io tu e altre duecento persone

fine settimana lungo per me e Re Mida, viaggio di lavoro al sud

allora riassumiamo: viaggio, cena di lavoro, riunione fino all’una di notte, la mattina dopo riunione fino alle 2, pranzo, di nuovo riunione fino alle 20. C’era una cena di lavoro ma io e Re Mida ce la siamo filata eheheh. Giorno dopo riunione e pranzo, poi finalmente partenza.

sono stati giorni massacranti ma adrenalizzanti (dubito che esista questa parola ma rnde l’idea!): dico solo che questa associazione di categoria a carattere nazionale deve cambiare presidente l’anno prossimo e continuo a sentire la battuta che confindustria ha la marcegaglia e noi abbiamo lei….che idea assurda, ha più senso nominare re Mida, e io lavoro dietro le quinte

comunque mi hanno giocato lo scherzetto di farmi andare sul palco con gli organizzatori, sedermi con loro durante tutta la riunione e poi a bruciapelo dire:…e adesso la dottoressa dirà due parole sul lavoro da lei svolto…..azzzz vabbè che non ho problemi a parlare in pubblico, ma avrei almeno voluto prepararmi!

amo il sud ma lavorare li è da pazzi: solo li capita di avere 60° in camera e non riuscire a far scendere la temperatura nemmeno spalancando le finestre per tutta la notte…amo il sud ma non è possibile che nessuno ti rilasci una ricevuta per i pranzi e le cene, sarà impossibile allegarle alla trasferta, amo il sud ma non mi è mai capitato di tornare alle 22.30 in albergo con il solo desiderio di lavarmi e chiudere gli occhi nel letto e trovare che tutto il parcheggio, strade laterali fino a un km sono occupate dagli invitati di un matrimonio che si tiene nel ristorante dell’albergo, 500 invitati….nessuna possibilità di trovare da mollare l’auto….abbiamo dovuto aspettare in un bar che arrivasse mezzanotte, oramai eravamo disposti a dormire in auto.
amo il sud e soprattutto gli uomini del sud ma ero in macchina con un uomo che per evitare la coda è sceso dalla parte opposta dello scivolo di un parcheggio a silos….lui ha detto che lo fanno tutti e quindi quelli che salgono (per il verso giusto) stanno attenti a quelli che scendono…..


insomma, dopo tutto questo solo Re Mida può dirmi:
 
che belle che sono state queste vacanze……..!!!!!!
Annunci

18 risposte a “io tu e altre duecento persone

  1. Immagino siate andati in macchina …. :-))))

    /graz

  2. Marcemily for president!!!!!

    (comunque io sono del parere che un/a front(men/woman) sul palco e tu (generico tu) a lavorare dietro le quinte dia molta più libertà d’azione e risparmi qualche rottura di scatole) (a meno che serva la luce dei riflettori per dare visibilità, sostanza e riscontro a fini di autostima ma non mi sembra questo il caso)

    :-)))

    /graz

  3. emilystar for president!
    scherzo, concordo che il lavorare dietro le quinte sia preferibile, anche perchè, alla fine, mi pare di capire che in ogni caso il lavoro è di squadra, quindi alla fine tanto vale prendersi la parte forse meno rognosa!
    tutte le volte che sono andata al sud mi sono incavolata a morte perchè si nota una differenza pazzesca, non sembra nemmeno italia, però alla fine le leggi sembra ci siano solo per il nord…e anche le multe! azz !

  4. Vi prego, lasciatemi spezzare un’arancia, prima che questa stringa diventi quello che – sono sicura – non vuole essere!!!

    E’ vero quando noi cittadini del nord andiamo a sud sbattiamo la faccia contro un’altra Italia tanto bella quanto irritante. E si fa in fretta a dire un sacco di cose.

    Ma non dimentichiamoci per favore che quello che non è tutto oro quel che luccica e spesso la mancanza di strutture, di manutenzione, di correttezza, di risorse, e potrei andare avanti ad elencare, è quella che alla fine può far dire ‘ma io le tasse che ca$$o le pago a fare?’

