bilancio delle buone abitudini

nel 2008 ho cominciato a cambiare un paio di cose nella mia quotidianeità

ho smesso di comperare centinaia di bottiglie di acqua (era vetro riciclabile cmq) e con 3 bottiglie di vetro beviamo acqua del rubinetto. Poi ho smesso di usare i sacchetti della spesa di plastica, uso le borse di stoffa che "rubo" in fiera….poi è stata la volta degli acquisti di frutta e verdura dal produttore, cassette su cassette da cucinare e congelare subito.

poi è stata la volta dei detersivi a ricarica: un po' macchinoso all'inizio, ma poi presa l'abitudine tengo un contenitore piccolo che riempio man mano da uno grande; quando il grande finisce lo carico in macchina in un apposito cestello, e quando è pieno di vuoti vado a fare il pieno

per il latte sono ormai 3 anni che riciclo sempre le due solite bottiglie di latte prendendolo al distributore

ma all'incirca un anno fa ho fatto una scoperta del cavolo: ho ereditato un contratto dell'enel dai precedenti proprietari e pago due fissi, uno per la casa e uno per una piccola depandance: una palla di costi ma non si può fare altrimenti, ma almeno in casa abbiamo 6 kw che non è male specie d'estate con l'aria condizionata. Ma ho fatto una grande scoperta leggendo la bolletta: che avevo già le tariffe diversificate tra giorno e notte!!!

e così un anno fa ho preso l'abitudine a far partire lavatrice e lavastoviglie dopo le 8 di sera.

oggi mi sono venute in mano due bollette di quest'anno e l'anno scorso…che differenza!

insomma con piccoli cambi di abitudini in questi due anni ho evitato di utilizzare montagne di plastica e consumo energia elettrica notturna…..qualche suggerimento per non inquinare e risparmiare?

Annunci

12 risposte a “bilancio delle buone abitudini

  1. la tariffa differenziata sono anni che la uso dalle 19 alle 8 di mattina, quindi quando mi alzo alle 5,30 c'è sempre qualche lavatrice o lavastoviglie da mettere in moto, la frutta e la verdura dal contadino sono una uona abutdine, sono circondata da contadini

  2. Ti sei dimenticata una cosa che dicevi qualche tempo fa: che usi i sacchetti del pane come contenitori dell'umido, al posto di quelli in mater-bi.Io nel mio piccolo risparmio sull'energia prodotta dal ferro da stiro stendendo bene e non stirando.Nei periodi in cui il bucato asciuga male e prende odore, stendo ugualmente e metto un ventilatore davanti allo stendino (altrimenti dovrei usare l'asciugatrice, che consuma molto di più – una mia collega usa la stufetta).Faccio il pane in casa con la macchina del pane, ma, tra ingredienti ed energia elettrica, non so se effettivamente risparmio poi tanto: sicuramente ci guadagno in tempo (non devo passare per forza a prendere il pane) e qualità del prodotto (gli ingredienti che uso sono di prima scelta, ovviamente, e non hanno aggiunte strane).

  3. Ho la fortuna di avere l'orto in casa (della nonna) che il mio babbo cura amorevolmente, perciò faccio il pieno di frutta e verdura da casa mia. Compro le patate da un contadino che ha un campo qui vicino. Non ho la lavastoviglie ma per chi ce l'ha ho trovato una simpatica ricetta per un detersivo bio prodotto in casa… se interessa a qualcuno ditelo che la trascrivo!Lavatrici a manetta la sera, chiudo l'acqua in doccia quando mi insapono e lo stesso vale quando mi lavo i denti (cioè apro l'acqua solo alla fine), inutile parlare della raccolta differenziata perchè ormai credo sia un'abitudine comune a tutti. Non ho l'aria condizionata a casa ma un piccolo ventilatore in camera per fare aria di notte (non so se valga come risparmio energetico). Anche io cerco di stendere bene le cose in modo da dover stirare meno roba possibile (più per pigrizia che non per risparmiare energia!). Altro non mi viene in mente, ma ci sarà sicuramente qualcosa…

