pronto soccorso vedove

"emily ti assicuro se avessi scelta non ti chiederei mai nulla"

questo è poco ma sicuro. con Amica Catechista non è che ci sia propriamente un'amicizia: è molto occupata a pensare alle anime delle pecorelle smarrite del paese (invece di controllare i bigliettini bollenti che sua figlia scrive a mio figlio…) e spesso ci siano trovati a discutere sempre e solo di un argomento: i miei figli non frequentano messa parrocchia e catechesi, e non hanno ancora fatto cresima e comunione. dal punto di vista razionale trova le mie argomentazioni ineccepibili (noi siamo laici, ai nostri figli non interessa) ma non perde occasioni per cercare di forzarmi la mano (sopratutto vorrebbe che figlia grande frequentasse la parrocchia, visto che è molto attiva in quella del paesello vicino)

"ma scusa siete in tante, pensateci voi!!!"

"Emily, ti assicuro che ci abbiamo provato. tutte noi abbiamo provato a coinvolgerla, ma lei sta andando sempre più in depressione e noi non sappiamo come fare. dai, cosa ti costa?"

"ma non capisco perchè io!!! praticamente non ci conosciamo!"

"tu forse non la conosci, ma lei ti conosce benissimo e sono sicura che sei la persona giusta per aiutarla ad uscire da questo buco nero. chiamala, portala con te, falla partecipare alla tua vita sociale, tienila con te nei tuoi giri…insomma….hai capito"

no, non ho capito. questa donna è rimasta vedova credo alcuni anni fa: abita qui al paesello e l'ho conosciuta ad un corso: ho scoperto alla fine che abitava nel mio stesso paese ma a quanto pare lei invece mi conosceva benissimo e ha raccontato in giro facendole passare per perle miracolose di saggezza ogni sciocchezza che devo aver detto durante il corso. a quanto pare questa donna a cui credo di aver rivolto parola due volte mi considera una persona in gamba. una donna forte e speciale e per questo motivo le donne del paese ritengono che potrei darle una mano ad uscire da una forte depressione.

ma io non ho vita sociale!!! io non sono forte come mi vedono loro!!! io pass il mio tempo dividendomi tra casa e ufficio, non faccio nulla d'interessante!!! io sono una donna fragile, incoerente e confusa!!!! e poi soprattutto…come cavolo faccio ad aiutarla, non ci siamo mai praticamente rivolte la parola!!!!!

"ma cosa ti aspetti che faccia???"

"ma un atto di carità cristiana lo potrai fare nella tua vita???"

eh no azz, non tiriamo in ballo la carità cristiana!!!! 

insomma…suggerimenti?

Annunci

21 risposte a “pronto soccorso vedove

  1. Passerò per cattiva e insensibile… Pazienza…Ma un professionista no? La depressione è un brutta bestia… Forse un tuo eventuale aiuto potrebbe indirizzarla verso uno psicologo… Le amicizie aiutano, forse, ma la depressione deve essere CURATA, lo può fare solo un professionista. Tieni presente che se il motivo per il quale ti avvicini a lei è aiutarla per "carità cristiana" (non ci ho MAI creduto e a volte credo faccia dei gran danni!!!!!), non credo tu possa poi "cambiare" idea senza esser giudicata e senza sentirti in colpa…Se poi lei inizia a "contare su di te" e tu non puoivuoi più frequentarla, diventerai probabilmente la causa di una nuova "discesa"….Se invece decidi che si può fare magari guadagnerai un'amica sincera con risorse che nemmeno immagini… Ma forse no…ciao.

  2. Ciao "Emily",concordo sia il caso che se ne occupi qualcun altro.In particolare suggerirei a quelle brave donne che ti hanno tirato in ballo di organizzare tramite la parrocchia una delle seguenti cose:- corso di ginnastica coincidente con l'estate ragazzi (ci sarà qualche fisioterapista o insegnante di ginnastica che si lascia coinvolgere)- raccolta fondi per i poveri (ce ne stanno fin troppi non sarà in problema)- conferenze sui bisogni delle famiglie (salute, benessere,famiglia, problemi legali)- gara di torte coincidente con l'estate ragazzi- giri turistici in quel di padova (ci sarà qualche insegnante di educazione artistica disponibile!!)In quel contesto la sioretta depressa potrà essere coinvolta al 100%.L'intervento di una sola persona non è sufficiente. Te lo dice una che riesce a "sistemare" tutti…tranne me ovviamente, ma io non son depressa.Kisscogny

  3. Secondo me non si può sempre costringere le persone a essere coinvolte ci sono giorni in cui non si vuole essere coinvolti. Questa donna ha un momento particolare e come dice mio marito non per tutti quando si è depressi o in crisi vale ilmio rimedio: parlare, scrivere, stare con gli amici. Gli uomini spesso risolvono queste cose in solitudine. Secondo me potresti magari rivolgerle un sorrisoin più offrirle un caffè e vedere cosa succede.