    Dopodichè è evidente che io non sono una paladina dell’evasione e non la giustifico affatto ma se penso a quel che si vede qua (vedi mio ultimo post per esempio) mi dico che alla fine mi fa invelenire di più di quanto non faccia quando accade in certe zone del sud (pls, attenzione, ho scritto in certe zone).

    Scusa, Emily, ma di questi tempi si rischia di scrivere o dire cose che non si pensano davvero.

    /graz

  5. Re Mida ha imboccato una discesa workoholic pericolosa, spero qualcuno se ne renda conto. Perché è vero, pure per me certe cose di lavoro sono quasi vacanza, ma insomma.

    Concordo con Graz su una serie di cose, compreso il fatto che ovunque in Italia nessuno ti motiva davvero a pagare le tasse se riesci a sfangarla (però vi ricordo lo slogan dell’ufficio imposte olandesi: renderlo piacevle non ce la faremo, ma renderlo semplice si. E si sforzano davvero un pochino a farti tirar fuori ilnmassimo con un minimo numero di passaggi e sbattimenti, e il bello è che hai anche l’idea che quelle tasse che paghi a qualcosa di utile servono).

    Però da donna del sud, visto che qui siamo come gli ebrei, la racconta un nazista è una barzelletta antisemita, la racconta il rabbino diventa una storiella ebraica (lo dice Moni ovadia, non io), questo fatemelo dire: è anche una questione di mentalità e contesto. La mentalità che ti porta a prendere scorciatoie tanto lo fanno tutti, a fare i furbetti sennò passi per fesso – e ti danno addosso in quanto fesso, ecc. Il cohntesto che non ti offre un esempio di comportamento alternativo: si può anche non fare come fanno tutti ed invee di essere fesso risulti furbo.

    Però Emily, tu parlavi di altre cose, vero?
    Mammamsterdam

  6. a Re Mida piacciono le cose intime: io e te e tanto lavoro con tante persone…
    comunque fare la dama nera dietro le quinte e non essere nel front end e’ una gran figata…. bella, continua cosi’!

  7. Beh, io vi dirò che i due estremi in cui lavoro sono Roma e Milano (sede a Modena), e per quanto possa sembrare strano mi trovo molto meglio quando sono in trasferta a Roma. Sarà per un mio recondito odio vs la città meneghina e le sue tangenziali, ma trovo la Capitale più vivibile e più ‘lavorabile’!
    Robby152

  8. mi piace il tuo blog ma tutte le volte che leggo queste cose sul sud mi sento male…le differenze ci sono ed e’ vero, ma sentir dire queste cose mi fa sentire male tutte le volte…quando vivevo in italia (ora sono all’estero) queste erano le cose che mi spingevano ad andarmene: il razzismo degli italiani nei confronti degli altri italiani, nord, sud, regioni contro regioni, citta’ contro citta’. almeno qui mi sento giudicata per chi sono e per quello che so fare..e chi sento che insiste troppo sul fatto di essere italiano, o che mi dice troppe volte "ah ma tu fai questo perche’ sei italiana" lo elimino a priori. quante volte i miei compagni di universita’ mi hanno preso in giro per l’accento..ridevo anche io per integrarmi ma in realta’ mi vergognavo tantissimo.

    michela

  9. Avresti fatto prima a dire: odio il sud e ho la presunzione che il nord e la gente del nord siano migliori.  Bleah!

  10. beh e io che ti immaginavo romanticamente in giro col maritino tra una suite d’albergo e una cena romantica… beh però tuo marito ha apprezzato !!patrizia

  11. Emily, peccato che stavate fuori per lavoro! Un bel week end di relax non guasta mai, io me ne farò uno questo fine settimana…dove? ancora non so, si deciderà all’ultimo!
    Nord, Sud…in effetti al sud sono tante le cose che non vanno, ma per una serie di motivi, la gente secondo me si arrangia, non vive sopravvive…io sono stata tante volte al "Sud", posti meravigliosi, organizzazione quella che viene, sono stata al "Nord" posti stupendi, ma più organizzazione in effetti…io però li amo entrambi con i pregi e i difetti…difficilmente mi lamento!…purtroppo!