  4. Elimina anche shampoo e detersivi e mettiti in casa chili di bicarbonato e litri di aceto e succo di limone industriale (insomma, no quello fresco spremuto con le tue manine, quello nei bottiglioni di plastiche che ho trovato all'hard discount.Con il bicarbonato sciolto nell'acqua molto calda lavi e  sgrassi quasi tutto, con il limone/aceto sgrassi e lucidi. Le pentole bruciacchiate ci fai boliire un po' di acqua e bicarbonato e le bruciacchiature si staccano da sole.Io ho cominciato a lavarmi i capelli con il solo bicarbonato, un pò lo scioglo in acqua e lavo, poi i strofino proprio la polvere bagnata sulla cute e sciacquo bene tutto. Magari all'inizio ti va di aggiungere aceto di sidro di mele (ch io non uso e manco saprei dove trovare, ma così diceva il sito dove l'ho trovata) o succo di limone come brillantante. Il vantaggio è che a parte che non ti metti in casa e sulla pelle tutta la merda che usano in tutti i tipi di prodotti, lo shampoo normale stimola una iperproduzione di sebo da parte dei capelli che ti costringe a lavarli spesso. Le nostre nonne si lavavano i capelli una volta al mese e se guardo le foto non è che li avessero così schifosi. Se hai i capelli delicati o secchi facci anche un impacchetto di tuorlo d'uovo sciolto in acqua leggermente tiepida (sennò ti si lessa) e vai di risciacqui. Tocca aspettare un po' che ti si rinormalizza la produzione di sebo, io ho appena iniziato ma sono già contenta.Devo ancora trovare una soluzione per la lavatrice, le pallette non mi convincono al 100%, ma per candeggiare le macchie di caffé sulle camicie bianche del maschio una signora colombiana mi ha insegnato il trucco del succo di limone e sale, ce lo lasci stare un po' e poi lavi normalmente.Insomma, io ultimamente ho cominciato a chiedermi se ha un senso usare per la cucina e i piatti e le superfici a contatto con quello che mangi dei prodotti di roba che se ingerita fa male. Ho capito il principio omeopatico, ma bene non ci farà, e allora che vado a fare a comprare i prodotti dal contadino o dal biologico se poi ci butto grandi litri di detergenti?(Ah, ecco, invece mia madre che ha i capelli riccissimi da ragazza usava i fondi di birra come balsamo per districarli dopo il lavaggio, le devo chiedere se lo sciacquava o no).MMMSTRM

  5. diciamo che tu sei messa bene, perché puoi fare determinate scelte ed avere a disposizione cose che ti eprmettono di farlo, qui niente energia differenziara e cosita una fortuna,, sacchetti di plastica a gogo, e lo sai bene, anche se ultimamente hanno varato una legge per quelli biodegradabili e carta, ma cambiare la mentalità ci -vorranno anni e anni , per la frutta e la verdura quello si la compero quando la trovo dai carrettini per strada, il bicarbinato é venduto in pochissimi quantità in farmacia epr cui da scordarsi..insomma si fà quel che si puo'..!!tu comunque sei brava!!

  6. Io se vuoi ti consiglio qualche buona abitudine per inquinare di più…. ne ho tante!!! Però l'energia elettrica a tariffa differenziata quella ce l'ho e la uso.Dovrò davvero mettermi in riga!!!

