voglio anche io aver tempo per le pippe mentali

dicembre è da sclero, una volta amavo questo mese e invece da un po’ di anni mi casca addosso come un macigno: feste, pranzi, riunioni, cene, lavori da terminare, regali da comprare, vacanze da decidere, addobbi da comprare e usare, vestiti da montagna da tirar fuori, il camper da preparare, oltre alle normali attività di spesa, pulizia, ufficio, eccetera

questo è il periodo in cui mi sento più facilmente una caccolina, perchè mi sembra che mi scappi tutto: in ufficio sono indietrissimo, preparare la causa contro quell’idiota mi ha massacrato, ho tralasciato un sacco di cose e solo oggi mi sono accorta che tra una settimana è finito l’anno: la fiera di milano si avvicina e io sono ancora in alto mare con lo stand e siccome a volte sono proprio masochista mi sono ripresa l’onere di pensare anche allo stand dell’associazione…..sono proprio irrecuperabile.

in casa non ho ancora messo nulla, non ho comperato nessun regalo (a parte il libro per la suocera!) devo andare dall’estetista e dalla parrucchiera ma dal mio "piano di volo" non ci sono buchi liberi: insomma la mia inadeguatezza pesa molto in questo periodo

stasera sono stata a una riunione con figlia grande per il campo invernale, al ritorno ci fermiamo al distributore del latte, e troviamo la mamma di una ex compagna di classe di figlia grande: appena ci vede ci attacca un bottone allucinante sulla sua vita piena di guai, che sono nell’ordine: i regali di natale per un cognato sciupafemmine che le sta sulle balle ( profilattici firmati? mah!) il menù della cena della vigilia che è un vero dramma perchè il figlio più grande porta la morosa celiaca (the con i biscotti? che tanto si mangia troppo a queste feste) e gli addobbi della casa, che quest’anno ha fatto tutto bianco e blu e poi la sorella l’ha copiata ( e allora? vuoi il copyright?) e poi il parroco l’ha incastrata per fare la cioccolata alla messa di mezzanotte ….insomma Emily, questo periodo è una vera scocciatura, lo odio, non vedo l’ora che passi, che vita di merda…

"figlia grande chi diavolo avrei dovuto sposare per fare la stessa "vita di merda"?"

"un direttore di banca mamma, tieniti papà e la tua vita di merda" 

Annunci

20 risposte a “voglio anche io aver tempo per le pippe mentali

  1. ehehehe grandissima.
    Come vedi la mente umana e’ prodigiosa, se una non ha problemi se li inventa…

  2. tua figlia Grande é una Grande!!
    poche parole da buon intenditore no?

  3. Allora non è una mia impressione che ultimamente più la gente non sa cosa siano i problemi veri e più è lagnosa?

    Francesca

  4. Ci sono periodi della vita  in cui la propria tavola è "apparecchiata a merda"…

    …un buon consiglio è guardare il proprio menù e pensare che forse è migliore di quello in mano ad altri "commensali"…

    Nella nostra mediocrità il disagio più intimo è la consapevolezza che lasceremo questo mondo (secondo me non ne esistono altri) senza lasciare assolutamente nulla di realmente importante.

    In questi giorni un boss  mafioso 70enne è stato mandato agli arresti domiciliari in quanto non in salute.
    Era in galera per aver ucciso , assieme ad un complice,  una ragazza 17enne.
    5 colpi di lupara e sparizione del cadavere ,mai più trovato.
    La colpa della ragazza è stata di lavorare nella lavasecco dove il boss portava i vestiti a pulire.
    Il boss aveva dimenticato un’agendina con dei nomi all’interno della tasca del vestito.
    Per essere sicuri che la ragazza non avesse letto o potesse eventualmente rivelare  ad altri il contenuto è stata rapita , uccisa e butatta chissà dove.
    Si chiamava Graziella Campagna.

    E voi tutte frequentatrici di questo blog vi lamentate del vostro  "giardino infelice"?

    Siete donne annoiate con la pancia  apiena , senza nulla da dire ….. 

     Penelope

  5. @Penelope, la tua chiusa è esemplare! Ecco come mandare in vacca un commento che qualcosa da dire ce l’ha … Bah … non mi capacito mai del piacere di tirare sterco sulla testa della gente senza neanche guardare in che direzione si tira.

    Sorry, Emily, per la parentesi polemica. Dovevo lasciare a te il piacere mi sa ma la tentazione è stata troppo forte!!

