ho partorito ipnotizzata

non so perchè quando ho male fisico non riesco a parlarne. racconta un aneddoto familiare che quando avevo pochi anni, il dottore in pronto soccorso mi disse: "quando ti fa male dimmelo…io sono svenuta ma non gli ho detto che mi faceva male

quando sono rimasta incinta l’aspetto del parto mi spaventava abbastanza, e la mia ginecologa fu chiara: quando sono sotto tensione mi si bloccano i muscoli dello stomaco, la pancia mi diventa durissima. col travaglio rischio di far scoppiare una guerra. la piccola che spinge in un senso, io nell’altro…..è lei che mi propone di partorire in ipnosi, autoipnosi per la precisione.

in pratica si tratta di una decina di sedute dove un terapista mi immette nel cervelletto un comando post ipnotico: quando parte il travaglio si attiva da solo, e io non riuscirò a stringere i muscoli della pancia.(!!!!!!)

comincio le sedute, non so bene che facciamo visto che dopo pochi minuti mi addormento: ad un certo punto mi arriva la voce di svegliarmi, mi alzo ringrazio e vado via ogni volta più perplessa

di comune accordo io e Re Mida decidiamo di non dire nulla ad amici e parenti, siamo già considerati dei pazzi, non è il caso di andare a raccontare anche questa: tanto al limite male non farà….

sono le 3 di mattina di un giovedi di dicembre: mi si rompono le acque nel sonno: mi alzo e chiamo l’ospedale, mi dice di raggiungerli subito. Io torno a letto e guardo mio marito che dorme beato, mi dispiace svegliarlo…aspettiamo ancora un po’….la prima fitta mezz’ora dopo mi convince a svegliarlo, sono calma e assurdamente tranquilla

in ospedale pensano che io sia al terzo figlio, visto l’allegria con cui affronto le solite procedure angoscianti ( depilazione, clistere…insomma le conosciamo tutte…) mi visita l’ostetrica e dice che ci vorranno ancora ore, sono solo all’inizio

ma dopo poco sento che la piccola mi scappa tra le gambe: mi metto il lenzuolo in mezzo, dico a mio marito di chiamare l’infermiera. lui torna dicendo che lei dice che mi sto suggestionando, allora comincio a gridare che mi sta scappando, fate qualcosa!!!! Arriva finalmente l’infermiera e allucinata urla che si vede la testa, corsa in sala parto. Le spinte conclusive arrivano ogni 5 minuti, il pediatra è incredulo, dice che questa cosa non l’aveva mai vista.

mia figlia nasce e me la mettono al seno: vede il padre e getta un urlo acutissimo. io le dico ; "ehi signorina trattalo bene, questo è quello che ci mantiene!" tutta la sala scoppia a ridere, meno Re Mida ovviamente.

alla sera vado a letto serena e mi addormento subito: non voglio nessun aiuto per dormire, sono tranquilla e serena. 24 ore esatte dopo la rottura delle acque mi sveglio digrignando i denti, sono terrorizzata: la bambina è nata, che diavolo mi prende? lo stomaco si indurisce, comincia a farmi male. chiamo l’infermiera che non capisce che succede, deve darmi analgesici e calmanti per farmi addormentare, sembro spiritata

al telefono con la mia ginecologa mi spiegherà che dopo 24 ore l’effetto post ipnotico cessa e io torno nello stato in cui sarei stata senza ipnosi. E che le fitte del travaglio, non incontrando resistenza, facevano mille volte più effetto senza dover salire di frequenza.

non ho mai parlato di questa esperienza

io sono una donna tremendamente terra terra. odio tutto quello che riguarda il paranormale, la fantascienza, il filosofico.lo evito da sempre

eppure a me l’autoipnosi ha fatto in modo di partorire in maniera migliore: l’ho rifatta per il secondo figlio. Non è una ricetta che valga per tutti, ma sicuramente non c’è bisogno di crederci, io per prima non ci credevo mentre la facevo. ecco, niente di che, mi andava di rendergli giustizia, dopo 16 anni di silenzi

Annunci

17 risposte a “ho partorito ipnotizzata

  1. direi che questo post me lo devo segnare ^__^

  2. il potere della mente…spesso sottovalutato. tu ne sei un esempio lampante.

  3. AGRI questa è la mia esperienza, magari altre sono state deludenti. ma di questa cosa nn si parla mai, nn si propone nemmeno e mi sembra ingiusto xkè con me ha funzionato

    già NINNAMAMMA hai ragione. ma nn so davvero come funzioni, credo che serva cmq un aiuto x mettere questo comando…mah

    eggià JULLALA ….super wow!

  4. su queste cose sono abbastanza relativistica…

    per quanto sia razionale fino all’estremita dell’unghia del ditino del piede, ci sono delle tecniche che su alcune persone funzionano benissimo e su altre no.