  12. ut9 devo assolutamente risponderti x primo: nn ho mai detto che il sud sia meglio del nord anzi. de mi conoscessi un pochino sapresti che amo il sud e vorrei viverci da sempre.
    amo i colori gli odori la gente il clima il cibo, i proverbi la natura
    io mi limito a raccontare quello che vivo, se poi nn ti fa piacere nn so che farci, sarebbe come prendersela se dico che qui oggi piove…nn è mica colpa mia! come nn è colpa mia se lo scontrino nn te lo rilascia nessuno, anche se mi mangia talmente bene…..

    GRAZ  immagino, immagina…. infatti hai capito tutto. una carica nutrirebbe il mio ego che è già abbastanza spropositato eheheh
    x quello che riguarda l’evasione io nn ne facico una questione etica: il senzamacchia è mio marito, io sono sempre disposta a trovare scappatoie, mi fa più indignare è il lavoro nero, sentire dai miei amici del sud che nn si trova lavoro se nn iregolare.
    ecco su questo nn transigo, ma sullo scontrino…dai, si mangia talmente bene….ma nn ti dico che diceva mio marito, angosciato dall’essere sempre dentro la legge!!!

    esattamente MAMMATUTTOFARE la libertà d’azione e nn dover servire cento padroni (gli associati) è un bene troppo prezioso x rinunciarci! x nn parlare che sarebbe un obrobrio dal punto di vista della rappresentatività, questo mondo maschilista nn è pronto x vedere una presidentessa donna in una società tutta di uomini!

    MAMMAM sei un genio. assolutamente.
    quanto a mio marito, x lui basta che siamo insieme e una rottura di balle diventa un bel momento (parole sue) x me no invece….

  13. ma dove cavolo sei stata? la storia di ricevute e scontrini mancanti mi sa tanto di pura invenzione, giusto per aggiungere qualcosa alle tue lamentele. Abito al sud da sempre e posso garantire che scontrini e ricevute vengono SEMPRE consegnati al cliente, in qualsiasi esercizio. Su richiesta vengono fornite anche fatture.
    Per quanto riguarda il calore in albergo hai provato a chiedere alla reception?
    Per quanto riguarda il parcheggio è pura sfiga, mentre per quanto riguarda il tizio che esce contromano da un parcheggio a silos, se la storia è vera, ti sei imbattuta in un criminale.

  14. MAMMAOGGILAVORA  sicuramente lo preferisco, sai che sono una donna dalle poche seghe mentali e molta azione, preferisco fare che parlare…anche se nn mi tiro indietro se c’è da chiacchierare!

    ROBBY la tengenziale di milano io la conosco solo x la fiera ed è un delirio, spero che x i milanesi nn sia la quotidianeità!
    x quanto riguarda il lavoro, credo che sia solo questione di abitudine, di ritmo, di aspettative, certo che x me che vivo ai confini del mondo abitare a roma o milano è puro godimento!!!

    MICHELA  ma nn ci pensare nemmeno di vergognarti, le nostre radici ci sono e danno sicurezza alla nostra vita.
    guarda che fatica che fanno le persone che nn si riconoscono nel posto dove sono nati… quanto al razzismo c’è dappertutto: quando vado in alto adige noi veneti siamo considerati del sud e quando dico che vivo in provincia sono considerata una campagnola.
    questo capita xkè le persone giudicano x categoria e nn vedono al di la del loro naso, oppure vedono solo quello che conferma le loro teorie.
    io amo il nostro sud, ho tanti amici e ci vado sempre quando posso, ma quando mi "lamento" (che poi nn sono lamenti, sono considerazioni) delle situazioni sono sempre situazioni oggettive, cose che mi capitano, mica cose che mi invento.
    una volta eravamo a napoli, ristorante famosissimo frequentato da attori e capi di stato, in 3 abbiamo speso 250 € (era il 2006) e niente ricevuta. questo è un fatto nn è un giudizio e nemmeno un insulto. chi lo legge così ha la cosa di paglia

    PAT  abbiamo trovato il tempo anche x quello!!!!