    Sai come ho risolto io lo stress pre-natalizio? Me ne frego. Eccheppalle!! in ogni caso sono (quasi) tutti ‘luxury problems’ se non avessimo il pane ben difficilmente ci preoccuperemmo di tutte ste menate, no? E quindi sfoltire, sfoltire, sfoltire!!

    Io non ho ancora fatto nulla per Natale e neanche lo farò. Ebbasta!!

    /graz

  6. Ha ragione Graz , scusatemi … sono allibita da queste cose …. nella chiusa al "siete" dovevo scrivere "siamo"..o "sono"… senza polemica o retorica…solo uno sfogo …l’impotenza di fronte a certe cose….sono dello stesso anno ..sarebbe potuto capitare a me , oppure essere io , oggi , la madre di Graziella…
    Scusatemi , ma mi ha rovinato la giornata questa cosa…..

    Di solito non commento mai ,leggo e basta .. forse è meglio che continuo solo al leggere o forse nemmeno quello ….

    Penelope

    per precisione:

    http://www.ammazzatecitutti.org/articoli/061031_graziellacampagna.htm

  7. tutti hanno i loro problemi… grandi o piccoli che siano… invece di lamentarci, dovremmo sempre pensare a chi sta peggio di noi…
    la signora moglie di un direttore di banca ha ben poco da lamentarsi, ma probablimente lei vede i suoi "problemi" come enormi e difficili da superare… spero che sia solo una fase… ma in fondo, dipende anche dal carattere.

  8. infatti MAMMAOGGILAVORA, ma la verità è che ognuno vede il suo….

    ALLE  già…meglio tenerci le rogne che conosciamo

    FRANCESCA  forse hai ragione, ma a me sembra che ci sia un mucchio di gente con problemi veri, ma quelli che si lamentano sono sempre quelli che nn ne hanno!

  9. Ennò Emily se ho trovato io il tempo di andare dall’estetista con Bimba dietro e mentre facevo l’inguine con lei in ciuccia devi trovare tempo anche tu….

    Hai la memoria corta, devi ricordarti di più di te stessa

    piccola curiosità..ma voi come ditta lo date il panettone ai vostri dipendenti?

    ..lo stand? fallo ideare dall’operaio dell’anno scorso che ti aveva dato un’ideona

  10. Le decorazioni di Natale?  Metti figlio piccolo a fare il creativo/montaggio e figlia grande al budget e lasciagli mano libera, anche se ti decora l’albero con peluche di topo strangolati dai colori pendant con la cucina.

    i regali? Idem, quelli per i parenti e gli amici falli fare ai ragazzi, e presentalo come progetto educativo (ergo, tu te ne lavi le mani dei risultati, tutti gli faranno i complimenti e fingeranno di essere felici e magari davero ci riescono).

    Il lavoro, come ti hanno già consigliato, chiedi consiglio a chi con te ci lavora, ripeti quello dello scorso anno per lo stand che era una figata e fallo diventare un marchio di riconoscimento, che le fiere, ogni volta cose nuove, uno fa fatica a ritrovarsi.

    Baci,

    Ba

  11. Stavolta non sono d’accordo…
    Io credo che non ci sia una scala d’importanza dei problemi: ciascun problema è un problema, per chi lo vive.
    Magari per te il ‘problema cioccolata calda’ è ridicolo, e magari per quella mamma è una vera rottura di balle perchè la costringe a un’immersione sociale che proprio non le andava di fare.

    Non concordo nemmeno quando si dice: dobbiamo smettere di lamentarci e guardare a chi sta peggio.
    Onestamente, visto che il mio metro di misura è la felicità, a me piace guardare a chi sta meglio, e pensare che se mi impegno potrò farcela anche io.
    Non provo nessun piacere a sapere che c’è chi sta peggio di me, nè mi sento sollevata da questo.
    Penso anzi che più cerchiamo di stare bene, più faremo felici altre persone.

  12. Sarà che non ho nessun ruolo di rappresentanza se non quello della moglie del casaro e ultima arrivata in presidenza, ma io tutta questa pressione non la sento. Nel senso: se mi parli dell’anno che deve essere chiuso, in senso lavorativo, OK tutta la vita. Se mi dici che l’organizzazione dell’andare in montagna è in gran parte sulle tue spalle, non approvo ma capisco. Però questa menata per regali, addobbi, menu, parrucchiere, eccetera non mi tocca minimamente: una volta messi a posto i miei figli (da mo’ che gli ho comprato la cucinetta IKEA) e la mia famiglia (ci regaliamo una settimana a Levanto), al resto del mondo regalo cibo e chissenefrega. Viene il mondo a casa mia per Natale? Ognuno porta una portata, così nessuno si stressa. Casa mia è un casino? Pulirla la pulisco, se a qualcuno dà fastidio il disordine non ci venga più. L’albero l’avrei fatto volentieri, ma i topi hanno pensato diversamente, rosicchiandomelo (e non se ne trova più uno della misura che mi serve, ché deve entrare in una nicchia). Addobberò in altra maniera o per niente, chissenefrega.
    Insomma, non so se si è capito ma sono molto orso in questo periodo. O gatto: faccio solo quello che mi va e/o che mi sembra indispensabile.

