il sangue non è acqua (questo è mio figlio nessuno ne può dubitare)

sono stata un’adolescente inquieta. Se non avessi incontrato Re Mida a 14 anni chissà cosa mi avrebbe riservato il destino: sicuramente ora non sarei sposata, con figli e con vent’anni di matrimonio

non facevo nulla di pazzesco, si intende, ma diciamo che riscuotendo un certo successo nella popolazione maschile, mi divertivo a flirtare e spesso mi trovavo impantanata in molte storie contemporaneamente….insomma, bastava dislocarle nello spazio e stare attenta a non far confusione: un uomo in ogni porto, in pratica, facendo credere a tutti di essere unici e indimenticabili.

ovviamente i miei erano molto preoccupati, proibiti vestiti corti e scollature ( come se fosse servito a qualcosa…l’attrazione è nel fascino, non nel fisico!), orari da educanda, proibizioni continue….ma non avevano molto successo e mio padre faceva sempre la battuta a mia madre di mettermi la pillola nel latte della mattina ( ma non hanno mai saputo che oltre ai bacetti non andavo?????)

figlia grande ha preso da suo padre: tutta concentrata su i suoi obiettivi scolastici, molto severa col mondo e con se stessa, molto critica con le sue compagne un po’….appariscenti

figlio grande è tutta roba mia: a parte il fatto che è biondo con gli occhi azzurri ( e nessuno faccia commenti che io e mio marito siamo mori con gli occhi scuri!) ha quell’aria da chissenefrega che fa impazzire le ragazzine: ho già scritto dei bigliettini hot che riceve in continuazione

ma il massimo l’abbiamo raggiunto ieri: siamo in auto e stiamo chiacchierando. Ad un certo punto gli scappa detto che un suo amico è arrabbiato con lui perchè la ragazzina su cui ha puntato gli occhi è innamorata di mio figlio, non di lui. E allora mi dice che la situazione sta diventando pesante, con tutte queste donne che lo ossessionano perchè scelga una compagna (ma scegliere vuol dire rinunciare a tutte le altre….) e gli amici che cominciano a temerlo

e tu come pensi di risolvere il problema?” gli chiedo ridendo

eh, ho fatto una cosa, ma non posso dirtela”

“vediamo se la so. ti sei inventato una storia con una ragazzina che non esiste. a scuola dici che è di hockey, a hockey dici che è di scuola, così puoi sempre rifugiarti in questa storia quando le cose diventano troppo pressanti”

figlio piccolo spalanca gli occhi: “chi te l’ha detto? hai letto le mie cose?”

ragazzo mio, ne hai di strada da fare. ho 30 anni di strategie in più di te, ma butti bene, sei proprio farina del mio sacco, su questo non ci piove.

Annunci

17 risposte a “il sangue non è acqua (questo è mio figlio nessuno ne può dubitare)

  1. eh sì tutto sua madre…bella tecnica, me la segno come eventuale consiglio per Prince.
    Mi fanno tenerezza i nostri ragazzi a volte pensano di aver scoperto l’acqua calda ^___^

  2. ahahahah eggià AGRI loro credono che siamo proprio tonte!!!
    e che grande strategia poi…io la utilizzavo alle elemtari….

  3. E’ divertente rivedere se stessi nei propri figli tanto da riuscire ad inquadrarli perfettamente.Anche mia figlia di 3 anni se negli atteggiamenti è identica a me in realtà fisicamente è esattamente l’opposto cioè bionda con occhi azzurri (ereditati dalla bisnonna)e devo confessarti che a volte delle malelingue mi hanno chiesto con tono ironico:”e’ così chiara,ma da chi avrà preso?”.Sai cosa rispondo? Da chi ha preso non lo so ma di certo la bellezza la presa da noi genitori!

  4. Il più bel test del Dna di cui abbia mai sentito!
    Che tenerezza, queste “furbizie” 🙂
    Cassandra

  5. ma che tenero!!!
    sei furbaaaaaaa!!! 😉

  6. mi piace il rapporto aperto e confidenziale che hai con i tuoi figli, io con mia mamma non potevo nemmeno avvicinarmi a certi discorsi, chissà io che rapporto riuscirò a costruire? mah!

  7. Grande Emily!
    L’eta’ delle scollature e delle minigonne vertiginose prima o poi passa per tutte… e poi avere avuto una adolescenza sperimentale con i maschietti ti ha aiutato a evitare certi errori da grande!
    E a capire “al fiuto”
    le tresche della tua progenie…. eheheh, ne ha di pane da mangiare prima di non essere prevedibile in queste cose…

    Inutile dire che le storie del tuo figlio, bello impossibile e corteggiatissimo, mi fanno morire, e almeno sapro’ cosa aspettarmi fra qualche anno col mio… come vedi siamo in buona compagnia!