    MAXASTELL l’importante è andare in giro x l’italia, che qui ci si sente importanti quando si sparano nomi esotici, e invece abbiamo dei posti fantastici a portata di mano!
    buone vacanze!

    ut 13 dove sono stata preferirei nn dirlo, fa parte delle regole che mi sono imposta x preservare il mio anonimato e quando capitano queste occasioni pubbliche preferisco glissare su alcuni particolari che potrebbero rendermi riconoscibile
    il guidatore nn era un criminale infatti lui era convinto che si potesse fare e ha imboccato il silos contromano tranquillamente, è a me che mi sono venuti i sudori freddi!
    quanto al caldo dell’albergo certo che si, ho chiesto di trovare una soluzione e loro mi hanno detto di spalancare le finestre…cmq altre coppie mi dicevano che invece avevano chiesto il piumino, in camera loro era freddo!
    quanto al parcheggio è solo questione di organizzazione: se hai un pranzo con 500 persone devi prevedere i parcheggi, tutto qui, e nessuno ci aveva pensato. abbiamo aspettato dentro una pasticceria (sigh! sarà finito tutto in ciccia e brufoli) e poi dopo un’ora siamo riusciti a parcheggiare.
    è una cosa che è successa, nn è un giudizio sul sud; se tu lo vedi così forse dovresti chiederti xkè ti arrabbi tanto 

  15. Sono del Nord – Nord. Anche da noi capita di trovarsi davanti a cari nordisti che non fanno gli scontrini, le ricevute… Mi fanno una rabbia…ho cambiato per questo oculista, pediatra per le figlie, gelateria vicino casa…
    Comunque l’illegalità che c’è al Sud è grave. Ho una sorella, sposata con un giovine del sud (a suo tempo), che vive lì già da ben 25 anni e che mi racconta fatti alluccinanti riguardo ai servizi pubblici, sanità, scuole… e vive perennemente incazzata. Trascorro le vacanze al mare lì e mi fa male vedere la sporcizia che alla sera viene lasciata in spiaggia .. e spesso la si ritrova al mattino. Ho assistito a madri che esplicitamente invitavano i bambini a buttare le immondizie sulla sabbia. Ho anche litigato con una vicina di ombrellone che, al bambino che gli dava l’involucro della merendina, gli rispondeva infastidita butta là (sulla sabbia). Io mi rivolsi alla madre e gli dissi se a casa sua le immondizie le buttavano per terra! Questa rimase un attimo instupidita, credo pensando che scherzassi, ma alla mia rinnovata domanda mi aggredì di parole in dialetto… che non ho capito, per mia fortuna. 

  16. Al #15 ero Lorma

  17. si dai é stata una vacanza, voi due soli soletti!!!

  18. LORMA io sono andata da una psicoterapeuta che x 4 anni nn mi ha mai fatto una ricevuta….350€ al mese fai i conti un po’ tu…x nn parlare degli altri professionisti, a parte il dentista degli apparecchi (che è mio cugino) che mi ha sempre fatto tutto regolare.
    x quanto riguarda l’immondizia ne ho di aneddoti! siamo al mercato di palermo, mia figlia si soffia il naso e nn sa dove buttare il fazzoletto: x terra immondizie dovunque e nessun cestino. entriamo in un negozio e lei chiede se hanno un cestino, la risposta è stata: buttala in strada tesoro!

    ALLE….. potrei dire due parole sul soli soletti????

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...