  13. PENELOPE  ricordo quel caso, ha angosciato anche me ho una figlia di quella stessa età, come tanti altri casi dove sono coinvolti i ragazzi.
    x quanto riguarda quello che hai scritto, io penso che tu abbia ragione ad essere nauseata dalle lamentazioni di chi ha tutto, soprattutto in questo periodo dove le persone perdono il lavoro da un giorno all’altro, ma sono anche convinta che proprio perchè la vita può cambiare in peggio in un attimo abbiamo il dovere di essere felici di quello che abbiamo, di essere felici della nostra pancia piena. continua ad intervenire, amo il confronto civile ( ma me la cavo anche in quelli incivili eheheheh)

    GRAZ sei un tesoro…di solito mi devo difendere sempre da sola ahahah
    ma a dirti la verità nn è che io farò chissà che cosa, anzi evito con cura tutto quello che posso evitare. però dai vedere la casa senza addobbi mette angoscia, sono l’unica casa della via senza lucine, mi cacceranno dal quartiere!

    VALENGEL  ma lamentarsi è umano e ognuno vede il suo. il problema è che ci accorgiamo che stavamo bene quando capita una cosa veramente grave.

    AGRI hai ragione, ho chiamato l’estetista e mi ha detto che mi riceve mercoledi sera….speriamo di riuscire ad andarci.
    non nominarmi i panettoni x i dipendenti!!!!!!! allora quest’anno mio marito, siccome nn avevo nulla da fare, mi ha detto che nn voleva i "pacchi della caritas" che comprava sua amdre da tempo immemorabile, che dovevo occuparmene io andando a comperare i vari beni da mettere dentro e fare i pacchi….il risultato è stato che mercoledi, giorno del mio anniversario, ho fatto circa 300 km x cercare qualcos di veramente ok….il risultato nn è male! poi stavolta ho organizzato la cena al ristorante brasiliano, credo proprio che ci divertiremo!
    complimenti x la memoria prodigiosa: in effetti ho coinvolto quell’operaio molto in gamba ed è stato un colpo di genio!

  14. MAMMAM  ma xkè hai sempre idee così geniali? x i regali stasera ho fatto la divisione dei pani e dei pesci, anche Re Mida si è beccato le sue incombenze, se nn li fa sarà responsabilità sua ehehehhe

    MAMMAFELICE  ma io la penso come te! i miei problemi possono sembrare caxxate ad una mamma che ha il figlio in terapia intensiva, ma x me sono tragedie le mie….quindi anche le cioccolate sono problemi! quello che io nn riesco a mandar giù è di lasciarsi angosciare da queste cose…ma poi ci ripenso e anche io lo faccio….e x quello che hai scritto alla fine, sono d’accordo al cento x cento!

    LANTERNA  genio!!!! sono in modalità gatto….ma quanto mi piace questa cosa! come sempre, quando trovo una definizione mi sento più, come dire, autorizzata eheheheh
    cmq hai ragione, la casa è un macello ma chi mi ama e mi conosce nn se ne preoccupa. e nn muore nessuno se quest’anno nn c’è il presepe sparpagliato x tutta la casa

  15. Mah, il periodo "vita di merda" quando capita capita… e anche se sai che c’è di peggio continui a sentirti di merda lo stesso… per fortuna poi passa!!
    Ciao!

  16. ho un sacco di arretrati da leggere!!!
    Meno male e meno male che hai tua figlia!!!

  17. la precedente senza firma ero io..PAtrizia

  18. DIAMANTE  hai ragione, il problema è che a volte ci rimaniamo un po’ troppo nella merda ehehehe

    PAT  e nn ti preoccupare, tanto noi ci aggiorniamo anche in altri modi!

  19. averne di problemi così da risolvere….il guaio è che una così i problemi li ha di testa, non da risolvere, eh eh eh !

  20. MAMMATUTTOFARE  ma avresti dovuto sentirla, sull’orlo di un esaurimento…quanta energie sprecate…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...