  8. ut 3 mio figlio è la copia di mio padre, quando era vivo la somiglianza mi colpiva sempre, però gli ho messo il nome del mio ex (si lo so, mio marito ha un gran senso di sopportazione) che era appunto biondo e con gli occhi azzurri….

    CASSANDRA è inquietante rivedersi nei propri figli. da una parte mi angoscia, nn sono stata una adolescente facile e quando lui è nato mia madre ha detto: ecco la mia vendetta!…..ma credo che sia anche un modo di riscrivere la storia. spesso con lui agisco come avrei voluto che i miei genitori facessero con me, spero proprio di riscrivere il finale

    ehhhhhhh ALLE le conosco tutte queste strategie eheheheh

    MAMMATUTTOFARE questo è un campo dove…mi ci impegno molto, nel senso che la serenità di avere una persona che ti ascolta senza esprimere giudizi o sputare sentenze i ragazzi devono trovarla in famiglia.
    troppi ragazzi dicono che nn sanno con chi parlare dei loro disagi, dei loro problemi: hanno paura di deludere, di essere punti o di nn essere capiti ma io so cos significa sentirsi soli a quell’età. ma quanto durerà ancora questa confidenza????come posso fare xkè rimanga sempre aperta una porta? chi sa la risposta me la dica, io sto ancora imparando a fare il genitore!

    MAMMAOGGILAVORA nn so se la mia turbolenta adolescenza mi ha preparato al dopo….visto che alla fine mi sono sposata il fidanzatino di sempre e ho appeso al chiiodo intrallazzi e amorazzi….ma che palle questa vita irreprensibile ehehehe
    ne vedrai di tutti i colori, i figli sono un’avventura che nn smette mai di stupire!

  9. ti ammiro, io anche se i miei 2 pargoletti sono ancora piccini piccini mi sorprendo troppo spesso ad avere la stessa mancanza di pazienza e lo stesso nervosismo che mia madre aveva con me, e che mi ha sempre fatto soffrire. mi dai speranza pero’, perche’ se tu con i tuoi hai un cosi’ bel dialogo vuol dire che non sempre si deve diventare genitori incapaci solo perche’ abbiamo avuto un brutto esempio da figli

  10. perché dici “adolescente inquieta”, TI SEI FIDANZATA A 14 ANNI!
    praticamente una bambina, no?
    e lui quanti anni aveva?
    mannu

  11. Il DNA non mente…ne deve mangiare ancora dei panini tuo figlio per arrivare alle nostre eccelse vette!!!!

  12. TATAINDUBAI le mie mancanze come madre saranno di sicuro tante, e tante ce ne saranno inseguito. mi capita spesso di voltarmi indietro e vedere con chiarezza gli sbagli. quello che conta secondo me è di nn fare mai scelte di comodo con i figli xkè anche se in un primo momento sembrano facili poi il conto si paga sempre. io ho avuto un pessimo rapporto con mia madre: ovviamente la colpa era anche mia ma credo che in un rapporto con l’adulto il ragazzo parte con le scusanti dell’età, che un adulto nn ha. adesso che sono dall’alatra parte cerco di ricordarmi come mi facevano sentire certe situazioni e le evito.ma errori se ne fanno sempre

    MANNU io ho conosciuto mio marito che avevo 14 anni io e 15 lui, ma x circa 4 anni l’ho fatto impazzire, xkè nel frattempo avevo in piedi 5, 6 a volte di più, storie con altri ragazzi. robe caste, x carità, ma difficili da mandar giù. ogni tanto lo mollavo, una volta mi ha mollato lui ( e l’ha pagata cara eheheh). a 18 anni ho capito che era finita l’epoca dei giochini e mi sono data una calmata e da allora c’è stato solo lui. a 24 anni ci siamo sposati e quest’anno sono venti di matrimonio.
    ecco xkè dico che ero inquieta!!!

    yesssssss ZIA CRIS!!! cosa vuoi che siano questi giochini??? io arrivavo a scrivermi bigliettini da sola…vabbè meglio nn dare suggerimenti eheheheh

  13. ecco, quando tessi le lodi di figlia grande, non dimenticarti mai di aggiungere che figlio piccolo èw proprio tutto te e tutto tuo, così magari si convince anche lui.

    E il fatto di non stritolarti strigentotisi al seno quando hai la sindrome premestruale gliel’hai poi spiegata (lo so, sono carogna)?

  14. MAMMAMSTERDAM certo che gliene ho parlato, e sai cos ami ha risposta il piccolo demonietto? “ok capisco, ma glielo dici anche a papà, se nn ti stringo io nn lo fa nemmeno lui….” arg, a noi il complesso edipico ci fa una cippa!

  15. queste so’ soddisfazioni!!!

  16. Più che un figlio, un clone…

  17. Noooo ma Emily, non mi dire
    una sciupamaschietti eri??? Fantastico!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...