  4. vacci con il piede di piombo, se é depressa non si lascerà coinvolgere d aniente e da nessuno, lo devi fare pero' se ti và di farlo, non per carità cristiana o epr altro…

  5. Bah, io credo che queste cose si possono fare per affetto, o per lo meno per un forte interesse nell'altra persona, oppure ancora per una forte motivazione/bisogno a salvare l'umanità, più o meno intera.

    Farlo per una specie di 'carità cristiana' , per rispondere alle aspettative di qualcun altro, per non dire di no, perchè diversamente ci si sente delle merde, etc etc etc sia condannarsi ad un periodo di tormenti e quasi sicuramente un insuccesso.Per non parlare poi del fatto che se la signora in questione è davvero depressa potresti fare molto più danno che bene. come hanno detto altri ci vorrebbe un professionista e la consapevolezza della signora in questione a voler affrontare la cosa.Io avuto un'amica carissima, mia vicina di casa e praticamente vice madre dei miei figli, che di motivi di depressione ne aveva parecchi, tra cui un carcinoma mammario di cui è morta dopo ben 16 anni di cure, e ti assicuro che starle vicino è stata a volte una rottura di scatole infinita, anche se le volevo un bene dell'anima.Ti dico solo che un'estate avevamo organizzato, con mio fratello e mia sorella e rispettive famiglie, un campeggio libero in montagna e nel cuore della notte si è scatenato un temporale pazzesco, spaventoso. Non eravamo distanti da casa e lo stesso temporale era venuto giù anche a casa dove la mia amica era sola. Lei non ha trovato di meglio che telefonare a me, alle tre di notte, temporale appena passato, noi in tenda in mezzo al bosco, bambini spaventati etc etc etc. Oltre all'accidenti che mi è preso quando ho sentito il telefono squillare, puoi anche immaginare che mi sono sentita morire all'idea della poveretta, ammalata, a casa da sola e morta di paura per tutto quell'ira di dio. Insomma, di dormire non se n'è più parlato fino all'alba.E questo, oggi che sono ormai diversi anni che lei non c'è più, è un ricordo tenero e buffo ma ti assicuro che ne avrei diversi altri e che allora non mi parevano nè teneri nè buffi.Non so cosa farei se fossi in te, forse vista da vicino la situazione è diversa ma vacci piano pianissimo che di rogne mi sembra tu ne abbia già abbastanza.(mi sono scritta addosso, tu magari leggi una riga si ed una no, mi sa che va bene uguale …)/graz

  6. IAGATABU anche io ho proposto di sentre una persona competente, ma lei dice che nn accetterà mai di farsi vedere da un medico…e ti assicuro che nn ho proprio bisogno di sentirmi responsabile di un'altra persona, mi mettono già ansia quelle che dipendono da me adesso!!!COGNY  fattene una ragione, qua mi chiamo così, guai però se usi questo nome davanti a mio amrito ehehehtutte le cose che nomini tu probabilmente le hanno già fatte, altrimenti ti assicuro che nn sarebbe arrivata a me!ma scusa proprio tu mi dici questo, che stai sempre li a raccattare persone problematiche che ti si attaccano come zecche?????PAT  esattamente. nn vedo il mondo attraverso il io ombelico: x me la soluzione può essere questa, x altri c'è bisogno di altro. e poi bisogna conoscersi e volersi bene x aiutarsi, io lei nn la conosco affatto!! so solo adesso come si chiama!ALLE il fatto è questo, che a me proprio nn va xkè so che poi diventa altro motivo di stressGRAZ  carissima ho letto tutto x benino….che esperienze traumatiche che hai subito, nn credo che avrei la forza x stare vicino ad una persona così a lungo come hai fatto tu. quelle poche situazioni in cui mi sono trovata mi hanno logorato subito, la sofferenza delle persone care è sconvolgente.nel caso di questa persona nn ci sarebbe questo coinvolgimento emotivo, xkè io di fatto nn la conosco, ma so che dopo poco finirei col sentirmi la solita crocerossina col rischio di fare danni poi xkè nn sai mai cosa passa davvero x la testa delle persone che conosci, figurati quelle che nn conosci