  7. ZIA CRIS  io ho dovuto comprarla nuova poco tempo fa e l'ho presa che posso programmarla anche 8 ore prima quindi la carico alla sera e parte alle 4 di mattina…LANTERNA ho cambiato sistema: prendo i sacchetti bio alla coop e svuoto il piccolino della cucina dentro a un vaso più grande dove c'è il sacchetto e 3 volte alla settimana lo metto fuori…con tutto il melone e l'anguria che mangiamo….quella del pane nn so se è un vero risparmio di energia, ma con la differenza di qualità il gioco vale di sicuro!VALANGEL  a me interessa la ricetta!!! beata te che hai l'orto, io ho tanto spazio in giardino ma dovrei recintarlo tutto l'orto xkè il cane distrugge tutto!!!MAMMAM sei una forza della natura!!! stasera provo a lavarmi i capelli col bicarbonato…ti saprò dire! i miei capelli sono secchi, li lavo per decenza ma sembrano sempr puliti x cui tanti danni nn posso fare hehehehehALLE  io sono rimasta allucinata dopo il viagigo in marocco a vedere il deserto pieno di sacchetit di plastica…è davvero uno spettacolo inquietante di come produciamo immondizia che rimane nel pianeta!!! immagino che x te sia più difficile!!!!PAT  ieri sono rimasta di sasso quando ho preso la bolletta: da settembre dell'anno scorso ho radicalmente cambiato abitudini e il risultato è chiarissimo nella bolletta! nn so di preciso quantificare il risparmio (io con le cifre sono un macello) ma immagino che se sono passata a consumare 331+ 340+389 kwh a settembre 2008 a 23+30+225 kwh a settebre 2009…..qualcosa si vedrà anche in bolletta!

  8. questo post sarebbe da incorniciare, brava Emily! Dovrei prendere spunto da te…

  9. Bravissima, se il pianeta non scoppierà sarà anche merito tuo :Dcomplimenti, extramamma

  10. Io lo vorrei un cane (anche se preferirei un gatto), ma i miei non amano gli animali. Rimedierò quando avrò una casa mia!La ricetta del detersivo per la lavastoviglie l'ho trovata su questo blog: http://www.chiaranocentini.it/3limoni400cl di acqua200g di sale100cl di aceto biancoFrulla tutto e lascia bollire per 10minuti. Appena freddo versa in un barattolo di vetro. 2cucchiai per lavaggio.

  11. anch'io sono una goccia nel mare, diciamo che faccio la mia piccola parte. come te latte e detersivi alla spina e acqua del sindaco.Aggiungo che-  ho eliminato definitivamente l'ammorbidente, al suo posto uso un po' di aceto bianco con qualche goccia di olio essenziale.- uso i magici panni in microfibra per togliere la polvere e pulire i vetri, così non mi servono più tutti i detergenti spray annessi e connessi, e faccio pure prima-  come anticalcare uso ancora l'aceto bianco, per pulire i pavimenti vado di acqua e aceto (ho la ceramica),- per togliere le macchie dai panni faccio una pappetta di acqua e bicarbonato e la lascio agire per qualche ora- per sturare le tubature intasate uso sale grosso e poi acqua bollente- se voglio biscotti o pastine varie, cerco semrpe di cuocerli io- ho iniziato da un paio di giorni a sostituire lo stick per le ascelle col bicarbonato, i risultati mi sembrano decisamente migliori, ma sono ancora in fase di sperimentazioneper il resto sto cercando di migliorare, anch'io voglio provare la ricetta dello shampoo

  12. VALE  me ti assicuro che nn c'è nessuna bravura, una volta che le cose diventano d'abitudine!EXTRA  uhm…sento aria da presa x i fondelli ehehehehVALANGEL  provo poi ti dico se funziona tra l'altro il mio detersivo lascia un'odore che nn mi piace!cani e gatti…se nn ci fosse mio marito io avrei riempito la casa….però uno x sorte si!MAMMATUTTOFARE uauauauauua quante belle informazioni!me le sono scritte vediamo che riesco a fare, qui c'è da far scorta di sale grosso bicarbonato e aceto!io sono tantissimi anni che uso una pietra x le ascelle, xkè qualsiasi deodorante mi brucia. nn mi ricordo come si chiama, so che si trova nei negozi di bio, è una pietra trasparente che si bagna e poi si passa, ti assicuro mai avuto problemi di ascella!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...