non è menefreghismo è pudore

se non scrivo nulla non è per menefreghismo.

è che in questi giorni ne ho sentite di tutti i colori

ci mancava solo rai1 che si batteva le mani per l’audience

volevo vomitare ma non mi pareva bello a tavola

allora visto che un sacco di gente parla sproposito

"cosa prova?" "cosa pensa?" "ha avuto paura?"

allora sto zitta io. per pudore

Annunci

15 risposte a “non è menefreghismo è pudore

  1. Emily, non avevo dubbi. (passa da me ho avuto un’idea, dimmi se è una fesseria)

    /graz

  2. Spesso c’è più dignità nel silenzio

  3. posso dire che volevo scrivere un post similare , ma poi non me la sono sentita, trovo di cattivo gusto andare ad intervistare persone che hanno pertso tutto, ma non hanno un po’ di pudore sti giornalisti?
    e al contrario, hanno intervistato una che piangeva dicendo che aveva perso tutto che era uscita con niente ed era in macchina, truccata, tutta vestita bene con gli occhiali da sole ben in vista firmati? no, ecco non capisco…. come sempre c’é il rovescio della medaglia, quella ci marciava sui danni altrui..!!

  4. oltre a tacere noi dovremmo trovare il modo di avere veramente voce in capitolo su chi far parlare di competente per avere solo le informazioni minime di quanto accaduto … purtroppo sono solo degli avvoltoi tutti indistintamente … speriamo che tra tutti li ci siano anche delle persone che facciano il loro mestiere ed aiutino chi in questo momento è disperato .

  5. A me ha fatto più schifo chi riprendeva con la videocamera amatoriale e non da giornalista

  6. Sottoscrivo in pieno

  7. Fai bene, ce già troppa gente che parla e questi parlano spesso e volentieri a vanvera, aprono bocca solo per dare aria alle tonsille

  8. CAUTE… ho scritto di getto nn volevo essere antipatica…però ogni tanto scappa un po’ di indignazione

    grazie JULLALA

    GRAZ ho visto…devo meditare mi sembra una bella idea ma devo pensarci.
    cerco di capire io che tipo di aiuto vorrei se fossi nelle loro situazioni

    si LAPATRIZIA, però lo sdegno ribolle, nn è silenzio di disinteresse

    grazie RR74

  9. ho capito a quale signora ti riferisci ALLE e lo avevo notato anche io, ma c’è da dire che ormai era tanti giorni che la terra tremava e alcuni dormivano addirittura vestiti x essere pronti a scappare.
    io penso al fatto che dormo sempre senza nulla addosso…misericordia nn ci si pensa mai di dover uscire di corsa!

    GIBA sono d’accordo. un conto è avere informazioni, un conto è scavare nelle emozioni delle persone così esposte.

    ho visto anche questo AGRI e ho sentito gente che diceva: speriamo che arrivi una bella scossa mentre sto riprendendo.
    ma i cretini ci sono dappertutto

    grazie SUPERTRI

    ZIA CRIS magari parlassero a vanvera. è tutto misurato sugli ascolti, sugli scoop, sugli introiti pubblicitari.
    che ci sia qualcuno che si arricchisce in una disgrazia così mi fa rivoltare lo stomaco. peggio degli sciacalli che vanno a rubare

    grazie PUFFOLA E DIAMANTE!

  10. Da buona (sic?) friulana posso solo dire questo:
    Ho avuto la fortuna di essere a 20 chilometri dall’epicentro nel 1976.
    Ho avuto la fortuna di poter fare qualcosa nei semi successivi al terremoto lavorando nell’ospedale di udine.
    Ho la fortuna di avere degli amici; di averli perchè sono emersi dalle macerie in cui il terremoto li aveva seppelliti vivi.
    Ho avuto la fortuna di vedere la mia terra far ricrescere case e vita, di ridare lentamente la dignità alla sua gente.
    Ieri parlavo con una persona, unadi quelle che sono state estratte dalle macere per sua fortuna già il giorno dopo.
    Che ci sia una pietà per queste persone che han perso tutto: familiari, amici, conoscenti, luoghi, legami di ogni genre. Tutto è distrutto.
    Non se lo possono immaginare questi imbecilli che mai hai provato. Non hanno neppure la minima idea di quanta gente andrà fuori di testa e quali saranno le conseguenze nelle vite.
    Resteranno anni di solitudine e totale inattività per molti disgraziati. Nesso ha presente cosa ci sia da fare in una tendopoli. Immaginatevi il nulla oltre alle code per il cibo, medicine e vestiti.
    Ho distribuito di tutto nel terremoto in friuli. Hanno ringraziato di cuore col cuore distrutto ed il nulla dentro.
    Spaccherei la faccia a tutti quelli che si fan belli del loro “pezzo” pubblicato o trasmesso: fra un paio di mesi avran dimenticato.
    Un abbraccio fraterno all’abruzzo. Di cuore.. se non dovessi lavorare sarei là..
    cognatamancata

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...