  7. Non lo so, ma la prima cosa che mi è venuta in mente è stata: se questa persona è depressa e ti stima tanto, magari il tuo contributo potrebbe convincerla a rivolgersi a uno specialista. Oppure si tratta di una che semplicemente non ama la compagnia delle donne di parrocchia, ma finché aveva il marito non lo lasciava notare. Oppure semplicemente ha bisogno di capire come si apre un blog, dopodiché non ti vorrà più vedere perchè sarà troppo presa a esplorare la blogosfera.Poi, per carità, l'unica che può valutare giustamente la situazione e decidere sei tu.

  8. ehm io mi accodo tra quelli che pensano che non ti puoi far carico da sola di una situazione del genere.Farei organizzare una qualsiasi cosa dalle buone dame della parrocchia (qualche cosa per raccolta fondi, o escursione da qualche parte) a cui partecipi tu una tantum e proprio quella volta la inviti e ti fai carico di convincerla a venire.Durante la giornata si cerca di farla socializzare con qualche altra anima pia, e tu hai contribuito a farle rompere il ghiaccio.Ma e' anche possibile che lei della compagnia delle anime della parrocchia non ne voglia sapere…

  9. scappa. e per sicurezza cambia connotati e identità.in alternativa potresti eliminarle tutte, ma mi sembra più faticoso…

  10. Non mi piacciono le persone che fanno leva sui sensi di colpa per farci fsre quello che vogliono e neanche mi piace l’idea della carità su commissione…cercherei di tirarmene fuori!Ciao!

  11. Fatti tanto i fatti tuoi, ok? Il mondo non puoi salvarlo tutto da sola e di carichi pendenti ne hai già abbastanza, mi associo a Graz e le altre in toto.La carità cristiana è un'ottima cosa, suggerisci alle piedonne di mettersi accanto figlio piccolo tutti i pomeriggi per fargli fare i compiti finché non ha la media del nove e 10 in condotta.Ognuno ha le scelte che vuole, se la tua amica catechista sostiene di non averne, forse deve rivedere le sue priorità nella vita. Forse anche la signora in questione ha diritto alle scelte sue e se non vuole farsi vedere da un medico è una scelta pure quella. Come lo è quella di ammkirarti, ma appunto è una scelta sua e non tua e nessuno dice che per quello te la debba incollare.E tu hai tutto il diritto, anzi il dovere, di chiedere all'amica catechista di non crearti ansie conto tersi che ne hai già di tue e non ti servno i sensi di colpa indotti che ci riesci benissimo nda te.Se proprio devi fare il supporto vedove già avrebbe più senso che tu ti vada a fare un caffé con la vicina, che anche se ci hai parlato una volta sola sempre d fronte ti abita.Carità cristiana, non fatemi ridere. Se ci credesse sul serio:a: non ti stresserebbe con le scelte di fede di casa tub: capirebbe che non sei di ferro e il fatto che ti incolli tante rogne altrui al massimo è un segnale di venirtene a togliere qualcuno, non di mettercene una così pesa.insomma, scappaaaaaaa(che mi firmo a fare che lo sai già)sterdm

  12. Wow! non son passata nè per cattiva nè per insensibile!!!! Meno male!!!Però il fatto che la signora abbia rifiutato di farsi aiutare da uno specialista mi fa pensare che non stia poi così male….E che forse la depressione le serve anche per attirare altre persone affinchè si occupino di lei…. se guarisse l'attenzione su di lei calerebbe….E più penso alla carità cristiana più mi convinco che la catechista dovrebbe dar il buon esempio e occuparsi lei della vedova!!! E lasciarti libera di non partecipare alla vita della parrocchia se tu non lo vuoi, anche perchè ho il sospetto che sia un covo di pettegole…

  13. So di essere particolarmente paranoica….ma la prima cosa che mi è venuta in mente, leggendo il post, è che questa donna nei tuoi confronti abbia un'attenzione un po' morbosa…lei sapeva tanto di te e tu la conosci a malapena…non mi piace un inizio così impostato, mi sa tanto di un rapporto di dipendenza assolutamente malsano…Ciao, Daniela

