ti faccio la testa come un cesto di lumache

evvabbè, anche io mi faccio paranoie.

ho sposato un uomo eccezionale, e poi nel giro di pochi anni si è trasformato in un uomo orrendo: villano, aggressivo, antipatico, lunatico, egoista. sono stata sola per tanti, troppi anni e sono cambiata anche io: sono diventata più chiusa, meno fiduciosa, meno spontanea: ho imparato l'arte del non dire, di abbassare la testa aspettando che passi la bufera, a non dire quello che pensavo. ho anche fatto cose di cui non vado fiera ma ero in guerra, e tutto era lecito

ma da circa un anno le cose sono cambiate: sono cambiata io e  lui di conseguenza? il lavoro ha smesso di dargli quelle certezze che lo facevano essere arrogante? si è reso conto che il tempo passa veloce e i figli scappano? ha capito che il denaro non costruisce nulla? io non lo so perchè, ma Re Mida sta tornando ad essere quell'uomo strepitoso di cui mi ero innamorata, che ha sfidato l'orco (mia madre) per sposarmi e ha scommesso tutto il suo futuro su di noi.

però nel frattempo le cose sono cambiate: non basta tornare indietro e ricominciare, le ferite ci sono, io sono diffidente.

spesso lo metto alla prova, spesso lo provoco per sondare le sue reazioni, quasi mai si torna ai vecchi sistemi.

e allora? che voglio ancora dalla vita?

non ci riesco, anni di soglia alta mi hanno reso cinica, non riesco a ritrovare completamente quell'atteggiamento di assoluta fiducia nell'altro, quel sentimento meraviglioso di totale simbiosi con un'altra persona: troppi anni passati a pensare "sono da sola, non posso contare su di lui".

però è anche vero che è faticoso vivere così, soprattutto ora che lui è cambiato tanto

passeggiamo e cerca la mia mano….se lo avessi fatto qualche anno fa era capace di metterla in tasca con aria disgustata. collabora in casa….se provavo a chiedere anche un minimo gesto partivano insulti. è al mio fianco con figlio piccolo…..prima c'era solo per criticare e denigrarmi. mi apprezza davanti alle persone….prima mi faceva sempre sentire stupida. mi consulta per le scelte aziendali…prima mi considerava l'ultima persona a cui chiedere.

siamo sul divano, siamo appena tornati dal corso del lunedi (anche questa è una novità, glielo ho chiesto per vent'anni di farli insieme….), lui mi dice qualcosa come ; "questo è il momento più bello della giornata, io e te insieme….." e allora sbotto:

"senti un po' signorino, ok mi fido, non posso continuare a stare sul chi vive, ma ti avverto, se quando passa l'emergenza torna tutto come prima stavolta non ti chiedo il divorzio, ti faccio direttamente una testa come un cesto di babbaluci"

"di babba cheeeeeee????"

"babbaluci! lumache in palermitano! TI RIEMPIO DI CORNA!!!!! SONO STATA CHIARA?"

"ah!…..ma non si torna come prima, io stavo da cani….."

lui stava da cani??? questa è bella

Annunci

32 risposte a “ti faccio la testa come un cesto di lumache

  1. Certo che non comunicare può fare certi danni!Spesso Luca se ne salta fuori che non gli viene da fare gesti di tenerezza perché io spesso sono nervosa, si sente respinto. E a me a quel punto viene da dire: ma non ti è mai passato per il cervello che, se tu facessi un gesto affettuoso, io mi rilasserei e sarei meno nervosa?

  2. eggià LANTERNA…. ma x esperienza so che è un girone dantesco, io nn faccio xkè temo…tu nn fai xkè temi…..nn è più finita!!!!! però è difficile, altro che…

  3. caspita, i corsi di comunicazione sono serviti a tutti e due!allo stato attuale siete una bellissima coppia. Preservatela!

