia a far versioni, io comincio le pulizie prima del Grande Viaggio Estivo, che non mi sogno nemmeno di pensarle a 40°

mia figlia tutta seria mi dice:

"mamma ma questo non ti sembra un posto tanto pericoloso?"
"perchè? come tutti i posti di montagna, bisogna fare attenzione….ma perchè?"
"ma mamma perchè NON C'E' CAMPO!!!! mi fa paura stare in un posto dove non c'è campo….."

in questi giorni estivi figlia grande ha fatto alcune cose che, come mamma, mi sono turata occhi e naso e soprattutto bocca per lasciarglieli fare, ricordandomi tutte le volte che i figli non si tengono in una campana di vetro, che a 17 anni certi pericoli bisogna imparare a valutarli da sola.
è andata a un concerto di s-cioponi come li chiama suo padre (cioè tossici, fumoni, alternativi, rasta, tatuati, bifolchi, e secondo la sua personalissima classifica, sicuramente comunisti…) ed è tornata che puzzava come un mandriano, l'andata l'ha fatta in macchina con un'amica che ha preso la patente una settimana fa e che guidando si è spogliata e rivestita in corsa e al ritorno con un ragazzo che non ha bevuto nulla ma un paio di canne mi sa di si. poi l'altra sera al concerto del jethro tull…idem

la settimana prossima prenderà un aereo per andare a lavorare in sicilia per libera, e a settembre fa il giro delle facoltà per documentarsi….

ma la cosa pericolosa per lei è essere in un posto senza campo…..

Annunci

16 risposte a “i posti pericolosi per gli adolescenti

  1. HI HI HI!!! Ragazza, mi fai morire!! Sti figli, nonostante differenza di stili di vita, famiglie, educazione e quant'altro fa spettacolo, sembrano fatti con lo stampo.Questo post avrei potuto scriverlo io qualche anno fa!!/graz

  2. E certo, metti che succede qualcosa e non puoi telefonare a nessuno perchè non c'è campo?Credo che anche mia madre lo considererebbe un posto pericoloso se dovessi andarci da sola!

  3. Per me ha ragione tua figlia, il concerti e la sicilia non mi fanno paura, ma un posto senza campo sì…quello sì…

  4. azzzz GRAZ  dici davvero? ok allora mi tranquillizzo xkè ieri quando mia figlia ha fatto questa uscita….VALANGEL!!!! ma anche tu….sto cellulare ci rende tutti un po' isterici!ZIA CRIS …uhm…spero di aver letto una certa dose di sarcasmo…almeno spero!

  5. Il cellulare ormai è come una protesi di cui non riusciamo più a fare a meno…e ad essere sincera anch’io mi sento più tranquilla quando li posso contattare!
    Ciao!

  6. Crederanno mai, questi ragazzi del 2000, che è esistito un tempo dove non solo i campeggi, ma le città, erano senza campo, che dovevi girare con i gettoni del telefono in tasca e sperare di trovare una cabina funzionante per poter chiamare casa? e saranno capaci di non collocare questo tempo nel mesozoico? ^____^Raffa

  7. si è perso il mio commento…Riscrivo…Hanno idee strate queste ragazze su cosa è pericoloso e cosa no però anche noi alla loro età facevamo cose da pazzi e senza paura… pensarci adesso brrr

  8. ho deciso di mandare D al campo scout nonostante il braccio rotto…l'infermiera del reparto di ortopedia mi ha fatto sentire la peggiore delle madri: "…..ci sono i germi….ha una frattura scomposta….io signora non lo manderei…..": mi viene da pensare che il concetto di pericolo sia alquanto soggettivo!!!! ciao.zu

  9. Ti capisco molto bene! Bisogna allenarsi a chiudere occhi, orecchie e bocca o ti viene un coccolone!Sant' mi ha appena detto di aver visto un compagno di mia figlia, un ragazzino di 14 anni, che toccazzava come un polipo e tentava di baciare la sua morosina, oggi pomeriggio proprio qui sotto casa.Ed è uno dei più bravi ragazzi della scuola, 1 anno più vecchio di mia figlia, a noi quindi manca un anno e poi altro che campo!ciao extramamma

  10. Ma no, io non vado in panico se sono in un luogo in cui non c'è campo, ma mia madre si! Sarebbe lei a preoccuparsi perchè non potrebbe telefonarmi!

  11. pensa che come capo scout, ho l'esperienza di alcuni genitori si fanno venire delle paranoie immense se per le poche ore di una uscita non possono telefonare ai figli..:)(scusate non ho resistito, so che verro' flagellata con le differenze di eta', situazione e contorno vario (che vedo anche da me), ma mi ha ricordato un sacco il commento che feci ad un post di qualche tempo fa)gio (VIC)

  12. No Emily nessun sarcasmo, la sicilia e i concerti non mi fanno nessuna paura, il non poter comunicare in caso di bisogno sì. Sei in un luogo senza campo, se i tuoi ragazzi hanno bisogno, visto che esistono i cellulari adesso, come fanno a contattarti?quando io ero giovane, giravo semprecon i gettoni del telefonici in tasca, quando andavo all'estero sapevo sempre come fare acontattare i miei in Italia, e ogni 2/3 giorni chiamavo casa pertranquillizzare, adesso c'è lacomodità del cellulare, perchè non sfruttarla. dicerto non sarete sempre lì atelefonare, ma ogni 2/3 giorni avrai piacere di sapere come stanno i tuoi ragazzi, e se il tuocellulare non ha campo?

  13. ai miei tempi c'era la camporella …adesso nemmeno quella, vanno nei motel….che rimanga almeno il campo del cell

  14. DIAMANTE  è vero…ma ogni tanto si sta bene senza cellulare! e poi loro erano con noi eheheheRAFFA io ricordo una cabina telefonica in mezzo alle vasche calcaree di pammukkale, in turchia, l'emozione di chiamare a casa e di riuscire a prendere la linea….PAT  nn mi ci far pensare….ehhhhhh ma erano altri tempi eheheh!!!!ZU tu sei una madre scellerata, questo lo sanno tutti….ahhahaha EXTRA  se vuoi leggere un paio di bigliettini molto hard che ho trovato nelle tasche dei jeans di mio figlio…e sono sempremle femmine a prendere 'iniziativa!VALANGEL  io vado in panico se c'è campo, ma se nn c'è mi metto il cuore in pace!

  15. povera Figlia Grande, che genitori incoscienti! :-DDD

  16. Sò ccciovanissimi, hanno un'idea tutta loro del pericolo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...