  14. beh….ma voi siete laici e quindi perchè dovresti fare carità cristiana??? e poi secondo me quelle continuano a piangersi addosso è perchè gli piace vedere la fila di gente alla porta che chiedono come sta ed a pregarla di farsi forza….cinica? forse sì ma ne ho conosciuta una simile dove lavoro e ti assicuro che alla fine non era poi così depressa e anima innocente

  15. LANTERNA  lucida e sintetica come sempre. è esattamente quello che ho intenzione di fare…ad ognuno il suo mestiere…MAMMAOGGILAVORA  esattamente. ho preso le mie informazioni e ho capito che lei nn vuole frequentarle xkè ogni volta che ci sta insieme poi le sparlano alle spalle…l'hanno già fatto con un'altra vedova e lie nn vuole essere l'argomento di spetteguless.JULLALA  ci ho già provato…sopratutto quando mi teneva un'ora al cell x convincermi a far cresimare i figli…DIAMANTE… appunto. i sensi di colpa sono un peso legato al collo che nn ti permettono di nuotare. nn ne ho proprio bisognoMAMMAM  infatti. qui si cerca di mettere semre in discusisone il mio stile di vita…in un modo o nell'altro e questo nn lo reggo, qui vedono quello che vogliono vedere, e cioè che parto x chissà dove e torno quando mi pare…devono credere che la mia vita è un'eterna festa e divertimento…

  16. Idem come M di MS. Ha già abbastanza da pensare ai problemi tuoi. Hai davvero così tante energie da dedicare anche ai problemi degli altri? Perchè se è così un paio di richieste ce le ho anche io! Gloria

  17. non credo che lei ci goda, credo che stia tentando di sopravvivere! e quando stai così, ridotta a un verme-che-si-odia… anche il "goderci" approfittando di qualcuno, fa comunque schifo. quindi voto per l'aiuto professionale. uno psicologo: ma qualcuno dovrà indirizzarla! Magari potresti riuscirci tu… non dico di ammazzarti per farcela andare, ma di tentare, proporre, consigliare, e vedere se lei coglie.se non coglie, che continui pure a lasciarsi morire

  18. Ma poi, adesso passo anche dal'altra parte, una può portare il lutto in santa pace come pare a lei? Chi lo dice quando è ora di rifarsi una vita? E se lei non la vuole una vita senza di lui?Ma il diritto di soffrire come si vuole, una potrà pure averla, senza che la gente stia lì a criticarla se resta sconsolata e pure se si riconsola. Io mi posso immaginare che anche solo un matrimonio normale, durato tanti anni, possa essere difficilissimo da accettarne la fine causa morte, e allora posso sentirmi come se mi mancasse un braccio o una gamba e soffrirmela per conto mio?Scusa, lo dico perché oggi pare ci sia fretta pureper smettere il lutto, mia nonna è stata vedova per 60 anni vestita di nero e rimpiangendo il marito, non mi pare le abbia imedito di vivere a lungo e rompere l'anima a mia mamma. E per me è stato un esempio pure questo, dell'amore infinito.mmmstrdm

  19. IAGABU ahahahha ma guarda che qui siamo tutte cattive!!!però davvero, non credo che lo faccia x attirare l'attenzione, anzi, da quel  poco che la conosco mi sembra proprio una persona schiva. e poi cmq quelle sono proprio pettegoleDANIELA  hai toccato un tasto….anche io a volte penso che so molte cose di persone che manco mi conoscono: xkè me ne parla un'amica, i miei figli, xkè vengo a saperlo x altre vie…però rimane inquietante quando una va in cerca di queste informazioni. hai ragione bisogna starci attentaAGRI nn mi apre il tipo anche se ovviamente nn la conosco bene: credo che sia solo un tentativo di difendersi, queste donne ti aiutano solo x sparlarti alle spalle….M di MS vergogna! e dove è la tua carità cristiana??? (eheheheheh)GLORIA  il mio spirito di crocerossina viene fuori solo con i cnai abbandonati e con i bambini….il resto del mondo…no!LAYLA  hai detto la stessa cosa che penso io. so che nn si fida di queste brave donne, quindi magari si è già rivolta ad uno specialista ma a loro nn glielo vuole far sapere 

  20. MAMMAM  anche mia madre è vedova, e questa tristezza che ha sempre a me mette malinconia, altro che esempio. nn dico di costringerla ma mi farebbe piacere se avesse una storia…dai scherzo, ma un po' di verità c'ènn credo che questo sia la soluzione che vogliono le pie donne, penso che vogliono solo vederla serena. però hai ragione, un conto è la depresisone e un conto è il lutto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...