  4. Era una situazione oggettivamente pesante per entrambi… prova a dirgli esattamente quello che hai scritto qui, cioè che eri l'ultima ruota del carro in azienda, che a casa non aiutava, che ti denigrava e criticava, ecc… sarebbe interessante capire come vedeva lui quelle situazioni, cosa aveva lui da lamentarsi e stare male.Ad ogni modo, sono contenta che le cose si siano sistemate e che abbiate ritrovato la serenità e la complicità di un tempo!

  5. Mia madre cita sempre un bel proverbietto polacco in rima che ti traduco con i piedi e che dice che l'imbarazzo più grande è volerlo entrambi al tempo steso.Cocca, quando ti fai una feritina, quella si rimargina, come no, ma spesso rimane la cicatrice e talvolta la cicatrice continua a far male. Tocca farsi una plastica o il laser per toglierla. Ora, tu qualche cicatrice ce l'hai, ma ci state lavorando bne insieme, chiamiamolo laser. E comunque sapete di voler stare tutti e due insieme, che già è una gran cosa.Io non ci credo troppo che al dunque tu gli faresti le corna, con chi, poi?Però state parlando, state cambiando, continuate a farlo e vedrai che ti rilassi pure tiu, dio li accoppia perché così si aiutano a crescere insieme. magari prima o poi salta fuori pure perché lui stava così male, magari era lui ad avere il complesso di inferiorità.Mammamsterdam

  6. lanterna: ma QUANTO mi ritrovo in questo e perché devono sempre essere le donne a fare il primo gesto affettuso??come sarebbe bello de dopo qualche giorno di musi si potesse semplicemnete essere abbracciate e coccolate.. tanto ognuno resta sulla sua idea ma almeno ci si sente uniti.. boh!!beffy2

  7. No. Le cose non tornano mai come prima. Si cambia e si è cambiati da quello che è successo e la ventenne completamente aperta e fiduciosa non esiste più. Però al suo posto c'è una donna più consapevole, conscia di se' capace di sopravvivere a tante cose e questa è una grande forza. Una forza così grande da poter vivere serenamente il momento presente.ma è un lungo discorso. Ne parleremo

  8. Però vedo in questo post tanta tenerezza, comprensione e…amore.M di MS

  9. si cambia, si cresce, voi siete la prova vivente di questo…cera di rilassarti, forse anche lui é stato male, nonc redo che vivesse cosi' bene, per cui, godetevi il momento e non pensare al poi…un passo alla volta!!

  10. la miglior difesa è l'attacco

  11. Però se c’è un trucco per tornare ad avere un marito super ce lo diresti vero?
    Perchè io sto attraversando quel periodo buio lì, con il mio maritino che è esattamente come il tuo prima di questo anno…
    Sapere che forse, in un angolino nascosto, stanno male anche loro.. mi fa riflettere, eccome.
    Io sono sola non posso contare su di lui me lo dico troppo spesso anche io, purtroppo!
    Capisco questo tuo tentennare, se lasciarti completamente andare oppure trattenerti un pochino come per preservare un angolino per quando non sarà più così.
    Però te l’ha detto, stai tranquilla almeno tu e buttati in questa nuova fase di amore sconfinato!!!!