    Per te ha funzionato l’autoipnosi, per altri funzionano altre tecniche (che ne so, reflessologia plantare, agopuntura ecc.)…

    e non c’e’ nessuna vergogna o stranezza in questo.
    Ognuno puo’ trovare la sua. O non trovarla.
    Ciao!

  5. Per quello tua figlia è così…ottima, dopo il racconto di questa nascita la magia si spiega.
    Una cosa però mi ha sconvolto: clistere, depilazione…dodici anni fa a me non hanno fatto niente, non credevo si usasse più…
    ciao spero tu faccia una buona vacanza, per il 13 sappimi dire,Extramamma/ extrabaci

  6. E’ la più bella descrizione di un parto che ho mai letto!!
    E la battuta ha fatto ridere di gusto anche me.
    Non importa se è stata l’autoipnosi o solo la tua bravura: è andata così, è andata bene :-))

  7. porca miseria.
    mica lo potevi scrivere prima sto post? 😉

  8. Non ne avevo sentito parlare, era rimasta al training autogeno che francamente non mi è servito. Devo approfondire, se non trovo ti chiedo consigli /suggerimenti.
    Grazie per la testimonianza.

  9. lo so MAMMAOGGILAVORA ma in questo caso nn ho voluto parlarne proprio xkè le persone che mi conoscono sanno come sono tarra terra…e sarebbe sembrato poco coerente fare una preparazione del genere, ma mi sono fidata della mia ginecologa. e hai ragione, ognuno ha la sua tecnica, l’importante è trovarla!

    che ti devo dire EXTRAMAMMA forse si usa qui xkè siamo un ospedalino di provincia, ma so che si fa ancora….speriamo di andarci in vacanza, qui x ora si lavora da pazzi!

    LGO appunto! il mio dentista dice: usa anche abbracadabra se funziona, e fregatene! e in effetti….

    ehhhh TUTTODOPPIO ci ho messo 16 anni…giorno più giorno meno ehehehe

    RENATA conosco il training e l’ho provato ma mi concentravo poco e mi distraevo troppo, nn mi sembrava che servisse molto….finivo col chiacchierare con tutte le gravide che avevo a tiro!!! (xkè ovviamente, ai corsi preparto io ci andavo da sola, mannaggia a mio marito!), ma questa è tutta un’altra cosa!

  10. Che bello, Emily!! Questa cosa dell’ipnosi mi ha sempre affascinato tantissimo, mi piacerebbe approfondirla.

    Per esempio ne sentivo parlare in relazione al controllo del peso, mi chiedo se non sia una bufala ma, con testimonianze come la tua, non vedo perchè dovrebbe. In fondo il controllo del dolore (soprattutto di un dolore come quello del parto) non dovrebbe essere poi una cosa tanto semplice, no? D’altro canto perchè non se ne sente mai parlare?

    /graz

  11. CAVOLI! AVERLO SAPUTO PRIMA….
    😀

  12. sapevo che eri una donna Particolare, questo lo conferma, una Gran bella Donna!! 🙂

  13. Notevole.
    Te lo ripeto: se fossi nmegli USa ti avrebbero già proposto di trarre un film dal tuo blog!

    M di MS

  14. ma daaaii! mai sentito parlare di questa cosa, però mi hai incuriosita parecchio, sai?

  15. Da un parto ipoteticamente difficoltoso ad uno precipitoso.
    Dicono che il parto precipitoso sia pericoloso, ma io lo invocavo disperatamente :D.
    Molto interessante questo tuo racconto sai? E lo è a maggior ragione perchè proviene da una donna non incline ad esperienze simili.
    Grazie.
    Silvia

  16. GRAZ dell’ipnosi x il controllo del peso nn sapevo. so che viene usata x smettere di fumare ma nn conosco nessuno che l’abbia fatto.
    certo che se si potesse farsi ipnotizzare x dimagrire…domattina mi informo!

    PUFFOLA arg!!! nn ne ho maio parlato, xkè nn voglio assumermi la responsabilità con qualcuno e poi nn funziona!

    dai ALLE!!!! MA NN è VERO!

    AHAHAHH M di MS SIIIII e la mia parte la faccio fare a sally fields, però le allunghiamo i capelli eheheh. mio marito dicono che assomiglia a tom cruise, ma a me nn piace tanto…

    MAMMATUTTOFARE io nn ne ho mai sentito parlare, nn ne ho letto nulla in nessun libro o manuale di gravidanza, a volte penso di essermelo sognata, x fortuna che c’era anche mio marito altrimenti….

    SILVIA hai ragione. ma nn è stato precipitoso, cmq dalla rottura delle acque al parto sono passate 12 ore, ma è stato veloce il decorso alla fine: le contrazioni più forti nn sono venute, sono state suff quelle a meno intensità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...