  12. l'Uomo, anche se sta da cani, a volte mica lo dice… 

  13. MAMMAOGGILAVORA  si i corsi sono serviti moltissimi prima di tutto a me xkè ho fatto una scoeprta grandiosa: per tantissimi anni mi sono incaxxata xkè nn riuscivo a cambiare lui e invece ho scoperto che cambiare me stessa era decisamente più facile. il resto viene di conseguenzaVALANGEL  ti dirò una cosa forse orribile: nn ho più voglia di discussioni, nn ho più voglia di tirar fuori quanto stavo male e quanto mi sentivo sola. parlarne nn cambia il passato e nn credo nemmeno serva a nn rifare gli stessi sbagli. lo so che nn dovrebbe essere così, quando c'è il sereno bisognerebbe chiarire, ma sono così stufa di discussioni….MAMMAM esatto, le cicatrici ci sono e bruciano ancora. sono successe tante cose che mi hanno fatto pensare di odiare mia marito e questo nn si dimentica facilmentee in quanto alle corna…credi davvero che nn troverei con chi fargliele?????????? miiiiiinkia nn sono mica da buttare ehehehehehBEFFY hai ragione e in un certo senso rispondi anche a VALANGEL, spesso è inutile cercare chi ha ragione e chi ha torto, vale di più un abbraccio stretto, una carezza, uno sguardo complice e pazienza chi ha ragione…..PAT  spero proprio che ne parleremo a quattrocchi…..nn so se mi piace la donna che c'è ora, certo che quella di prima nn torna più. certe volte mi sembra di essere stata alice nel paese delle meraviglie, e adesso mi vedo cinica e dura, ma questa sono diventata e con questa devo fare i conti

  14. quoto Franco, ho pensato la stessa cosa. Noi stiamo da cani e lo sappiamo, ma a volte anche loro non se la passano granché bene, ma non sono semplicemente in grado di dirlo… Evviva i corsi sulla comunicazione e la verità, infine

  15. secondo me la meglio verità l'hai scritta in questa fraseper tantissimi anni mi sono incaxxata xkè nn riuscivo a cambiare lui e invece ho scoperto che cambiare me stessa era decisamente più facile. il resto viene di conseguenzae d'istinto mi verrebbe da inalberarmi sulla falsariga de 'ma perchè cacchio debbo cambiare IO?' ma poi penso che cambiare si cambia comunque, la vita ci cambia volere o no. Se vogliamo dirlo in modo elegante diciamo che 'cresciamo' ma nei fatti quello è: si cambia.E quindi, visto che si cambia, tanto vale gestirlo questo cambiamento, che sia più funzionale possibile alle cose chevogliamo, o che di fatto abbiamo, nella nostra vita, no?E se il cambiamento è in positivo secondo me è fatale che ingeneri altri cambiamenti, altrettanto positivi, in chi ti sta attorno e, vogliamo riconoscerglielo almeno questo?, ti vuole bene, se non altro perchè continua a scegliere te ogni mattina, seppure aiutato da un pò di distrazione …Non tornerai più ad essere la fanciullina con gli occhi trasparenti perchè non lo sei più una fanciullina. E se, a qualche passo dai 50, tu fossi ancora quella fanciullina lì forse sarebbe più un problema che una roba positiva … prendi decisioni tutti i giorni e ti assumi responsabilità e gestisci la vita di persone o la influenzi. perchè dovresti sentirti cinica in quanto non hai più 'quell'atteggiamento di assoluta fiducia nell'altro, quel sentimento meraviglioso di totale simbiosi con un'altra persona' …Sei davvero convinta che l'amore in una coppia rodata dal tempo e dalla vita sia questa roba? O non è forse preferibile uno sguardo disincantato che ti fa amare i suoi oggettivi aspetti positivi e ti fa guardare con un ironico distacco i suoi lati B?/graz

  16. M di MS la cosa terribile è che x molto tempo ho pensato che l'amore nn ci fosse più. che nn ci fosse più nulla da fareALLE  giusto, viviamo il momento. il rancore del passato e l'ansia del futuro rovinano il presenteZIA CRIS  infatti, stare li a piagnucolare su come mi sarebbe piaciuta che fosse la mia vita nn portava gran cambiamenti. agire invece….ahhhhhhhh che soddisfazioni!ILMAREDENTROME  vorrei dirti tante cose xkè capisco come ti senti. io avevo dentro tanto rancore x le aspettative deluse, tanta angoscia x il futuro, tanti sensi di colpa verso i figli x quello che pensavo….è stato un periodo orribile, nn so come ho fatto ad andare avanti col sorriso.però le cose cambiano. le dobbiamo far cambiare noiFRANCO  è xkè nn lo dite? xkè nn ci si guarda negli occhi e ci si ricorda cosa ci ha fatto iniziare? xkè si spera che l'altro capisca senza parlare????

  17. piacere emily, sono polly.sai, questo post mi fa ridere ma anche pensare.e sognare. che quell'uomo lì che dorme sul mio divano possa tornare quello che amavo follemente.ma il fatto è che la diffidenza, come dici tu, resta. alla grande. il non dire quello che penso, che tanto non c'è più speranza che lui capisca. l'aspettare che passi la bufera senza sparare sulla crocerossa.complimenti a te che ce l'hai fatta, e anche a lui che è cambiato. non è cosa da poco.polly

  18. Questo detto del cesto di lumache è divertentissimo….dalla mia piccola esperienza posso slo dire di goderti il cambiamento che c'è e quello che è stato pazienza..le cose si sono risolte in meglio e siete insieme….inutile rimuginare

  19. ciao Emily sono chiara.Questo tuo post mi fa venire i lacrimoni.Me ko ricorderò il giorno che andrà male con mio marito o con chiunque altro. NOn so cosa hai fatto per far cambiare Re Mida, ma a quanto pare c'è sempre una speranza.Ciao!

  20. Emily, scusa, non mi sono spiegata bene, io volevo dire che ti capisco, che lui ha attaccato per non …non so nemmeno io cosa, quindi mi riferivo a lui quando dicevo "la miglior difesa è l'attacco", dire che stava male lui, quando tu soffrivi motlo di più (e secondo me lui se ne era accorto)

  21. ut14 ma la differenza è che noi ne parliamo, se ne parliamo!!!! svisceriamo tutto, pingiamo, chiediamo spiegazioni, pretendiamo cambiamenti, loro si chiudono in un mutismo oppure urlano come ossessi. e quando smettiamo di parlare vuol dire che stiamo cambiando strategia e nn sempre sono cose piacevoli. perchè bisogna arrivare a queste cose?GRAZ  carissima a parte che il lato B di mio marito è da urlo eheheheh…..si hai ragione si cambia xkè si cresce, è inevitabile, e forse sperare di farlo senza traumi è impossibile. certo che avrei preferito crescre continuanod a considerare mio marito un punto fermo, una persona s cui contare sempre e non da dovermi difendere. ecco, questo forse è un limite che nn si dovrebbe superare maipiacere di conoscerti POLLY.  anche mio marito ha dormito molte volte nel divano, anche xkè a letto era l'unico momento x bloccarlo in una discussione….che lui troncava andandosene, con coperte e radiosveglia.che periodo orrendo, che senso di deriva.io nn ho mica la formula magica, ma ci sono cose che mi sono state dette al momento giusto e che mi hanno fatto vedere le cose da un'altra prospettiva. però rimango diffidente, e facico fatica a scrollarmi di dosso questa cosaAGRI  ioa doro il dialetto siciliano, con tutte le sue metafore e la sua saggezza scanzonata. adoro anche i siciliani ma questa è un'altra storia ehehehehCHIARA  certo che c'è sempre speranza, finchè nn si passa il limite della violenza fisica. anche se a volte, certe parole, sono dure come pietreZIA CRIS  dici?? nn so. a me pare che gli uomini in genere, soprattutto nei rapporti, si facciano trainare. tu proponi e loro accettano. sono io che sono passata ad attaccare, lui mi ha seguito

  22. diciamo che è una (pessima) tradizione…

  23. Re Mida, santo subito! L'ho sempre detto che quell'uomo è un grande.Goditi tuo marito e smettila di essere diffidente.

  24. ma senti conretemanet COSA hia fatto?… gli hai paralto di altre cose? hai alsciato correre? hai fatto piu coccole??.. dicci dicci.. che a legger i commenti ce né una marea di donne /mogli nella tua ex-situazione!!beffy2

  25. Scusate rifaccio… ho leggere tndenze dislessiche!ma senti concretamente COSA hai fatto?… gli hai parlato di altre cose? hai lasciato correre? hai fatto piu coccole??.. dicci dicci.. che a legger i commenti ce né una marea di donne /mogli nella tua ex-situazione!!beffy2

  26.  Che qualcuno possa cambiare dopo tanti anni difficili è qualcosa che leggo con piacere e mi lascia ben sperare….magari!!Ciao!

  27. FRANCO sono abitudini che portano ai silenzi, e poi alle separazioni. è faticoso ma bisogna sforzarci di parlareCORR  questo post nasce dopo la nostra discussione, come vedi ho recepito il tuo pensierotranquilla BEFFY  avevo capito lo stesso. io nn ho la formula magica!!! nn so cosa sia successo. l'anno scorso ho seguito dei corsi sulla comunicazione e mi sono stati tanto utili. ma credo che ci siano stati molti fattori, e nn li ho ancora capitiDIAMANTE nn lo dire a me…ho sempre detto che le persone se cambiano, lo fanno in peggio….ma io nn ci credo ancora…mica mi fido del tutto

  28. 😀 …a me lo dici!!!ci sono già passato, fatto tutto, finito. ormai ho voltato pagina!spero che l'esperienza serva ad altri, anche se ci credo poco.

  29. FRANCO  scusami ma l'argomento come vedi mi sta a cuore. a quanto pare tu ci sei passato…hai imparato qualcosa da questa esperienza? hai capito dove hai sbagliato? sei riuscito a cambiare? poteva essere evitato? PUOI DIRE QUALCOSA CHE AIUTI TUTTI A NN FINIRE NEL BUCO NERO SENZA RITORNO??? lo so che agli uomini nn piacciono queste pippe mentali, ma se nessuno ne parla mai, come si fa a imparare??? 

  30. dalle esperienze personali si impara sempre molto (bè, insomma, spesso), da quelle altrui quasi mai, secondo me.un po' perché l'esperienza di ognuno è unica e particolare, un po' perché vivere le cose sulla propria pelle è certamente diverso.quante volte devi dire a un bambino che stia attento, che potrebbe farsi male, che potrebbe – per esempio – bruciarsi? finché non si brucerà – almeno un poco – non saprà cosa vuol dire.quello che posso dire è solo quello che anche tu sai e che hai già scritto.è faticoso, ma bisogna sforzarsi di parlare. e i silenzi portano alle separazioni.qui c'è gia tutto.ma chi tace non sa di farlo. solo parla un po' meno del giorno precedente, e il giorno successivo si terrà un'altra cosa ancora dentro. è una silenziosa progressione, quasi impalpabile, difficile da rilevare se vissuta in prima persona. sembra tutto uguale, tutto come sempre. fino al giorno che tutto cambia, tutto appare diverso ed improvvisamente insostenibile, ma è ormai tardi.detto questo, sappiate che brutte separazioni possono anche essere la base per splendide storie d'amore successive, eh! 😉

  31. ci puoi dire i titoli dei corsi che hai seguito? e anche quelli di re mida?… chissà….beffy2dislessy

  32. FRANCO  grazie del commento, hai ragione mi riconosco in pieno. nel mio caso x molti anni ho pensato che parlare nn servisse a nulla, era fiato sprecato, xkè arriva un certo punto che nn ci si ascolta più.però io credo che serva l'esperienza degli altri, xkè la vita è fatta di azioni e spesso nn sappiamo che fare: sentire le esperienze degli altri serve xkè spesso ci riconosciamo nelle situazioni degli altri e possiamo capire meglio la nostra. e poi ci suggeriscono azioni da fare, invece di crogiolarci nei nostri pensieri.almeno x me è stato cosìBEFFY ho cominciato io con dei corsi di comunicazione, e ne ho seguito uno x un anno: comunicazione, autostima e gestione dei conflitti….meraviglioso, ho cambiato tante cose, poi l'anno dopo ha cominciato a seguirli mio marito….il resto è storia….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...